QATAR 2022, I DIVIETI IMPOSTI AI TIFOSI (SECONDA PARTE)

QATAR 2022, I DIVIETI IMPOSTI AI TIFOSI (SECONDA PARTE)

QATAR 2022, I DIVIETI IMPOSTI AI TIFOSI (SECONDA PARTE)

26
0

Paese che vai, usanze che trovi.
Qualche giorno fa, avevamo parlato delle regole rigide alle quali i tifosi devono sottostare a Qatar 2022. Ma se alcune possono anche suscitare una certa ilarità, altre mostrano proprio l’altro lato della medaglia, fatto di diritti civili negati e discriminazioni palesi. Proprio per questo, alcuni capitani hanno cercato di indossare la fascia color arcobaleno, ma sono stati costretti dal comitato organizzativo a desistere. La Germania, con Neuer in testa, è riuscita comunque a manifestare la propria contrarietà alle norme vigenti in Qatar posando per la foto di squadra consueta, con la mano davanti alla bocca. La scorsa volta avevamo parlato dei primi cinque comportamenti vietati, come per esempio manifestare affetto in pubblico o stringere la mano a una persona del sesso opposto. Vediamo ora gli altri cinque, partendo da uno che ha infastidito parecchi tifosi.

6- Birra: In Qatar è vietato consumare bevande alcoliche in pubblico, birra chiaramente compresa. Per i tifosi dunque, l’unico modo per gustarsi una delle bevande più antiche del mondo, è quello di andare in ristoranti o hotel di stampo internazionale, dove comunque mezzo litro di birra costa tra i 15 e i 20 euro. Non proprio economico. La particolarità è che uno degli sponsor dell’evento è la Budweiser, nota marca di birra tedesca.

7- Foto in pubblico: I tifosi dovranno prestare molta attenzione a chi e a cosa entra nelle proprie foto. In Qatar infatti, vigono norme severissime circa le fotografie scattate ad autorità pubbliche, sceicchi, emiri o anche militari e agenti di polizia. Anche immortalare edifici governativi è vietato. Nei giorni scorsi poi, tre militari hanno oscurato la diretta televisiva di un’emittente danese poiché sullo sfondo vi era una facciata di un edificio statale.

8- Sigaretta elettronica: La moda degli ultimi anni censurata in Qatar. È vietato il suo utilizzo da anni ormai, mentre per le classiche sigarette non esiste alcun limite a riguardo.

9- Pornografia: Rispetto alle norme per le foto, qui è tutto molto più semplice. È rigorosamente vietato importare materiale pornografico all’interno del paese.

10- Carne di maiale: Chiudiamo con il cibo. Forse fra i dieci elencati, il divieto più noto, considerando l’importanza che riveste la fede religiosa nel paese. In Qatar non si può consumare, ne tantomeno importare, carne di maiale, come comanda il Corano. Nessuna eccezione. Prima della partenza infatti, è stato mandato a ciascuna federazione un regolamento da seguire alla lettera, con i vari cuochi quindi avvisati: niente maiale in tavola. Colpita soprattutto la Spagna con i suoi noti prosciutti crudi, che però, dopo il 7-0 rifilato alla Costa Rica, non sembra averne risentito.

 

(Credits: Getty Images)

(26)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE