Premier League: Chef Sarri e il veleno di Klopp

Premier League: Chef Sarri e il veleno di Klopp

Premier League: Chef Sarri e il veleno di Klopp

168
0

In mezzo alle partite la settimana calcistica ha fornito anche un antipasto – per carità, da chef Michelin a tre stelle: Chelsea-Liverpool che si gioca sabato alle 18.45 arriva dopo soli 3 giorni dall’eliminazione dei Reds contro i Blues in Coppa di Lega – una competizione che vale meno di niente, è vero, ma intanto la squadra di Sarri ha sbancato Anfield e soprattutto l’ha fatto grazie a uno spettacolare goal di Hazard, che seminando mezza squadra ha già lanciato la sua candidatura per il prossimo Puskas Award.

CHELSEA-LIVERPOOL – Ovviamente però questa è differente. E paradossalmente può contare di più di un’eliminazione diretta. Perché il Liverpool è partito sparato, 6 vittorie su 6, e lanciando una delle sue candidature più credibili a conquistare quel titolo di Premier che gli manca da 30 anni tondi, un’infinità. Ma non è soltanto il primato a punteggio pieno: è la maturità del gioco di Klopp, unito alla consapevolezza di una squadra arrivata a 45 minuti dal titolo europeo. E’ spettacolare vedere Sarri contro Klopp, il montare della mareggiata contro l’impeto della tempesta, e il Chelsea dovrà guardarsi dal non farsi sedurre dai facili trionfalismi dopo l’impresa di Coppa di Lega.

CHE PARTITA SARÀ – Il problema del gioco sarriano è il rischio di farsi irretire in uno sterile tentativo organizzativo che venga sfaldato dai tuoni d’attacco kloppiani. Però a Londra c’è a disposizione di Sarri una fisicità dal centrocampo in su molto più d’impatto rispetto a quella di cui poteva disporre a Napoli, dunque capace di non farsi intimidire dalle frustate elettriche del Liverpool. Non è soltanto un cannoniere decisivo Hazard ovviamente, ma è soprattutto quella variabile tecnica e veloce che fa scalare le marce del fraseggio di Sarri, e sembra elevare il livello prestazionale di un attacco altrimenti trascurabile. Dall’altro lato Klopp è pistoni battenti, è linee di pressing che sfiniscono il ragionamento, e allora si può facilmente prevedere un tardo pomeriggio di mal di testa per Jorginho, che non avrà il tempo di dettare i suoi tempi, assillato da esattori del pallone.

COME FINIRÀ – Deve rinunciare a Pedro e Christensen il Chelsea, ed è un lavoro prezioso che viene a mancare, soprattutto da parte dello spagnolo. Nel 4-3-3 i limiti tecnici di Giroud si fanno preferire a quelli caratteriali di Morata, anche perché l’importante è che venga tesaurizzato al meglio il vantaggio che può creare Hazard tagliando dentro sul fianco di Gomez. Il 4-3-3 di Klopp invece non può rinunciare a Van Dijk nonostante l’olandese non sia al meglio, e la cosa peggiore per il Chelsea è che nonostante Salah agisca a destra, è però l’asse di centrosinistra il più pericoloso, con Rudiger e David Luiz che rischiano di farsi trovare in mezzo e fuori posizione nei movimenti tra Sané e Firmino.

Estremo equilibrio in quota, con SNAI che addirittura favorisce il Liverpool a quota SNAI 2.45 contro il Chelsea a 2.75. Al punto che forse la preferenza più adatta sembra quella per la X a 3.45. Forse con una sola vera certezza: il divertimento, e dunque il Gol, quotato infatti solo a 1.43…

 

Gioca sempre responsabilmente.

Credits: Getty Images

(168)

Tancredi Palmeri Autore SNAI che tratta di calcio, con le quote presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI