Juve regina, Inter principessa, Milan cavaliere

Juve regina, Inter principessa, Milan cavaliere

Juve regina, Inter principessa, Milan cavaliere

324
0

L’inizio del campionato indiscriminato al 19 agosto ha fatto sì che nemmeno avessimo il tempo di assorbire la fine del calciomercato. E siccome abbiamo ancora tempo in vacanza di renderci conto di cosa è stato, ecco i voti del calciomercato, secondo una variabile: a noi dei soldi che le società di calcio spendono, delle operazioni economicamente intelligenti, delle prospettive, frega il giusto.

Quello che conta è: insomma alla fine del calciomercato, una squadra è migliorata o peggiorata? Ecco allora gli unici voti che troverete in giro che tengano conto solo di quanto sia migliorata o peggiorata una rosa, ovvero l’unico parametro tecnico che conta nel calcio. Perché alla fine un calciatore capace di fare la differenza conta più di 10 che passano e vengono rivenduti l’anno dopo.

ATALANTA: 4.5 – Ma povero Gasperini! Era andato via dal Genoa perché gli smantellavano la squadra ogni anno, e si trova all’Atalanta nella stessa condizione. E’ arrivato Duvan Zapata, ma si è svuotata la profondità di rosa.

BOLOGNA: 5 – All’insegna della mediocrità. Fondamentalmente sono partiti Verdi e Di Francesco, ed è arrivato Falcinelli. Si è perso tantissimo del potenziale offensivo, c’è proprio da ripensare il gioco.

CAGLIARI: 7.5 – Intelligentissimo: un valore assoluto in Serie A come Castro, un usato sicuro internazionale come Klavan, una scommessa intrigante come Srna, e un potenziale da sviluppare come Cerri.

CHIEVO: 4.5 – Via Inglese e Castro, sarà un terno al lotto riuscire a salvare la categoria risparmiata dalle sentenze amministrative. Quasi tutto è riposto nella crescita di Stepinski e l’assistenza di Giaccherini.

EMPOLI: 6 – Non si sono andate a intaccare le certezze, e si è aggiunto un giovane che merita una grande occasione come La Gumina, con il contorno di mestieranti come Acquah e Silvestre a costo minimo.

FIORENTINA: 5.5 – Era partita bene infilando Gerson, Pjaca e Mirallas, ma poi ha bilanciato con le uscite di Badelj e Saponara. Diciamo che la sufficienza è sospesa sul rendimento del portiere francese Lafont: quello cambierà il voto al mercato.

FROSINONE: 6.5 – Non sottovalutate la potenza di Joel Campbell (parafrasando un famoso spot calcistico): a pochi soldi, ha voglia e qualità, e in più sono arrivati Perica, Halfredsson e Molinari.

GENOA: 4 – Non male in entrata Criscito, Sandro e Favilli: il problema è che è uscita mezza squadra. Cioè Perin, Izzo, Bertolacci, Rigoni, Laxalt e pure Salcedo che poteva essere già pronto.

INTER: 9.5 – E’ mancata solo la stella, fosse Vidal o Modric. Ma per il resto è arrivata praticamente un’altra squadra titolare. Nell’ordine di reparto: De Vrij, Asamoah, Vrsalijko, Nainggolan, Lautaro, Politano, Keita.

JUVENTUS: 10 – Forse il mercato sarebbe da 7.5, perché insomma ci sono state uscite rilevanti. Ma quando prendi Cristiano il 10 te lo meriti a prescindere. E poi a ben guardare, gli altri acquisti sono stati proprio modellati sulle (poche) esigenze.

LAZIO: 6 – Con l’uscita di De Vrij e Felipe Anderson era difficile riuscire a ottenere la sufficienza. Però gli arrivi di Acerbi, Badelj e Correa chiudono il conto in positivo. Difficile però fare il salto di qualità.

MILAN: 7.5 – Sprint pazzesco di Leonardo. Ovvio, Higuain si tira appresso il voto, ma le ultime ore con Bakayoko, Laxalt e Castillejo potrebbero addirittura cambiare il campionato rossonero.

NAPOLI: 6 – Situazione simile alla Lazio, non era facile strappare la sufficienza quando vendi Reina e Jorginho. Diciamo che Verdi, Ospina/Meret e Fabian Ruiz te lo consentono. Ma anche qui: da vedere se sarà sufficiente per reggere l’urto della stagione.

PARMA: 7.5 – Un mercato che vale una salvezza. I giovani di belle speranze come Dimarco e Bastoni, gli esperti come Bruno Alves e Rigoni, e quelli nell’età giusta come Inglese (e per quanto riguarda Gervinho: chissà, forse ne ha per gli ultimi minuti…).

ROMA: 6.5 – Tanti acquisti giovani e intriganti, ovviamente Justin Kluivert su tutti, ma le cessioni di Nainggolan e Alisson tolgono porzioni importanti di rendimento. Sottovalutata comunque l’importanza di N’Zonzi.

SAMPDORIA: 5.5 – Aggiungendo Saponara a Jankto, Ekdal, Ronaldo Vieira e Defrel, alla fine è riuscita a mettere una pezza alle partenze di Viviano, Zapata e Torreira. Ma non è esattamente rafforzamento.

SASSUOLO: 5.5 – Solita girandola di scommesse, dove si attende l’esplosione di Di Francesco, ma certo si sentirà la mancanza di Politano e Acerbi. Interessante il rilancio di Prince Boateng.

SPAL: 5 – Negli elementi principali la squadra è rimasta invariata. Sarà anche arrivato Petagna, ma è soprattutto partito Meret non rimpiazzato, e l’anno scorso era valso la salvezza.

TORINO: 6.5 – Come salvare un calciomercato in 24 ore, letteralmente. Il doppio colpo Soriano-Zaza sul filo di lana cambia la prospettiva, anche se è difficile vedere il Torino andare oltre il 7° posto.

UDINESE: 4.5 – E’ entrato solo Mandragora di rilevante, per il resto una serie di scommesse, ma avendo perso giocatori rilevanti come Jankto, Perica e Adnan. Non un gran viatico per Velazquez, che già di suo potrebbe avere problemi di adattamento.

Scopri i  bonus scommesse di benvenuto che SNAI ha pensato per te!

Credits: Getty Images

(324)

Tancredi Palmeri Autore SNAI che tratta di calcio, con le quote presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI