PREMIER ARSENAL-MANCHESTER UNITED SPAREGGIO CHAMPIONS

PREMIER ARSENAL-MANCHESTER UNITED SPAREGGIO CHAMPIONS

PREMIER ARSENAL-MANCHESTER UNITED SPAREGGIO CHAMPIONS

311
0

Arsenal-Manchester United un tempo era quello che oggi è Liverpool-Manchester City, cioè la sfida tra le due squadre più forti d’Inghilterra. Un tempo neanche troppo lontano a dire il vero: tra il 1996 e il 2004 hanno vinto solo loro, spesso arrivando una prima e l’altra seconda. La gara di domani, sabato 23 aprile, in programma alle ore 13.30, resta un big match ma in tono minore, perché somiglia più che altro a uno spareggio per la Champions, anzi, a un turno preliminare, perché c’è la possibilità, neppure troppo remota, che alla fine nessuna delle due l’anno prossimo partecipi alla principale competizione europea.

ARSENAL-MANCHESTER UNITED LUNCH MATCH DA DENTRO O FUORI

Chi si ferma è perduto, insomma. L’Arsenal è quarto a pari merito con il Tottenham a quota 57 punti, con una differenza reti nettamente inferiore, a cinque giornate dal termine e con una gara da recuperare (esattamente come gli Spurs). Il Manchester United è sesto con tre punti di ritardo e una partita in più dei due club che lo precedono. In sintesi, somiglia all’ultima spiaggia per i Red Devils, già fuori da tutte le altre competizioni, Champions compresa.

ARSENAL-MANCHESTER UNITED, GUNNERS DI NUOVO AL TOP

L’Arsenal rischiava di presentarsi in condizioni ancora peggiori a quest’appuntamento cruciale e invece il 4-2 a Stamford Bridge contro il Chelsea ha ridato slancio alle sue ambizioni. Prima del colpaccio nel derby, i Gunners avevano perso tre partite consecutive contro Crystal Palace, Brighton e Southampton, non esattamente il gotha del calcio inglese, peccando proprio laddove erano parsi impeccabili nel corso della stagione, contro le medio-piccole. Al contrario, quando l’asticella si è alzata, spesso l’Arsenal è andato in difficoltà, così il successo di mercoledì è arrivato a sorpresa, con il giovanissimo Eddie Nketiah, fino a quel momento a secco in campionato, autore di una doppietta.

ARSENAL-MANCHESTER UNITED, RED DEVILS GIÙ DI MORALE

Il Manchester United si presenta all’Emirates deluso e frastornato. Martedì è stato travolto dal Liverpool, che l’ha battuto 4-0 rifilandogli la terza sconfitta consecutiva in trasferta in campionato dopo quelle contro Manchester City ed Everton. Il rischio di subire un’altra batosta da un’altra rivale storica è enorme, anche se Rangnick dovrebbe riavere a disposizione Cristiano Ronaldo, devastato dalla tragedia familiare che ha visto morire uno dei due gemelli durante il parto della moglie Georgina.

ARSENAL-MANCHESTER UNITED, LE PROBABILI FORMAZIONI

Arsenal (4-2-3-1): Ramsdale; White, Holding, Gabriel, Tavares; Xhaka, Elneny; Saka, Odegaard, Smith Rowe; Nketiah. Allenatore: Arteta.

Manchester United (4-2-3-1): De Gea; Wan-Bissaka, Varane, Lindelof, Telles; Matic, McTominay; Elanga, Fernandes, Sancho; Ronaldo

(Credit: Getty Images)

(311)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE