LIGUE 1 LIONE-OLYMPIQUE MARSIGLIA: UN RECUPERO PER SVOLTARE LA STAGIONE

LIGUE 1 LIONE-OLYMPIQUE MARSIGLIA: UN RECUPERO PER SVOLTARE LA STAGIONE

LIGUE 1 LIONE-OLYMPIQUE MARSIGLIA: UN RECUPERO PER SVOLTARE LA STAGIONE

200
0

Due mesi e mezzo fa la Ligue 1 diede al mondo un saggio di inciviltà che ancora oggi, al solo pensiero, fa star male chi ama il calcio e crede ancora in certi valori. Perché la bottiglietta che colpì alla testa Dimitri Payet, giocatore dell’Olympique Marsiglia intento a battere un calcio d’angolo sotto la curva occupata dai sostenitori del Lione, fece ripiombare nuovamente il calcio d’Oltralpe in un incubo, peraltro vissuto dallo stesso Payet giusto tre mesi prima.

Perché evidentemente il nativo di Saint-Pierre Riunione con le bottigliette d’acqua deve avere un conto aperto: il 22 agosto, quando i tifosi del Nizza lo presero di mira con un fitto lancio di oggetti proprio mentre stava per accingersi a battere un corner, reagì in malo modo, prendendo una bottiglietta e lanciandola a sua volta verso i tifosi, che a quel punto decisero addirittura di abbattere le transenne ed entrare in campo, obbligando l’arbitro e i giocatori a rientrare di corsa negli spogliatoi.

A Lione, quella sera, la situazione non arrivò a degenerare in tal senso, ma il risultato fu lo stesso: Payet e il Marsiglia fecero subito ritorno negli spogliatoi, e quando un’ora più tardi l’arbitro richiamò le due squadre in campo (su invito della Prefettura locale), i marsigliesi si rifiutarono di farlo. Alla fine il direttore di gara, capita l’antifona, prese la decisione più ovvia, rimandando definitivamente l’incontro a data da destinarsi. Appunto stasera. E con Payet in campo.

OM, L’OCCASIONE PER TORNARE SECONDO

Il tifoso che gli lanciò la bottiglietta, immediatamente individuato dalle telecamere di sicurezza, stasera al Groupama Stadium non troverà posto. È stato infatti bannato dagli stadi per 5 anni, oltre a ricevere una sanzione di 6 mesi di reclusione (pena sospesa). Ma oltre a lui, sugli spalti non ci sarà ombra viva di spettatore: la gara si disputerà a porte chiuse, evidentemente perché la paura che possa accadere di nuovo qualcosa è troppo grande e la prudenza non è mai troppa.

E il Marsiglia arriva alla sfida forte della rocambolesca qualificazione ottenuta sabato scorso in Coppa di Francia, quando contro il Montpellier ci sono voluti i rigori per consentire all’OM di accedere al turno successivo (dove li attende il Nizza, l’altra squadra coinvolta nelle vicende Payet-bottigliette d’acqua in stagione).

In campionato l’undici di Jorge Sampaoli è imbattuto da cinque giornate, ma non è mai riuscito a collezionare due vittorie di fila: in teoria quella di Lione dovrebbe essere una gara da x, anche se la squadra ha dimostrato di attraversa un discreto momento di forma e può vantare la miglior difesa della Ligue 1 con appena 14 reti subite. Tolto de la Fuente, out per infortunio, non saranno della gara Gerson, Papa Gueye e Dieng, impegnati con le rispettive nazionali tra qualificazioni mondiali e Coppa d’Africa.

EMERGENZA LIONE: OUT ANCHE PAQUETA

Il Lione sta vivendo una stagione un po’ complicata, costretto a rimontare nella parte sinistra della classifica per riuscire almeno ad agguantare un piazzamento buono per accedere alle prossime coppe europee. Ma tra infortuni e problemi di varia natura, le cose per Peter Bosz non sono mai state facili: anche stasera contro l’OM dovrà fare a meno di pedine chiave come il brasiliano Lucas Paqueta (è in nazionale), Toko-Ekambi (in Coppa d’Africa), gli infortunati Aouar e Denayer, più i lungodegenti Reine-Adelaide e Pintor.

Non saranno della gara neppure gli squalificati Da Silva e Kadewere, così come Moussà Dembele che attende ancora di negativizzarsi dopo la recente positività al Covid. Da valutare infine la situazione degli ultimi due arrivati, vale a dire Romain Faivre dal Brest e Tanguy Ndombele dal Tottenham. Una situazione di sostanziale emergenza, che pure fa il paio con l’andamento recente in Ligue 1 che ha visto il Lione infilare una striscia di 6 risultati utili di fila, con le recenti due vittorie contro Troyes e Saint-Etienne che hanno contribuito a far risalire in fretta la china anche in classifica.

Battere l’OM significherebbe fare un ulteriore step e agganciare Rennes e Montpellier al quinto posto, a una sola lunghezza dal quarto occupato dallo Strasburgo e a 6 dal Marsiglia, attualmente terzo con due lunghezze di ritardo dal Nizza. Ma proprio un’eventuale vittoria degli uomini di Sampaoli consentirebbe loro di effettuare il sorpasso al secondo posto, piazzamento che consentirebbe a fine stagione di evitare il play-off per accedere alla fase a gironi di Champions. A conti fatti, partita da tripla.

LIONE-OLYMPIQUE MARSIGLIA, LE PROBABILI FORMAZIONI

LIONE (3-4-1-2): Lopes; Mendes, Boateng, Lukeba; Dubois, Keita, Caqueret, Henrique; Shaqiri; Cherki, Slimani. All.: Posz.

OLYMPIQUE MARSIGLIA (4-2-3-1): Pau Lopez; Lirola, Saliba, Caleta-Car, Peres; Kamara, Guendouzi; Under, Payet, Henrique; Bakambu. All.: Sampaoli.

ARBITRO: Bastien.

(Credits: Getty Image)

(200)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE