LIGA REAL SOCIEDAD-BARCELLONA: XAVI LANCIA LA VOLATA PER IL SECONDO POSTO

LIGA REAL SOCIEDAD-BARCELLONA: XAVI LANCIA LA VOLATA PER IL SECONDO POSTO

LIGA REAL SOCIEDAD-BARCELLONA: XAVI LANCIA LA VOLATA PER IL SECONDO POSTO

149
0

Due sconfitte dopo 15 risultati utili hanno ribaltato l’universo intorno al Barça. Che una settimana fa sognava addirittura di andare a riprendere il Real Madrid, forte di un calendario che le avrebbe consentito di giocare due gare in più dei madrileni da qui alla fine del torneo e invogliati dalla prospettiva di avere a che fare con un turno favorevole.

Invece i pianeti hanno deciso di non allinearsi, almeno non sopra la Catalogna, il che ha fatto tutta la differenza del mondo perché ha spedito i bluagrana, se non all’inferno, quantomeno in purgatorio. Così anche la trasferta dell’Anoeta di San Sebastian rischia di rivelarsi alla stregua di uno spartiacque nella stagione degli uomini di Xavi, ormai senza più obiettivi all’infuori della conquista di un posto per prendere parte alla prossima Champions League.

Lo stesso proposito che avrebbe la Real Sociedad, che è imbattuta da cinque giornate (11 punti a referto) e che con una vittoria tornerebbe prepotentemente in corsa per un piazzamento tra le prime quattro di Spagna, scavalcando il Betis al quinto posto e portandosi a due soli punti dal quarto, seppur con una gara in più rispetto a Siviglia e Barcellona. Una missione complicata per la Errela, che pure sa di giocarsi molte delle sue carte proprio nello scontro diretto contro la compagine catalana.

UN SOLO OBIETTIVO: UN POSTO PER LA CHAMPIONS 2022-23

Galatasaray e Cadice hanno sensibilmente ridimensionato le mire espansionistiche del Barça. Due sconfitte difficili da mandar giù che sono costate l’eliminazione dall’Europa League (unica competizione continentale che manca nella bacheca del club) e la fine dei sogni di rimonta al primo posto in campionato, che pure sarebbero stati oggettivamente difficili da poter essere realizzati.

Da San Sebastian parte allora la rincorsa alla “sicurezza” di avere un posto Champions nella stagione che verrà: la concorrenza non manca ma è ammaccata, con l’Atletico del “Cholo” Simeone che ha perso qualche giro di giostra e le due formazioni di Siviglia a loro volta in frenata. Il secondo posto diventa un obiettivo reale: basterebbe già vincere stasera per mettere la fretta sui colchoneros e mettere un altro mattone pesante sulla via che conduce al traguardo. Cosa di cui Xavi è perfettamente consapevole:

Quando sono stato chiamato alla guida del Barça mi è stata chiesta una sola cosa, cioè di puntare a centrare un piazzamento tra le prime quattro. E vincendo all’Anoeta, gara che per  l’importanza che riveste varrebbe non tre, ma 6 punti, faremmo un gran bel balzo in avanti. Contro il Cadice abbiamo perso perché abbiamo mancato troppe opportunità da rete, ma le abbiamo analizzate tutte e mi auguro che i ragazzi abbiano compreso la lezione. Siamo concentrati sull’unico obiettivo che c’è rimasto, cioè la conquista del secondo posto, e non dovremo cambiare nulla di noi stessi per inseguirlo. Non stiamo vivendo una settimana facile, ma abbiamo l’occasione per rimetterci in moto e dimenticarci di queste due brutte sconfitte.

BUSQUETS NELLA STORIA: DA STASERA SUL PODIO DEGLI IMMORTALI

Imanol Alguacil sa perfettamente che stasera la posta in palio vale doppio, specie per i suoi ragazzi che hanno bisogno di un risultato pieno per rimettersi in corsa per uno dei primi quattro posti.

Quando giochi questo tipo di partite sai che dovrai dare fondo a tutte le tue risorse. Con Xavi il Barça ha cambiato pelle: è tornato a fare molto possesso palla, gioca con le ali molto larghe e tende a valorizzare gli inserimenti delle sue mezzali. È una squadra che ha vinto 10 delle ultime 13 partite nella Liga e che, al netto delle due sconfitte recenti, resta una squadra di grande qualità e valore. Mi auguro che il pubblico dell’Anoeta possa far sentire la sua voce: in queste gare ogni dettaglio può fare la differenza. Dovremo essere bravi in fase difensiva, ma dovremo cercare di pressare bene già con i nostri attaccanti, cercando di contrastare efficacemente la loro costruzione dal basso.

Alla Real Sociedad mancherà David Silva, che dovrà scontare un turno di squalifica: Alguacil potrebbe optare per un cambio tattico (dal 4-4-2 a 4-3-1-2) inserendo uno tra Januzaj e Cristian Portu dietro al tandem composto da Isak e Sorloth (manca ormai da diverso tempo anche bomber Oyarzabal). Nel Barça si rivede la coppia di centrali di difesa titolare, con Araujo al rientro dalla squalifica e Pique che dopo le turbolenze legate a presunte commissioni incassate per far disputare la Supercoppa in Arabia Saudita (il giocatore ha detto di aver fatto da mediatore tra le delegazioni mediorientali e la federazione spagnola, ma senza aver percepito un solo euro) vuol tornare unicamente a pensare alle questioni di campo.

Dopo un turno di riposo per via di un problema alla caviglia tornerà disponibile anche Dani Alves, mentre in avanti sarà Aubameyang a guidare il reparto, con Dembelè e Ferran Torres ai suoi lati. Per Busquets presenza numero 675 in maglia blaugrana: solo Messi (778) e Xavi (767) lo precedono in questa speciale classifica all time. Assenti Pedri, Ansu Fati, Umtiti e Sergi Roberto.

REAL SOCIEDAD-BARCELLONA, LE PROBABILI FORMAZIONI

REAL SOCIEDAD (4-3-1-2): Remiro; Zaldua, Zubeldia, Le Normand, Rico; Rafinha, Zubimendi, Merino; Januzaj; Isak, Sorloth. All.: Alguacil.

BARCELLONA (4-3-3): Ter Stegen; Dani Alves, Araujo, Piquè, Jordi Alba; F. De Jong, Busquets, Gavi; Dembelè, Aubameyang, Ferran Torres. All.: Xavi.

ARBITRO: Del Cerro Grande.

(Ctedits: Getty Images)

(149)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE