MAZZOCCHI, DA SCUGNIZZO A GIOCATORE DELLA NAZIONALE

MAZZOCCHI, DA SCUGNIZZO A GIOCATORE DELLA NAZIONALE

MAZZOCCHI, DA SCUGNIZZO A GIOCATORE DELLA NAZIONALE

285
0

Pasquale Mazzocchi è l’ultimo talento lanciato da Roberto Mancini da quando è l’allenatore della nazionale italiana, debuttando nei minuti finali della partita contro l’Ungheria. Mazzocchi è nato il 27 luglio 1995 a Barra, un quartiere difficile di Napoli e, come tanti ragazzi, ha sempre avuto il sogno di diventare un calciatore.

Il suo primo allenatore, Giuseppe Araimo, in questi giorni ha rilasciato un intervista in cui ha parlato di Mazzocchi quando aveva 12 anni e giocava nel Carioca, “Mazzocchi aveva 12 anni e se ne andava in giro per il quartiere a consegnare buste della spesa. Era un ragazzino. Forte, ma nel secondo tempo calava d’intensità. Non me lo aspettavo. Era come se portasse un peso sulle spalle. Una, due, tre partite di fila, quindi andai dal mio segretario, Nicola Sannino, e gli chiesi di indagare un po’. Qualche giorno dopo, Sannino tornò da me: “Ho scoperto cosa succede a Pasquale”. Mi preoccupai: “Si è cacciato in qualche guaio?”. Mi rispose: No, macché, aiuta il fruttivendolo. Se ne va in giro per il quartiere a consegnare buste della spesa”. Stipulammo un accordo: gli avrei dato la stessa cifra del fruttivendolo a ogni gol segnato, a patto che smettesse di lavorare. A 12 anni non si può lavorare! E poi Pasquale era uno “Scugniziello” piccolo e magro. Gli dicevo: “Ma dove vai con quelle buste, pesano più di te!”.

Nel 2016, Pasquale Mazzocchi decide di trasferirsi al Parma, retrocesso in Serie D a causa del fallimento della società, facendo parte così della fantastica cavalcata del Parma, capace di conquistare tre promozioni consecutive raggiungendo la Serie A; nel 2020, ottiene un’altra promozione con il Venezia, che lo cederà poi alla Salernitana nel 2022 dove Mazzocchi ancora una volta fa vedere le sue qualità, ricevendo anche la chiamata in Nazionale, diventando così il primo giocatore della Salernitana a vestire la maglia azzurra, riempiendo di orgoglio i suoi genitori, che a detta sua hanno pianto dalla gioia per vari giorni dopo la chiamata di Roberto Mancini.

 

(Credits: Getty Images)

(285)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE