SERIE C PLAYOFF RENATE-JUVENTUS U23 I BABY BIANCONERI CHIAMATI ALL’IMPRESA

SERIE C PLAYOFF RENATE-JUVENTUS U23 I BABY BIANCONERI CHIAMATI ALL’IMPRESA

SERIE C PLAYOFF RENATE-JUVENTUS U23 I BABY BIANCONERI CHIAMATI ALL’IMPRESA

365
0

La promozione in Serie B della Juventus Under 23 sarebbe un evento storico per il calcio italiano, perché rappresenterebbe un inedito assoluto per una “seconda squadra”. I baby bianconeri hanno già superato i primi due ostacoli nei playoff e adesso sono chiamati alla terza impresa, questa sì davvero ardua, soprattutto in considerazione del risultato della gara d’andata con il Renate. L’1-1, infatti, favorisce i brianzoli che stasera, ore 20.30, possono anche accontentarsi di un pareggio per andare avanti.

RENATE-JUVENTUS U23 COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Il Renate, a onor del vero, non arriva all’appuntamento al top della condizione. Il quarto posto nel girone A gli ha consentito di conquistare direttamente i playoff nazionali, ma già nella regular season aveva chiuso un affanno, finendo con due sconfitte, una delle quali proprio contro la Juventus U23, e un pari. Non solo: il fattore campo, nel 2022, è stato tutt’altro che decisivo, considerando che la squadra di Cevoli ha subito ben cinque k.o. sul proprio campo, contro Südtirol, Albinoleffe, Lecco, Piacenza e Pergolettese. La Juventus U23, oltre che all’ultimo precedente, si aggrappa anche all’exploit di Vercelli nel secondo turno quando era costretta a vincere e ha vinto, grazie al gol di Compagnon, che poi si è ripetuto anche all’andata contro il Renate.

RENATE-JUVENTUS U23 LE PAROLE DI ZAULI

Andremo là e si ripeterà quello che è successo a Vercelli”. Quella di Lamberto Zauli è stata una dichiarazione di intenti più che una profezia. Non è un caso che abbia citato l’ultimo blitz per caricare i suoi: “Dobbiamo cercare di fare la nostra partita coraggiosa. Il gruppo di ragazzi ci sta dando tantissima soddisfazione. Sono molto positivo perché vedo lo spirito giusto, siamo in grado di vincere. Il Renate penserà il contrario, inconsciamente può subentrare nei loro giocatori questo pensiero, dobbiamo approfittare di questo e giocare senza aver paura con l’esuberanza che questi ragazzi hanno sempre dimostrato e far sì che questo sia il nostro grande vantaggio”.

RENATE-JUVENTUS U23 LE PAROLE DI CEVOLI

Ci basta un pareggio, ma guai a speculare sul risultato”. La conferenza di Roberto Cevoli punta su un concetto diverso rispetto a quello di Zauli, ma anche il tecnico del Renate giudica prioritario l’aspetto psicologico. “Giocheremo per chiudere il discorso qualificazione quanto prima“, ha spiegato alla vigilia. Del resto Roberto Cevoli non vuole correre il rischio che le gambe tremino nel momento decisivo: “All’andata siamo partiti contratti e timorosi, mentre nella ripresa ho visto carattere e capacità di creare diverse occasioni nitide. Ripartiamo da qui”.

RENATE-JUVENTUS U23 LE SCELTE DEGLI ALLENATORI

Se c’è un aspetto positivo per Cevoli, oltre al risultato dell’andata, è che tutta la rosa è a disposizione del tecnico. Malgrado la volontà di giocare una partita coraggiosa, non riproporrà il tridente: in difesa Merletti verso la riconferma, in regia Ranieri sembra ormai recuperato ma è in ballottaggio con Gianluca Esposito, mentre in attacco Rossetti insidia Piscopo per un posto al fianco di Maistrello. Zauli è decisamente messo peggio, perché dopo aver perso Miretti, promosso in prima squadra, non avrà neppure Nicolussi Caviglia e Zuelli, squalificati, mentre dovrebbe esserci Anzolin, partito anche lui per Roma per la finale di Coppa Italia. L’ipotesi più probabile è un 4-2-3-1 con Da Graca centravanti.

RENATE-JUVENTUS U23 LE PROBABILI FORMAZIONI

Renate (3-5-2): Albertoni; Merletti, Possenti, Silva; Anghileri, Baldassin, Ranieri, Celeghin, Cicconi; Maistrello, Piscopo. Allenatore: Cevoli.

Juventus U23 (4-3-2-1): Israel; Barbieri, De Winter, Poli, Anzolin; Sersanti, Barrenechea; Palumbo, Soulè, Compagnon; Da Graca. Allenatore: Zauli.

(365)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE