Tra le prime della classe esulta solo l’Atalanta

Tra le prime della classe esulta solo l’Atalanta

Tra le prime della classe esulta solo l’Atalanta

57
0

In questa giornata di big match, l’unica squadra che guadagna punti importanti in vista della lotta finale per i posti in Champions League è l’Atalanta.
Le prime 8 posizioni rimangono dunque invariate ma con un bel balzo in avanti, da segnalare, da parte del Parma e del Milan, che agganciano il Cagliari a 31 punti.

Partiamo dall’ultima gara di giornata: il 2-1 del Napoli contro la Juventus al San Paolo. La formazione di Gattuso è riuscita non solo a ritrovare la vittoria, dopo 3 sconfitte di fila, ma a battere la capolista, che avrebbe allungato di altri 3 punti sulla punta, già distante 3 lunghezze. Grazie alla prestazione super dei suoi, i partenopei hanno travolto i bianconeri, guidati da un ispirato Lorenzo Insigne.

Chi invece non riesce a ritrovare la vittoria nel 2020 è l’Inter, che nel lunch match di domenica, non supera l’1-1 in casa contro il Cagliari. È il terzo 1-1 dopo quello con Lecce e Atalanta. Nel finale di gara gli animi si sono scaldati e una protesta troppo veemente è costata il rosso a Lautaro Martinez, che molto probabilmente salterà anche il Derby del 9 febbraio. Anche Conte rischia qualcosa dopo le proteste al termine della gara, direttamente rivolte verso il direttore di gara. La nota positiva in questo momento no è l’arrivo, stamattina, di Eriksen. Il centrocampista è arrivato al termine di una lunga trattativa partita in sordina nella prima metà di dicembre.

Lazio e Roma si fanno male a vicenda ma nessuna delle due riesce ad avere la meglio sull’avversaria. I punti di distacco rimangono 7, tutti a favore dei biancocelesti. La squadra di Fonseca riesce però nell’impresa di bloccare la storica cavalcata della Lazio, che fino a ieri aveva conquistato 11 vittorie di fila.

Chi invece fa il colpaccio è l’Atalanta, che supera il Torino 7-0 tra le mura granata. La formazione di Gasperini, nelle ultime 5 gare, ha siglato la bellezza di 19 gol, andando a posizionarsi come il migliore attacco della Serie A (ben 57 gol all’attivo in 21 match).

Bene anche il Milan che, con i 3 punti contro il Brescia, trova la terza vittoria di fila e l’ennesimo gol di Rebic, che sembra essere rinato dopo l’arrivo di Ibrahimovic nel reparto offensivo rossonero. La formazione di Pioli sembra aver trovato un suo gioco ma soprattutto una continuità di risultati che, fino ad oggi, sono mancati.

Nella parte bassa della classifica non ci sono grandi movimenti, con Brescia, Genoa e SPAL che si ritrovano a 15 punti; il Lecce, un punto sopra, dista 4 punti dalla Sampdoria, quintultima in classifica.

Il calciomercato riuscirà a ribaltare la classifica, in vista dello sprint finale?

(Credits: Getty Images)

(57)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI