Le quote SNAI della serata di Champions

Le quote SNAI della serata di Champions

Le quote SNAI della serata di Champions

1.19K
0

Mercoledì Champions al cardiopalma, con 2 italiane coinvolte (eravamo ormai disabituati) e vari scontri interessanti: addirittura 2 possibili finali al Parco dei Principi e allo stadio debuttante in Champions, lo scintillante Wanda Metropolitano.

JUVENTUS-OLYMPIAKOS – Greci consegnati mani e piedi alla Juventus dopo aver esonerato l’allenatore 2 giorni prima della partita. Quasi la miglior formazione per Allegri, tranne Sturaro terzino destro, una scelta che sottolinea l’errore marchiano di escludere Lichtsteiner dalla lista Champions. Ma dovrebbe essere comunque sufficiente per un Olympiakos che quel poco se lo gioca sul mismatch di velocità tra Emenike e Barzagli. Solletica l’1 con handicap di 2 gol, la Juve vincente con almeno tre gol di scarto a quota 1.95.

SPORTING-BARCELLONA – L’ambizioso Sporting di Jorge Jesus cerca sempre la via del calcio propositivo, ma è davvero troppo rivedibile dietro. Barcellona con la formazione migliore, al netto della presenza di Deloufeu in luogo dell’infortunato di lungo corso Dembelé. Troppo bassa la quota secca sul Barcellona, ottimo invece l’X Primo Tempo-2 Secondo Tempo con quota SNAI 4.50.

QARABAG-ROMA – Ci sono troppi trionfalismi per una trasferta che è accessibile ma assolutamente non semplice, come testimoniano i risultati in casa degli azeri in Europa. La Roma non vince nella coppa che conta da 2 anni, addirittura in trasferta da 7 anni! Comunque mezza squadra titolare in campo, ma le quote SNAI sulla vittoria giallorossa non rispecchiano le difficoltà. Molto meglio l’X con handicap, con Roma vincente di un gol a 3.60.

ATLETICO-CHELSEA – Poteva essere la casa di Simeone, il Chelsea. Invece il Cholo 2 anni fa decise che avrebbe portato l’Atletico fin nella nuova casa, e adesso dunque c’è un’altra tappa epocale nella sua storia colchonera, aprendo i cancelli del Wanda Metropolitano alla musichetta magica. E con una partita d’eccezione, e non solo esteticamente, perché non vincere vorrebbe quasi sicuramente voler dire finire secondi, il che influenzerebbe pesantemente le ambizioni europee dell’Atleti. Non vede l’ora Conte di dimostrare cosa vale in Europa, e questa è una di quelle partite per farlo. Ma sarà realista, e dunque mai commetterà un peccato di superbia per dimostrare superiorità e finire per farsi infilare dalla concretezza cholista. Però sicuramente spingerà il baricentro della squadra, del resto si ritrova una delle mediane migliori d’Europa per il misto tra qualità e sostanza. L’Atletico sentirà l’occasione, e per questo le motivazioni si triplicheranno. Questo potrebbe portare una inusitata frenesia per una squadra abituata a resistere a qualsiasi sollecitazione esterna. Per Simeone il 4-4-2 migliore possibile, con Griezmann impaziente di sgranocchiare le soffici pause di David Luiz; 3-4-3 per Conte, con ben 5 tra attaccanti e centrocampisti offensivi, ma il gioco si risolve nel mismatch tecnico a sinistra tra Hazard e Juanfran. La partita potrebbe aprirsi, ma ci vorrà del tempo: per questo X al Primo Tempo per le quote SNAI a 2.00.

PSG-BAYERN – Due anni fa il PSG dimostrò di essere vicino alla maturazione con il Real Madrid nella fase a gruppi (per poi buttarla in semifinale contro il Manchester City); l’anno scorso avvenne all’andata degli ottavi contro il Barcellona, prima di suicidarsi al ritorno. Adesso serve a capire se davvero come sembra è al livello delle top 3. Le baruffe Cavani-Neymar sono certo un bruttissimo segnale, ma nemmeno il Bayern se la passa bene, con polemiche intestine sconosciute da quelle parti da quasi una decina d’anni, ma sarà interessantissimo vedere cosa vorrà essere il PSG, perché per la prima volta dall’arrivo di Neymar si scontra con una capace di metterla sotto. Paradossalmente il pragmatismo che Emery ben conosce potrebbe diventare l’arma in più. Il Bayern ha perso qualche volta in Europa, ma molto raramente: addirittura non va sotto nel possesso palla da 6 anni, da quando Pandev lo castigò nei minuti di recupero per un epico 2-3 nel ritorno degli ottavi di finale contro l’Inter. E difficilmente andrà sotto nel menare il ritmo, perché il PSG per come è strutturato probabilmente proverà a innescare più le transizioni a folate di Neymar e Mbappé (e con Di Maria pronto a salire dalla panchina). Mentre Ancelotti è troppo scafato per farsi decrittare facilmente il titic-titoc, così chiederà più intensità da accompagnare con il pallone che viaggia. E se il gioco dovesse riuscire, il PSG rischierebbe. Francesi solo senza Pastore, per il resto formazione tipo. Ma dei tanti pericoli, il valore decisivo per Emery potrebbe essere quello che Ancelotti non ha più: il terzino destro che sale non solo a sovrapporsi ma proprio a fare il regista aggiunto, quello che possedeva Lahm e quello che apportato Dani Alves. Mentre Carletto ha i suoi problemi a fare la formazione: non tanto di disponibilità – anche se mancano Bernat ma soprattutto Neuer – quanto di scelte: stavolta in panchina ci finiscono Boateng, Tolisso, James e Mueller, per mettere Thiago Alcantara trequartista e Rudy mediano. Cosicché sembra che ancora una volta chi debba deciderla sia l’olandese volante, Robben sulla destra pronto a mischiare le indiscipline tattiche di Rabiot e Kurzawa. Forse il PSG non ha ancora la solidità psicologica necessaria per prendersi la partita, ma l’equilibrio è grande: SNAI quota i parigini vincenti a 1.95, il pareggio a 3.85, e la vittoria esterna a 3.55. Ma forse l’opzione migliore è la X al primo tempo a 2.45.

ANDERLECHT-CELTIC – Fuori le terze: chi vince questa, ha il 51% di possibilità di andare a dicembre in Europa League dal gruppo di Bayern e PSG. Hanno entrambe preso un sacco e una sporta di gol nella prima giornata. Se le daranno – anche se all’Anderlecht manca il fondamentale Sven Kums: belgi favoriti in quota, ma meglio scegliere il Gol per SNAI a quota 1.60.

CSKA MOSCA-MANCHESTER UNITED – Partita rognosa, e del resto il Cska è un animale da Champions, senza picchi e senza abissi. Sei assenti per Mourinho, di cui 4 titolari, ma chi c’è dovrebbe essere sufficiente. Il 2, quota SNAI 1.65, dovrebbe già essere soverchio all’occasione.

BASILEA-BENFICA – Con la vittoria contro il Cska nella prima giornata, i portoghesi sanno che vincere anche in Svizzera vorrebbe dire secondo posto sicuro. È un 4-4-2 al completo per Rui Vitoria, ma il 4-3-3 del Basilea per quanto non irresistibile tuttavia in casa non è peregrino, anche se alla fine è riuscito a raccogliere solo 1 vittoria nelle ultime 7 in casa in Champions. Ottimo il 2 con quota SNAI 2.30, o altrimenti opzione di sicurezza il Gol a 1.70.

(Credits: Getty Images)

(1187)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI