Juventus-Milan, favoriti i bianconeri

Juventus-Milan, favoriti i bianconeri

Juventus-Milan, favoriti i bianconeri

77
0

Torna in scena una classica del calcio italiano: Juve-Milan come finale di Coppa Italia.
Il modo in cui le due squadre sono arrivate a a questo importante appuntamento, celebrato anche dal Presidente della Repubblica Mattarella, il quale si è premurato con i giocatori di aiutare l’arbitro, nasce da due stagioni completamente diverse.
La Juventus si presenta con l’intenzione di raggiungere il secondo traguardo stagionale dopo aver già praticamente vinto lo scudetto. Al di là della Supercoppa persa con la Lazio a inizio stagione e dell’amarissima esclusione dalla Champions League contro il Real Madrid, per i bianconeri si tratta dell’ennesima stagione trionfale, destinata a perpetuarsi anche nei prossimi anni, senza troppi rivali.
Il Milan invece ci arriva dopo una stagione enormemente difficile. Più di 200 milioni spesi per la campagna acquisti e un finale di stagione senza nemmeno avere la certezza di poter giocare l’Europa League il prossimo anno. Si può parlare apertamente di fallimento importante considerando l’inedito esborso di inizio stagione.
È anche vero però che con l’arrivo di Gattuso le cose sono straordinariamente cambiate e le premesse per la prossima stagione sono decisamente migliori.

Con la conquista di questa coppa i rossoneri accederebbero direttamente all’Europa League, ma inevitabilmente i favoriti restano i bianconeri che SNAI quota a 1,80, contro il 3,45 per il pari (dunque tempi supplementari ed eventuali rigori) e 5,00 per il successo milanista.
Milan-Juventus andrà ai rigori, o almeno c’è da credere che andrà così anche questa volta. Le due rivali infatti si affrontano per la settima volta in una finale e per la quinta in una di Coppa Italia (la prima volta nel 1941-42) con esiti decisi nei 90 minuti ma nelle cinque occasioni in cui si è giocata la finale unica, tra Supercoppa, Champions league e la coppa nazionale, Juve e Milan non sono mai riuscite a prevalere nei tempi regolamentari. In ben quattro delle cinque finali si è andati ai calci di rigore e in una ai supplementari.
Nei precedenti di Coppa Italia la Juve è in vantaggio con tre sfide conquistate nel 1941/42, 1989/90 e 2015/16, mentre i rossoneri hanno vinto nel 1972/73.
La Juventus ha alzato il trofeo 12 volte nella storia, di cui le ultime tre edizioni.
Il Milan ha vinto la Coppa Italia 5 volte: nel 1966/67, 1971/72, 1972/73, 1976/77, 2002 e 2003.
Interessante il dato che le due finaliste siano arrivate a questa finale mantenendo inviolata la propria porta. È anche vero che la moderna Coppa Italia agevola le squadre di serie A arrivate tra le prime otto nel campionato precedente, permettendole di entrar in gioco dagli ottavi e giocando in casa. Tre partite e si è in finale, una formula comoda per le big e già criticata in precedenti occasioni.
La squadra di Allegri dovrebbe scendere in campo con un modulo 4-2-3-1 composto da Buffon; Cuadrado, Barzagli, Benatia, Asamoah; Khedira, Pjanic, Matuidi; Dybala, Douglas Costa, Higuain.
Gattuso invece risponde con un 4-3-3: Donnarumma; Calabria, Bonucci, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Locatelli, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhanoglu.
Il Milan oggi appare più in forma, la Juve stanca ma più forte, la conseguenza dovrebbe essere un match equilibrato, deciso sul filo dei dettagli, esattamente come tutte le finali del passato tra queste due squadre.

snai_buffon_donnarumma

(77)

Lapo De Carlo Giornalista, conduttore televisivo, radiofonico e conduttore di RMC Sport è anche esperto di conduzione e comunicazione. Collabora con la medesima ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI