Sabato di Serie A tra gol e punti salvezza

Sabato di Serie A tra gol e punti salvezza

Sabato di Serie A tra gol e punti salvezza

26
0

Si dà il via alla 35ª giornata del massimo campionato italiano con 4 partite che ci terranno compagnia oggi.
Inter orami campione d’Italia vivrà un po’ da spettatore questa giornata, ma per tutte le altre, la lotta per la zona Europa e la retrocessione è ancora aperta!

 

SPEZIA – NAPOLI, INSIGNE GOL E ASSIST?
Il Napoli ha vinto sei delle ultime sette sfide contro lo Spezia tra Serie A, Serie B e Coppa Italia (1P), dopo che aveva perso tre delle prime cinque contro i liguri (2N) e ha vinto tutte le ultime tre trasferte contro lo Spezia tra Serie B e Coppa Italia, con uno score complessivo di 6-1. Lo Spezia è rimasto imbattuto nelle ultime sei gare casalinghe di campionato (3V, 3N), l’ultima neopromossa a registrare una striscia interna senza sconfitte più lunga in una singola stagione di Serie A è stata il Palermo nel marzo 2015 (10). La partita di oggi per i padroni di casa sarà particolarmente dura da affrontare, sapendo che davanti trovano un Napoli che va in gol da 22 partite di fila in campionato e che ha tenuto la porta inviolata in quattro delle ultime cinque trasferte di campionato (4V, 1P), incluse le due più recenti. Nella partita d’andata contro lo Spezia il Napoli ha effettuato ben 29 tiri totali e senza ombra di dubbio, cercheranno di replicare anche oggi sapendo che in palio c’è moltissimo. Domani sera si sfideranno Juve e Milan e il Napoli ha quindi la possibilità di passare sopra una delle due se non proprio entrambe in caso di pareggio allo Juventus Stadium. Per portare a casa i 3 punti, Gattuso farà affidamento soprattutto sul capitano Lorenzo Insigne che è ad un solo gol dall’eguagliare la sua miglior stagione in termini realizzativi in Serie A (18 nel 2016/17) – il fantasista partenopeo ha preso parte a 15 reti nelle ultime 13 sfide contro squadre neopromosse in campionato: sette gol e otto assist.

 

PROBABILI FORMAZIONI
SPEZIA (4-3-3): Provedel; Vignali, Ismajli, Erlic, Marchizza; Estevez, Ricci, Maggiore; Agudelo, Piccoli, Gyasi.
NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.

 

UDINESE – BOLOGNA, ROSSOBLU SEGNANO SU RIGORE?
Una partita da scontro salvezza! Entrambe le squadre hanno 39 punti e qualora una delle due vincesse, sarebbe aritmeticamente salva, l’altra invece se la dovrà giocare ancora nelle prossime giornate. L’Udinese ha perso solo una delle ultime sette sfide contro il Bologna in Serie A (4V, 2N), 1-2 nel settembre 2 e ha vinto tutte le ultime quattro sfide casalinghe contro il Bologna in campionato, ma è anche vero che ha perso le ultime quattro partite alla Dacia Arena in campionato, solo tre volte nella sua storia in Serie A ha registrato una striscia più lunga di sconfitte interne: nel 2018, nel 2015 e nel 1961 (sempre sei). Dall’altra parte, invece, il Bologna ha vinto solo una delle ultime sei gare di campionato (2N, 3P): successo per 4-1 contro lo Spezia il 18 aprile e a partire dalla ripresa della Serie A lo scorso giugno, nessuna squadra è rimasta a secco di gol in più trasferte del Bologna in campionato: 10, alla pari del Genoa.
Il Bologna è la squadra con la miglior percentuale di tiri nello specchio (50.8%) in questo campionato, dall’altra parte solo Cagliari e Benevento hanno fatto peggio dell’Udinese (43%) in questa graduatoria e un altro record di cui i padroni di casa di certo non vanno fieri è che l’Udinese ha subito ben 11 gol su rigore in questo campionato, la difesa deve stare molto attenta a non commette falli in area.
Tra i giocatori che il Bologna deve temere di più, c’è senza dubbio Rodrigo de Paul, uno dei soli tre centrocampisti con almeno otto gol e otto assist in questa stagione di Serie A (insieme a Henrikh Mkhitaryan e Sergej Milinkovic-Savic) e Stefano Okaka che ha segnato in entrambe le ultime sfide contro il Bologna in campionato. Dall’altra parte, però, c’è Rodrigo Palacio che darà del filo da torcere ai ragazzi di Luca Gotti. L’argentino, infatti, è reduce dalla sua prima tripletta in Serie A e ha segnato cinque reti contro l’Udinese in campionato.

