LA SERIE C PROSEGUE NEL SEGNO DELL’IMBATTIBILE CATANZARO

LA SERIE C PROSEGUE NEL SEGNO DELL’IMBATTIBILE CATANZARO

LA SERIE C PROSEGUE NEL SEGNO DELL’IMBATTIBILE CATANZARO

148
0

La Serie C, tra sabato e lunedì, scenderà in campo per il 23esimo turno di Campionato. Proviamo a dare un’occhiata alla situazione dei tre gironi, con un Catanzaro sempre più da record.

 

GIRONE A

Continua a restare serratissima la classifica del Girone A, anzi, il pareggio del Pordenone capolista e della Pro Sesto, unito alle sconfitte di FeralpiSalò e Vicenza (seconda e terza), hanno ulteriormente compattato la situazione al vertice, permettendo a Lecco e Renate di avvicinarsi ancor di più alla testa della classifica.

I friulani sabato saranno impegnati in casa contro il Sangiuliano, in profonda crisi. La formazione milanese giunge alla trasferta contro i primi della classe dopo una serie di tre sconfitte ed un pareggio nelle ultime quattro partite, incassando ben 2 reti a partita. Un incontro dunque alla portata per i neroverdi, adatto per ritrovare familiarità con la vittoria sul prato di casa, dopo la battuta d’arresto dello scorso weekend con la Virtus Verona.

Chiamati a rispondere sono anche i ragazzi sulla riva del Garda; la FeralpiSalò, infatti, dovrà necessariamente riscattarsi dall’inaspettata sconfitta contro il Piacenza, penultimo in classifica. I tre punti persi non hanno irrimediabilmente compromesso la classifica dei lombardi che, però, sabato dovranno ritrovare il giusto stato di forma in trasferta contro la Pergolettese (15esima in classifica) che, nonostante le 5 sconfitte nelle ultime 6 gare, è riuscita due giornate fa a sconfiggere il Lecco per 4-2. Match, dunque, dall’esito non scontato, considerando anche l’ottimo rendimento della Pergolettese in casa, dove ha ottenuto ben 22 punti, seconda solo al Lecco.

Stessa condizione anche per il Vicenza, i lanerossi sabato scorso hanno lasciato 3 punti pesanti sul campo del Lecco, che ora hanno raggiunto i vicentini a quota 38 punti, solo due dalla vetta. I ragazzi di mister Modesto se la vedranno in casa contro l’Albinoleffe, in buono stato di forma e proveniente da due vittorie consecutive.

Secondo big-match consecutivo proprio per i lecchesi che affronteranno in trasferta la Pro Sesto, sesta in classifica a 36 punti. Il match si presenta molto equilibrato considerando il fattore casa e la mancanza di risultati della formazione di Sesto San Giovanni che da quattro partite non riesce a trovare la vittoria.

Il Renate, quinto in classifica a tre punti dalla vetta, affronterà in trasferta la Juventus Under23, che arriva da un periodo molto buio in cui ha ricavato un solo punto negli ultimi sei scontri, portato a casa proprio la scorsa settimana contro il Padova. Il Renate, viceversa, viene da tre vittorie ed un pareggio e l’ottima striscia ha consentito ai brianzoli di recuperare terreno dalla vetta. La gara dunque sembra essere indirizzata a favore delle Pantere, chissà se però l’ultimo pareggio della Juventus U23 possa essere un segnale di rinascita per i bianconeri.

 

GIRONE B

Nel Centro Nord prosegue lineare il cammino vincente della Reggiana, che domina in classifica a 5 punti dalla prima inseguitrice, il Cesena. La ventitreesima giornata dei Granata sarà segnata dallo scontro contro l’Alessandria, solo diciassettesimo in classifica. A ben vedere, però, i piemontesi sembrano in ripresa ed hanno raccolto 6 punti nelle ultime tre partite grazie a due vittorie, l’ultima delle quali contro il Gubbio, che ha iniziato in caduta libera il girone di ritorno. Ad ogni modo nettamente favoriti per il match restano gli emiliani, autori di 14 risultati utili consecutivi (9 vittorie e 4 pareggi).

Passando sulla Riviera, il Cesena affronterà in casa la Fermana. I romagnoli, così come i cugini dell’entroterra, si trovano in un ottimo momento e le cinque vittorie negli ultimi sei incontri lo dimostrano. I bianconeri vantano anche tra le propria fila il capocannoniere del girone, il friulano Simone Corazza, a quota 13 gol. Tuttavia, non è da sottovalutare la Fermana, che con tre vittorie ed un pareggio nelle ultime quattro partite sta tentando di ricongiungersi alla zona play-off. Segnaliamo, inoltre, che nel match di andata furono proprio i marchigiani a conquistare i tre punti.

Come terza forza del girone, a quota 42 punti, troviamo l’Entella, anch’essa in un ottimo momento di forma come dimostrano le tre vittorie consecutive portate a casa nel girone di ritorno. I biancocelesti non l’avranno, però, vinta facilmente domenica contro la Carrarese. I toscani, infatti, hanno perso due partite consecutive ed ora devono lottare per restare nell’orbita della zona play-off. Come per il match tra Cesena e Fermana, anche la Carrarese riuscì a sconfiggere i liguri nella gara d’andata. Vietato quindi abbassare la guardia.

Costretto a batter colpo è infine il Gubbio che domenica dovrà difendersi dall’Ancona, distante un solo punto dagli umbri e dunque motivato ad ultimare il sorpasso.

 

GIRONE C

Prosegue inarrestabile, nel Girone C, la marcia del Catanzaro di Mister Vivarini, che con 60 punti all’attivo, oltre ad essere la capolista, è anche finora l’unica squadra d’Europa ad essere imbattuta in campionato. Le Aquile del Sud domenica saranno impegnate al Ceravolo in un match non semplicissimo contro l’Audace Cerignola. La formazione pugliese si trova quarta in classifica e sta attraversando un buon momento di forma, che gli ha consentito di recuperare molti punti al Pescara, attualmente terzo ma in grave crisi. Tra Catanzaro e Pescara, distanziate dall’imbarazzante cifra di 21 punti, troviamo il Crotone, che con 54 punti sarebbe primo negli altri due gironi della Serie C. Le due calabresi, dunque, stanno facendo un altro mestiere in questa stagione, mantenendo entrambi ritmi elevatissimmi. I rossoblù domenica affronteranno in trasferta il Monterosi, vittorioso nell’ultima giornata contro la Juve Stabia. Un match alla portata se consideriamo la quindicesima piazza occuapata dagli avversari, ma per reggere il passo di questo magico Catanzaro non si potrà certamente abbassare la guardia, pena un irrimediabile addio alle speranze di promozione diretta.

Come già accennato, fase nera per il Pescara, che sembra essere stata tramortita dalla sconfitta del 27 novembre contro il Catanzaro. Da allora i Delfini hanno ottenuto una sola vittoria, ben sei sconfitte ed un pareggio. L’Adriatico spera domenica di ripoter gioire contro la Viterbese, attualmente penultima e seconda peggior difesa del girone. L’occasione pare essere propizia, sempre se la sconfitta di lunedì contro il Crotone non abbia infierito ancor di più sul morale della squadra.

 

(Credits: Getty Images)

(148)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE