Qualificazioni Mondiali, la 5^ giornata

Qualificazioni Mondiali, la 5^ giornata

Qualificazioni Mondiali, la 5^ giornata

287
0

Dopo la lunga pausa invernale, tornano le gare di qualificazione ai Mondiali di Russia 2018. La Turchia riceve la Finlandia e può staccarla tenendo il passo di Ucraina ed Islanda nel Gruppo I governato dalla Croazia. Il Belgio può consolidare la leadership del Gruppo H ricevendo la Grecia seconda a -2. La Scozia prova a risollevarsi (è penultima) nel Gruppo F ricevendo la Slovenia seconda. Nel Gruppo E Romania e Danimarca si danno battaglia per attaccare il secondo posto. Un occhio di riguardo per l’Italia che riceve l’Albania. Le quote della 5^ giornata di cinque incontri spalmati nel weekend.

TURCHIA-FINLANDIA (venerdì 24, ore 18:00)
L’avventura di Markku Kanerva alla guida delle Huuhkajat (i gufi reali, come vengono chiamati i nazionali finnici) comincia dall’Antalya Stadyumu contro la Turchia. Ex-nazionale (59 presenze), Kanerva torna sul posto occupato ad interim nel 2011 e nel 2015 rilevando la disastrosa gestione dello svedese Hans Backe: 0 vittorie in 11 partite. In verità, a gennaio, in un incontro fuori dalle consuete finestre delle nazionali, Kanerva ha esordito battendo il Marocco. Cominciare a fare sul serio contro una vecchia volpe come Fatih Terim non sarà certamente il più agevole dei compiti possibili, ma per la Finlandia che ha pareggiato persino col Kosovo (primo punto di sempre per i kosovari!) non sembrano esistere avversari abbordabili in questo gruppo guidato dalla Croazia. Se per gli ospiti qualsiasi discorso qualificazione è proibito, la Turchia ha sempre il dovere di provarci nonostante i precedenti (12) siano a loro sfavore (5 vittorie finlandesi contro 3 turche). Puntiamo sulla quota SNAI risultato esatto al Primo Tempo 1-0 a 3.15.

ITALIA-ALBANIA (venerdì 24, ore 20:45)
Il match con i vicini albanesi si spoglia degli usuali connotati amichevoli per diventare una partita da 3 punti. È infatti la prima volta che le due nazioni si affrontano con qualcosa in palio. Ventura ne è cosciente e si aspetta una motivazione extra dalla nazionale delle aquile: “sarà un match storico per loro, essendo la prima partita ufficiale,” ha detto il cittì Azzurro in conferenza stampa presentando la partita ospitata dal Barbera di Palermo, sempre molto ‘caldo’ con i colori nazionali “so che i tifosi albanesi seguono la squadra in massa.” Atmosfera quasi da derby sugli spalti palermitani con i tifosi locali vogliosi di bel calcio e risultati dopo i bocconi amari ingoiati a weekend alterni con i Rosanero. C’è la possibilità di ri-ammirare ‘il gallo’ Belotti, di casa in città. Gli ingredienti per una serata godibile ci sono tutti, inclusa la giovane età media della rosa azzurra di cui fa parte il portiere della SPAL Meret. I precedenti al Barbera d’altronde sono di ottimo auspicio: 11 vittorie in 13 incontri disputati all’ombra del Monte Pellegrino con l’unico neo della sconfitta per mano croata nel lontano 1994. Gli ultimi 5 incontri nell’impianto siciliano sono finiti tutti con la vittoria Azzurra. L’Italia cerca di difendere il record perenne di imbattibilità in casa nelle qualifiche mondiali: dal 1934 al 2013, 43 vittorie in 50 incontri e 7 pareggi. L’Albania sogna il colpo grosso che i quotisti SNAI danno a 16.00! “È una partita da giocare,” ha detto De Biasi, realista sulle chances di qualificazione dopo la sconfitta interna con Israele “cercheremo di non fare errori e sfruttare le poche occasioni che la squadra di Ventura, forse, ci concederà. L’altra volta era un’amichevole, stavolta vale qualcosa: è una partita che mi da qualche emozione in più ovviamente.” Il tecnico veneto deve barcamenarsi tra squalificati, infortunati e giocatori che fanno fatica ad essere titolari nei club di appartenenza. Non è l’entusiasmante Albania di Euro 2016 e De Biasi lo ammette senza nascondersi. Noi puntiamo sulla quota SNAI in combobet, 1 con Over 2,5 a 2.05.