 

PROBABILI FORMAZIONI
UDINESE (3-5-1-1): Musso; Becão, Bonifazi, Nuytinck; Molina, De Paul, Walace, Arslan, Larsen; Pereyra; Okaka.
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Vignato, Soriano, Barrow; Palacio.

 

INTER – SAMPDORIA, MATCH DA GOL
Nerazzurri già campioni d’Italia scenderanno in campo sicuramente con uno stato d’animo più rilassato, ma non per questo sottovaluteranno il match contro la squadra di Claudio Ranieri, considerando poi che la Sampdoria potrebbe vincere entrambe le sfide stagionali di Serie A contro l’Inter per la terza volta nella sua storia, dopo il 2016/17 e il 1990/91 e soprattutto che i nerazzurri potrebbero vincere 14 partite casalinghe di fila per la prima volta nella sua storia in Serie A – attualmente a quota 13, alla pari con la striscia risalente al maggio 2011.
In tutte le ultime cinque sfide di Serie A tra Inter e Sampdoria al Meazza entrambe le squadre sono andate in gol: 18 reti nel periodo (3.6 di media a match) e non pareggiano in campionato dall’ottobre 2015 (1-1), da allora sette vittorie nerazzurre e tre successi blucerchiati. A partire dall’arrivo di Conte all’Inter (dal 2019/20), Romelu Lukaku (44) e Lautaro Martínez (29) hanno realizzato insieme 73 gol, solo due squadre vantano una coppia di giocatori più prolifica nei Top-5 campionati europei nel periodo: Bayern Monaco (91: Lewandowski e Gnabry) e Barcellona (74: Messi e Griezmann). Che siano proprio loro i due marcatori per i padroni di casa?
Attenzione al gol dell’ex! L’Inter è la vittima preferita di Antonio Candreva della Sampdoria in Serie A: sei reti, cinque delle quali nelle quattro sfide più recenti. L’esterno italiano ha collezionato 124 presenze con i nerazzurri in campionato, realizzando 12 gol.

 

PROBABILIFORMAZIONI
INTER (3-5-2): Radu; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Hakimi, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Perisic; Lukaku, Sanchez
SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Tonelli, Colley, Augello; Candreva, Thorsby, Adrien Silva, Jankto; Keita, Gabbiadini.

 

FIORENTINA – LAZIO, LUIS ALBERTO E IMMOBILE PER I 3 PUNTI
Il 3-3 ottenuto al Dall’Ara, ha regalato un punto sacro alla Fiorentina che quest’anno punta alla salvezza che adesso ha 4 punti di margine sulla zona retrocessione. Non si farà impietosire la Lazio che, reduce da due vittorie consecutive, cercherà di avvicinarsi al quinto posto. La Fiorentina è la squadra contro cui la Lazio ha sia vinto più partite (55) che segnato più gol (198) nella sua storia in Serie A, completano 42 pareggi e 46 successi viola e ha vinto cinque delle ultime sei sfide contro la Fiorentina in Serie A (1N), segnando 12 gol nel periodo, esattamente due di media a match. A partire dal 2021, solo l’Inter (75%) ha vinto in percentuale più partite della Lazio in Serie A (74%: 14/19) e, almeno sulla carta, la viola ha poche speranze di uscire dal Franchi con i 3 punti. Le partite, però, vanno giocate e Giuseppe Iachini tenterà il tutto per tutto affidandosi ai fantastici piedi di Dusan Vlahovic che con le sue 19 reti all’attivo, potrebbe diventare solo il quarto giocatore straniero della Fiorentina a segnare almeno 20 gol in una singola stagione di Serie A, dopo niente meno che Gabriel Batistuta, Kurt Roland Hamrin e Pedro Petrone. Dall’altra parte, però, Simone Inzaghi sa di avere l’asso nella manica dal nome Ciro Immobile. Il capitano degli aquilotti ha segnato in tutte le ultime cinque sfide contro la Fiorentina in campionato, solo contro il Napoli ha trovato il gol in ben sei match consecutivi contro una singola avversaria in Serie A. A dargli manforte, poi, ci sarà Luis Alberto che ha segnato tre gol contro la Fiorentina in Serie A, contro nessun’altra squadra ha fatto meglio. Il fantasista della Lazio potrebbe fornire assist in tre presenze consecutive di campionato per la prima volta da novembre 2019.

 

PROBABILI FORMAZIONI
FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Quarta, Milenkovic, Caceres; Venuti, Bonaventura, Amrabat, Castrovilli, Biraghi; Ribery, Vlahovic.
LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzeri, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa, Immobile.

 

A domani con i match della domenica.

 

 

(Credits: Getty Images)

(26)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE