Serie A | 3 match ricchi di gol

Serie A | 3 match ricchi di gol

Serie A | 3 match ricchi di gol

62
0

Dopo la vittoria del Derby di Milano del Milan, la sconfitta della Lazio per 3-0 inflitta dalla Sampdoria e l’incredibile pareggio della Juve a Crotone, oggi continua la quarta giornata di Serie A che è iniziata carica di sorprese.

UDINESE – PARMA, ZEBRETTE VITTIME PREFERITE DEI GIALLOBLU ALLA DACIA ARENA
Una specie di scontro salvezza a Udine. Entrambe le squadre quest’anno puntano sulla permanenza nel massimo campionato italiano, quindi una partita come quella di oggi può far capire l’andamento della stagione. Padroni di casa attualmente a 0 punti, ospiti leggermente meglio, a 3. Per i friulani è arrivato il momento di portare a casa questi benedetti 3 punti, per cui ci aspettiamo di vedere gol da entrambe le squadre.
Le ultime sette reti del Parma in Serie A sono stata realizzate su azione, tutte da giocatori diversi per cui non è facile pensare a chi potrebbe essere l’autore del primo gol dei crociati. L’Udinese è la vittima preferita di Roberto Inglese (cinque reti in Serie A) che però non sarà presente perché positivo al covid. Il fatto che non ci sia l’attaccante classe ’91, insieme anche a Brunetta, Dezi e Lautaro Valenti, può creare non pochi problemi nella formazione di Liverani (specie le assenze di DEzi e Inglese, entrambi titolari).
Il Parma ha vinto le ultime tre sfide contro l’Udinese in campionato, ma nessuna delle due formazioni ha mai ottenuto quattro successi di fila contro l’altra in Serie A. Che sia la volta buona per Parma di andare a quota 4?

ROMA – BENEVENTO, DZEKO ALLA RICERCA DEL PRIMO GOL IN STAGIONE
La Roma ha vinto entrambi i precedenti contro il Benevento in Serie A: 4-0 in trasferta nel settembre 2017 e 5-2 all’Olimpico nel febbraio 2018. Inoltre, solo la Lazio (11 gol) ha segnato più reti della Roma (9) contro gli stregoni nel massimo campionato. Tutta questa premessa per dirvi che i padroni di casa sono i favoriti alla vittoria finale.
A partire dall’arrivo di Paulo Fonseca alla Roma la scorsa stagione, nessuna squadra ha mandato in gol più giocatori diversi dei giallorossi in Serie A (19, al pari dell’Inter), ma Il Benevento è la squadra contro cui Edin Dzeko ha la miglior media gol a partita nel massimo campionato italiano: tre reti in due sfide (1.5 gol di media), l’attaccante della Roma inoltre potrebbe rimanere a secco di gol in tutte le sue prime tre gare stagionali di Serie A per la prima volta con la maglia della Roma.
Ad aiutare Dzeko alla ricerca del gol, ci saranno Pedro e Mkhitaryan che potrebbero fornire non pochi assist al 9 giallorosso.
La squadra di Pippo Inzaghi, però, non va all’Olimpico per farsi prendere a pallonate dai padroni di casa, che attualmente si ritrovano sopra la squadra capitolina a 6 punti dopo due vittorie. L’ultima contro il Bologna per 1-0 che ha visto Lapadula uomo partita.
Roma favorita, ok…ma occhio alle sorprese!

VERONA – GENOA, KALINIC VS PANDEV ALLA CONQUISTA DEI 3 PUNTI
Non giriamoci troppo intorno, le due squadre devono fare i conti con le tante assenze per covid-19. L’Hellas di Juric, reduce dalla sconfitta per 1-0 in casa del Parma, cerca la rivincita al Bentegodi contro la squadra di Maran che, dopo la vittoria per 4-1 contro il Crotone, ha subito una pesante sconfitta per 6-0 contro il Napoli.
La squadra favorita alla vittoria finale è l’Hellas Verona che quest’anno potrà contare su Nikola Kalinic, autore di 38 reti in Serie A, e 2° miglior marcatore croato nel massimo campionato italiano, dietro solo a Igor Budan (44).
Il Verona, però, non deve abbassare la guardia. Goran Pandev è tra i giocatori che hanno segnato solo reti su azione in Serie A (14/14). Attenzione alle azioni nate da contropiedi!
Nella passata stagione le due sfide sono terminate con una vittoria a testa, con entrambe le squadre che hanno vinto in casa. Il Bentegodi regalerà la vittoria ai butei?

 

(Credits: Getty Images)

(62)

Greta Torri Son giovane, tifosa, appassionata di storia del calcio e delle tifoserie. Gli steward degli stadi di tutta Europa mi fanno “ciao”. Forse ho esager... VAI ALLA PAGINA AUTORE