BELGIO-GRECIA (sabato 25, ore 20:45)
Partita che ha il sapore di decidere qualcosa all’interno del Gruppo H comandato dai padroni di casa (12 punti) seguiti dagli ospiti (10). Entrambe le squadre non hanno ancora perso e negli scontri diretti (7) sono gli ellenici ad essere leggermente in vantaggio (3 vittorie a 2). Il Belgio si ritrova allo Stadio Re Baldovino dopo la grande abbuffata di reti del novembre scorso quando la povera Estonia venne malmenata con il contributo speciale di un Mertens agli albori della sua migliore stagione di sempre. Il folletto di Leuven non mancherà l’appuntamento col goal visto che con il Napoli è andato a segno 4 volte nelle ultime 3 giornate. Se i Diavoli Rossi sono in giornata, per la Grecia potrebbe farsi notte fonda già nel primo tempo nonostante la ritrovata solidità difensiva (2 reti subite in 4 partite). Come poter reggere l’urto delle 21 reti messe a segno dai padroni di casa? Puntiamo sulla quota SNAI Squadra 1 Vince i 2 Tempi Si a 2.65.

SCOZIA-SLOVENIA (domenica 26, ore 20:45)
Deludente, il cammino scozzese sinora: l’unica prevedibile (e larga) vittoria, è arrivata con la cenerentola del girone, Malta (1-5). Strachan si affida a volti nuovi per la partita contro la Slovenia, chiamando per la prima volta Stuart Armstrong del Celtic, Ryan Fraser del Bournemouth e Tom Cairney del Fulham. Armstrong, 24enne centrocampista di Inverness, si è guadagnato la chiamata in nazionale maggiore grazie alle 11 reti messe a segno con il Celtic nella Scottish Premiership. La critica in patria è poco tenera con il cittì che in quattro anni ha portato quasi nessun miglioramento costringendo la Tartan Army a vedersi gli europei di Francia in tivù mentre il resto delle Isole Britanniche, Galles in testa, partecipava attivamente. L’impressione è che la partita contro la Slovenia di Katanec possa essere un ultimo treno per la leggenda dell’Aberdeen nonostante il suo contratto scada a fine anno quando l’operazione Russia 2018 sarà completata. Strachan ne è consapevole: “ci serve solo la vittoria,” ha detto presentando i convocati prima dell’amichevole con il Canada di ieri pareggiata 1-1 “e credo che tutti, giocatori e tifosi, non vedano l’ora di misurarsi con questa sfida: scendere in campo in una partita che puoi solo vincere.” L’1 è dato a 2.40 dai quotisti SNAI, mentre il 2 è a 3.20. Noi puntiamo sulla quota SNAI dell’X a 3.00

ROMANIA-DANIMARCA (domenica 26, ore 20:45)
Con il Montenegro che riceve la Polonia, per Romania e Danimarca si presenta la ghiotta occasione di provare a sbalzare i balcanici dal secondo posto del Gruppo E. Sotto questo punto di vista, un pareggio servirebbe poco ad entrambe le squadre ma avvantaggerebbe la potenziale fuga polacca verso Russia 2018. Precedenti alla mano, Romania e Danimarca se le sono date in misura quasi uguale alla meglio di 11 incontri: 5 vittorie danesi e 4 rumene anche se il saldo dei goal sorride agli scandinavi, 24 a 18. Ad entrambe manca una vittoria: alla Romania negli ultimi 4 incontri casalinghi di qualificazione, alla Danimarca negli ultimi 4 in trasferta. L’ultima sfida in terra rumena risale al 2003, 5-2 a Bucharest in una gara di qualificazione ad Euro 2004. Ghiotta la quota SNAI del Gol a 2.00.

TURCHIA-FINLANDIA (Ris. Esatto PT 1-0 – 3.15)
ITALIA-ALBANIA (1+O2,5 – 2.05)
BELGIO-GRECIA (SQ 1 Vince i 2 Tempi SI – 2.65)
SCOZIA-SLOVENIA (X – 3.00)
ROMANIA-DANIMARCA (Gol – 2.00)

Scommessa 10€ – Possibile vincita 1026.74€

 

(Credits: La Presse)

(287)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI