MotoGP Aragon: derby iberico Marquez-Lorenzo?

MotoGP Aragon: derby iberico Marquez-Lorenzo?

MotoGP Aragon: derby iberico Marquez-Lorenzo?

20
0

Quattordicesima tappa del Motomondiale 2018. Nonostante la tripletta Ducati fra Repubblica Ceca, Austria e San Marino, Marc Marquez è sempre saldamente in testa alla classifica e nel weekend parte favorito a braccetto con Lorenzo nel GP di Aragona. Scoprite con me tutto quello che c’è da sapere sul fine settimana della MotoGP.

COSI’ A MISANO – Due settimana fa il sole della riviera Adriatica ha illuminato un weekend di festa, un po’ folle come del resto lo sono i romagnoli. Dopo delle qualifiche splendide, tutti si attendevano un Lorenzo dominatore e invece la perla l’ha messa a segno Dovizioso che partito quarto ha preso in fretta la testa della corsa e non l’ha più mollata. Dietro Rossi ha arrancato per tutta la gara finendo settimo. All’ultimo giro il colpo di scena che non ti aspetti: Lorenzo va largo e cade sulla ghiaia lasciando secondo e terzo posto sul podio a Marquez e Crutchlow. In classifica piloti il cabroncito domina con 221 punti seguito dal Dovi a 154, da Rossi a 151 e da Lorenzo a 130.

ALBO D’ORO E CARATTERISTICHE GP ARAGON – Si corre ad Alcaniz in una zona desertica dell’Aragona ben distante dai principali centri urbani. Questo GP è il terzo in ordine di calendario dei 4 in terra spagnola previsti in stagione. Nella storia del motomondiale, Aragon è senza dubbio una gran premio giovane visto che è nato solo nel 2010 in piena era Stoner. L’australiano ha vinto le prime due edizioni per poi lasciare il testimone all’esercito spagnolo che qui vince consecutivamente dal 2012: una volta Pedrosa, due Lorenzo e tre Maquez. Tracciato abbastanza tecnico con alcune staccatone davvero provanti per i piloti mentre in generale l’impianto frenante non è sollecitato tantissimo come in altri circuiti. Il caldo ovviamente può fare la differenza per le gomme: domenica all’ora della gara sono previsti circa 32°/34° C.

PARLA DOVI – Partito a handicap nella prima parte di stagione, il forlivese sa bene che ormai la lotta al titolo è solo un’utopia. Ma chiudere bene questo ultimo terzo di annata sarà fondamentale per la il 2019, come ha affermato appunto Dovi alla stampa: “Arriviamo qui con tanta fiducia, siamo stati molto veloci a Misano e siamo andati bene pure nei test fatti qui dove abbiamo con un feeling migliore dell’anno scorso. Adesso siamo rapidi fin dalle prime uscite in pista e vuol dire che la base della moto è migliore: non abbiamo mai mollato in stagione, ma a metà annata abbiamo capito che c’erano degli aspetti da cambiare e il miglioramento di tanti dettagli ha prodotto i recenti risultati. Ho poche chance contro Marc, ci siamo concentrati molto sulla soluzione dei problemi e la moto è infatti migliorata molto. È importante arrivare almeno al secondo posto, siamo in lotta con Vale e Jorge e non sarà facile, ma soprattutto conta lavorare bene ora perché tutto quello di buono che otteniamo adesso ce lo troveremo pure nella prossima stagione. Diciamo che usiamo questo periodo per crescere a arrivare a un livello massimo per sfidarli nel 2019”.

IL CASO FENATI – Dopo le scuse e il pentimento del pilota ascolano dopo il folle gesto di tirare il freno anteriore di Manzi lungo il rettilineo di Misano, la polemica non scema. Sono pochi i piloti che si sono schierati a favore di un pronto rientro in pista di Fenati. Crutchlow è stato il più duro di tutti visto che ha apertamente dichiarato di non credere al suo pentimento. Rossi, Dovi e Marquez sono d’accordo sullo stop fino a fine anno quello che in pratica vuole la FIM a differenza della più morbida squalifica di sole due corse chiesta dalla Dorna. Staremo a vedere quello che succederà.

Quote SNAI vincente MotoGP Aragon:: Lorenzo e Marquez 2,50 – Dovizioso 4,50 – Vinales 10 – Rossi 15 – Pedrosa 20 – Cructhlow 25 – Zarzo 33 – Petrucci e Rins 50 – altri piloti in lista tutti oltre quota 75.

 

Gioca sempre responsabilmente. 

Credits: Getty Images

(20)

Marco Perciabosco Nato a Milano e per questo indottrinato fin dalla nascita da mio padre alla "malattia" per Inter e Olimpia. La passione e l'amore per il football amer... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI