QATAR 2022, MAROCCO CONTRO SPAGNA, IL DERBY DI HAKIMI

QATAR 2022, MAROCCO CONTRO SPAGNA, IL DERBY DI HAKIMI

QATAR 2022, MAROCCO CONTRO SPAGNA, IL DERBY DI HAKIMI

125
0

Quando si dice il destino. Achraf Hakimi con il suo Marocco affronterà proprio la Spagna negli ottavi di finale del Mondiale in Qatar 2022. Per il forte difensore rossoverde, ora in forza al Psg, sarà una sfida dal sapore particolare. Un vero e proprio derby. Hakimi, nato a Getafe (città dell’area metropolitana a sud di Madrid, a 10 km dalla capitale) e cresciuto calcisticamente alla Casa Blanca del Real, in passato ha scelto di difendere i colori della Nazionale del Marocco a discapito di quella spagnola.

Lo stesso Hakimi spiega i motivi della sua scelta: “Nella Spagna non mi trovavo a mio agio, non mi sentivo a casa. Sono stato anche due giorni al Centro Federale spagnolo, ma non faceva per me. Ora sono contento di giocare nel Marocco”. Una delle pedine insostituibili nello scacchiere del ct Hoalid Regragui, l’ex Inter è fra i protagonisti del grande Mondiale della Nazionale di Rabat che vuole continuare a stupire e andare avanti il più possibile. Hakimi contro il Canada ha servito l’assist per il gol di En-Nesyri ed è stato eletto “man of the match”.

“Con la Nazionale il mio apporto al gioco è più importante. I compagni mi fanno sentire a mio agio, ho la possibilità di toccare spesso il pallone. A Parigi a volte corro molto, ma non vengo integrato nel gioco, mentre qui tutti mi cercano, tutti sono consci dell’importanza che posso avere, sul piano offensivo, come su quello difensivo” ha sottolineato il laterale del Psg.

“SIAMO UN GRUPPO GIOVANE CHE HA FAME”
In Qatar, i Leoni dell’Atlante hanno già ottenuto un risultato storico, gli ottavi di finale che mancavano dal 1986. Hanno subìto solo un gol in tre partite: miglior difesa insieme a Croazia e Brasile. “E’ qualcosa di unico giocare per il tuo paese. E soprattutto ora che stiamo facendo la storia. E’ incredibile vedere come le persone stanno vivendo questo momento, questo ci trasmette molto e ci dà la forza per continuare a fare grandi cose. Sono momenti che non dimenticherai mai. Questa è una generazione giovane, che ha fame, che vuole cambiare le cose. Vogliamo fare la storia ed è quello che stiamo ottenendo” così si è espresso Achraf Hakimi nell’edizione di Marca.

ACHRAF HAKIMI, BIOGRAFIA E CARRIERA
Achraf Hakimi Mouh, nato a Madrid il 4 novembre 1998, è cresciuto in un quartiere povero nella periferia della capitale, da una donna delle pulizie e da un venditore ambulante, entrambi emigrati dal Marocco negli anni Ottanta. Considerato tra i terzini destri più forti della sua generazione, è cresciuto nel settore giovanile del Real Madrid, con cui ha debuttato tra i professionisti. Con i Blancos ha vinto una Supercoppa di Spagna (2017), una UEFA Champions League (2017-18), una Supercoppa UEFA (2017) e una Coppa del mondo per club FIFA (2017). Dal 2018 al 2020 ha giocato per i tedeschi del Borussia Dortmund, conquistando una Supercoppa di Germania (2019). Dal 2020 al 2021 ha giocato all’Inter, con cui ha vinto un campionato italiano (2020-21) e nel 2021 si è trasferito al Paris Saint Germain dove ha vinto un campionato francese (2021-22). “Ma giocare per il Marocco è tutta un’altra cosa. Ottenere un risultato importante con la selezione del tuo Paese non è la stessa cosa che vincere con il club” ha dichiarato Hakimi che, a 24 anni, in Qatar sta disputando il suo secondo Mondiale dopo quello in Russia, concluso con l’eliminazione al primo turno. E dopo gli ottavi, sogna la finalissima…

HAKIMI E IL LEGAME CON IL MAROCCO
Nonostante sia nato e cresciuto in Spagna, Hakimi non ha mai dimenticato le sue origini e nella capitale marocchina è impegnato in molte iniziative benefiche e nell’apertura di Scuole Calcio per aiutare i bambini a seguire i propri sogni. Il nome di Hakimi è una vera e propria leggenda in Marocco e ovunque si vedono gigantografie del giocatore.

(Credits: Getty Images)

(125)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE