Pioli ritrova la medaglia e si tatua lo scudetto

Pioli ritrova la medaglia e si tatua lo scudetto

Pioli ritrova la medaglia e si tatua lo scudetto

187
0

Tra le tante storie riguardi la vittoria del Milan nel campionato di Seria A 2021/2022, ce n’è una che più di altre merita di essere raccontata. È una narrazione che inizia con un fatto increscioso per poi arrivare a un lieto fine fatto di solidarietà e valori, quelli veri, che ci si porta dentro in silenzio senza essere esibiti al mondo intero.

Il protagonista è Stefano Pioli, il condottiero dei rossoneri che, sul campo del Sassuolo e dopo pochi minuti dalla premiazione, è stato privato della sua medaglia da campione, l’oggetto che più di tutti certifica l’impresa appena realizzata. Il gesto ha fatto il giro del mondo così come l’appello dello stesso allenatore per ottenerne la restituzione.

I primi a mobilitarsi sono gli esponenti della Lega che rassicurano Pioli, impegnandosi in una nuova consegna. Consegna che non sarà necessaria perché il giorno dopo tre ragazzi si presentano davanti ai militari del nucleo investigativo di Reggio Emilia con il cimelio rinvenuto fuori dagli spogliatoi dello stadio.

Le indagini sono tutt’ora in corso e presto si arriverà al responsabile, dato che il ladro ha voluto fare sfoggio della refurtiva nelle proprie storie di Instagram. E il lieto fine ha permesso a mister Pioli di archiviare il fatto e potersi dedicare alla serie di festeggiamenti conseguenti alla vittoria del 19esimo titolo. Una delle modalità scelte dall’allenatore è stata quella di recarsi presso il proprio tatuatore di fiducia per rendere lo scudetto indelebile e inappetibile ai malintenzionati.

Di atleti e addetti del settore che nella propria carriera hanno avuto la fortuna di poter tatuare un trofeo conquistato ce ne sono diversi, ma questo caso è per certi versi differenti. L’allenatore, per mostrare il braccio con la sua nuova opera, ha rivelato due tattoo che dicono molto sulla persona: uno dedicato al padre che ha ricordato commosso nelle interviste post partita, l’altro che ricorda Davide Astori, il capitano della Fiorentina venuto a mancare nel 2018 quando lui sedeva su quella panchina.

 

(Credits: Getty Images)

(187)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE