QATAR 2022: ATTESA PER IL DEBUTTO DI PORTOGALLO E BRASILE

QATAR 2022: ATTESA PER IL DEBUTTO DI PORTOGALLO E BRASILE

QATAR 2022: ATTESA PER IL DEBUTTO DI PORTOGALLO E BRASILE

78
0

Svizzera-Camerun, ore 11: in un girone che si preannuncia di fuoco per la Nazionale guidata da Murat Yakın (con Brasile e Serbia), la Svizzera si presenta alla competizione dopo aver vinto il girone dell’Italia, mandando agli spareggi la squadra di Roberto Mancini. Un cammino ottimo per i rossocrociati, con diciotto punti conquistati in sei gare disputate, frutto di sei vittorie e due pareggi. Peggio è andata in Nations League, però debutta contro il Camerun dopo aver vinto le ultime tre gare. La formazione del Camerun si presenta alla competizione per la settima volta (più di qualsiasi altra nazionale del continente africana), dopo aver strappato la qualificazione alla Nigeria nel doppio confronto. Occhi puntati su Embolo da una parte e su Choupo-Moting dall’altra.

Uruguay-Corea del Sud, ore 14: è l’ultimo Mondiale per tanti eroi de La Celeste. Dal Pistolero Suarez al Matador Cavani, senza dimenticare El Pelado Caceres e poi El Flaco Godin: per tanti di loro, Qatar 2022 rappresenterà la fine di un cerchio. Dopo quasi quindici anni, per la prima volta in panchina non ci sarà Oscar Tabarez ma Diego Alonso, che è riuscito a portare l’Uruguay ai Mondiali (qualificandosi da terza alle spalle di Brasile e Argentina). Coreani che invece arrivano al match inaugurale dopo aver conquistato la qualificazione da secondi in classifica, a due soli punti di distanza dall’Iran, arrivata prima.

Portogallo-Ghana, ore 17: debutta, finalmente, Cristiano Ronaldo con il suo Portogallo. L’ex Manchester United, reduce dalla risoluzione consensuale con i Red Davils, è alla sua “Last Dance”. Anche perché il Mondiale è l’unica competizione che manca nella bacheca del Re. Sono ovviamente i favoriti nel girone e il Commissario Tecnico Fernando Santos oltre a CR7 potrà contare sulla qualità di gente come Cancelo, Leao e Bernardo Silva. Il Ghana, dopo aver esordito ai Mondiali per la prima volta nel 2006, nell’ultima spedizione – Russia 2018 – non ha partecipato, motivo per cui proverà a centrare la qualificazione agli ottavi di finale. L’unico precedente tra le due squadre è datato 26 giugno 2014, ai Mondiali, con vittoria per il Portogallo per 2-1.

Brasile-Serbia, ore 20: sarà l’ultima sfida del primo turno, con la Seleção sicuramente tra le squadre favorite alla vittoria finale. Tite ha trovato la quadra da ormai diverso tempo, come testimoniano la finale di Coppa America disputata l’anno scorso (persa) contro l’Argentina e il primo posto conquistato nel girone davanti alla Nazionale di Leo Messi. Grande occasione, dunque, per Neymar, a cui un’intera Nazione si aggrappa nella speranza di poter tornare a gioire venti anni dopo l’ultima volta. Serbia trascinata dai gol di Dusan Vlahovic e dagli assist di Filip Kostic, si è qualificata vincendo lo spareggio con il Portogallo. L’ultimo precedente tra le due formazioni risale al 2018, nuovamente nel girone del Mondiale: a trionfare per 2-0 fu il Brasile.

(Credits: Getty Images)

(78)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE