JUVE-SALERNITANA, VAR AL RISPARMIO?

JUVE-SALERNITANA, VAR AL RISPARMIO?

JUVE-SALERNITANA, VAR AL RISPARMIO?

98
0

La partita di domenica sera tra Juventus e Salernitana, terminata 2-2, ha aperto una voragine sulla regolarità dell’intera Serie A. L’episodio incriminato è ovviamente il gol del 3-2 di Milik annullato per fuorigioco attivo di Bonucci, su segnalazione della Var. Tralasciando ogni discussione circa la dinamica sul difensore bianconero se giocasse, o meno, un ruolo attivo sul colpo di testa di Milik, tutti gli appassionati di calcio e non solo, si sono chiesti come sia stato possibile non vedere il buon Candreva vicino alla bandierina del calcio d’angolo che teneva in gioco il capitano bianconero. Due punti persi per la Juventus e uno guadagnato per la Salernitana, con la speranza che a maggio non saranno decisivi per la classifica.

La posizione di Candreva era facilmente valutabile se solo in sala Var avessero avuto i fotogrammi della telecamera necessaria per vederla in modo chiaro. L’Associazione Italiana Arbitri infatti, si è giustificata sostenendo che le immagini circolate poi sul web non erano a disposizione degli arbitri: le telecamere ad ampia visione erano solamente per fini statistici e numerici, non per la Var. Come questo sia possibile, lo spiega il risparmio. Ci sono tre diverse categorie di partite, e il numero di telecamere a disposizione della Var cambia a seconda del gruppo. Quelle più importanti vengono riprese da 18 telecamere, altre da 16 e quelle in terza fascia da 12. La partita dello Juventus Stadium era assegnata a quest’ultima. Un meccanismo che permette alla Lega di risparmiare dai 10 ai 20 mila euro a gara, ma che apre una crisi sulla regolarità del campionato.

Chi pagherà per questo errore incredibile? Risposta attesa per la fine della stagione, nel frattempo però, tutta la Serie A è nell’occhio del ciclone.

 

(Credits: Getty Images)

(98)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE