Serie A | Derby d’Italia, una partita da gol!

Serie A | Derby d’Italia, una partita da gol!

Serie A | Derby d’Italia, una partita da gol!

48
0

Anche se questa settimana si è disputato il Derby della Capitale, i riflettori più luminosi sono tutti puntati sulla sfida di stasera, che vede come protagoniste le due storiche rivali che danno il nome al famoso Derby d’Italia. Ogni volta che Inter e Juve si incontrano, si creano delle grosse aspettative sulla partita perché tutti sanno che l’esito non è mai scontato, nonostante gli 84 successi della Juventus sull’Inter siano un record di vittorie per una squadra contro una singola avversaria nella competizione (completano 44 pareggi e 46 vittorie nerazzurre).
A San Siro, la squadra di casa è alla ricerca disperata di una vittoria dopo la sconfitta di Genova contro la Samp e il pareggio contro la Roma; dall’altra parte la Juve pare aver ingranato la marcia e arriva al match di stasera con una striscia positiva di tre vittorie. I Bianconeri devono ancora recuperare la partita contro il Napoli, ma attualmente tra le due ci corrono solo 4 punti e stasera scopriremo se la situazione rimarrà invariata o se varierà il distacco tra le due.

 
INTER, GOL IN ENTRAMBI I TEMPI?
È evidente che negli ultimi incontri la squadra di Conte abbia avuto delle difficoltà. La striscia di otto vittorie consecutive, è stata interrotta a Marassi dopo la sconfitta per 2-1 contro la Sampdoria e il successivo pareggio all’Olimpico per 2-2 contro la Roma, ma, nonostante questo, i nerazzurri sono sempre in gara per la lotta scudetto, essendo secondi a tre lunghezze dal Milan capolista.
L’Inter ha ottenuto cinque successi casalinghi consecutivi in Serie A e non arriva a sei da dicembre 2018, ma la Juve è sempre stata una squadra molto ostica per l’Inter considerando che la Vecchia Signora è rimasta imbattuta in nove delle ultime 10 trasferte contro l’Inter in Serie A (5V, 4N); l’unico successo dei nerazzurri nel parziale è arrivato nel settembre 2016, 2-1 con Frank de Boer in panchina.
I numeri non sono totalmente a favore della squadra di casa, se contiamo anche il fatto che la Juventus è l’unica squadra contro cui Antonio Conte ha sempre perso da allenatore in Serie A: tre sconfitte su tre. Quindi come ne può uscire l’Inter?
Sicuramente facendo forza sulle qualità tecniche della squadra: i nerazzurri hanno segnato più gol di testa nella Serie A in corso (nove), dall’altra parte la Juventus è l’unica a non averne ancora subiti con questo fondamentale in stagione nei cinque maggiori campionati europei. Che sia stasera la “volta buona”? Di sicuro l’Inter ci proverà. Un dato importante è che l’Inter ha vinto dopo aver chiuso il primo tempo in parità in tutte le loro ultime tre partite in casa, per cui se il primo tempo finisse 0-0 o 1-1, ci sono buone probabilità di vittoria per i nerazzurri e dato che sono stati segnati più di 2.5 gol in 9 delle loro ultime 10 partite di Serie A, ci aspettiamo di vedere gol in entrambi i tempi.
A chi deve fare attenzione la Juve? A Marcelo Brozovic. Il centrocampista croato ha servito almeno un assist in tutte le ultime quattro presenze di Serie A: nessun giocatore dell’Inter ha fatto meglio nella competizione.

 
JUVE, MORATA/RONALDO PER ACCORCIARE LE DISTANZE!
La Juve non ha avuto esattamente un buon avvio di stagione e anche nella scorsa partita di Coppa Italia contro il Genoa, ha fatto vedere che ci sono ancora un po’ di problemini da risolvere, ma nonostante questo, così come per l’Inter, anche la Juve ha segnato più di 2.5 gol nelle loro ultime 5 partite di campionato e, per questo motivo, ci aspettiamo di vedere una partita dove non mancheranno di certo i gol.
La squadra di Pirlo è l’unica contro cui l’Inter non ha ottenuto successi in Serie A da inizio del 2017 – nel periodo due pareggi e cinque sconfitte, ma questo non vuol dire che i bianconeri abbiano già la vittoria in tasca, tutt’altro. Certo è che nelle ultime 3 partite giocate, l’Inter ha subìto almeno 2 gol e stasera dovranno stare particolarmente attenti alla coppia Morata/Ronaldo che sicuramente daranno del filo la torcere alla difesa nerazzurra.
A chi deve fare attenzione l’Inter? Qualora dovesse entrare, senza dubbio a Federico Chiesa che sta godendo di un ottimo periodo. Questa potrebbe essere la 150a presenza in Serie A per Chiesa tagliando questo traguardo a 23 anni e 84 giorni e diventando, quindi, il terzo giocatore di movimento italiano più giovane a riuscirci tra chi ha esordito nell’era dei tre punti a vittoria, dopo Antonio Cassano (22 anni, 230 giorni) e Alberto Gilardino (22 anni, 314 giorni) e sicuramente vorrà festeggiare puntando dritto alla porta avversaria.

 
LUKAKU VS CR7, SCONTRO TRA TITANI
Pensavate che ci stessimo scordando proprio di loro due? Impossibile. Quella tra Inter e Juve sarà la sfida tra i due migliori marcatori di questa Serie A: per l’Inter Romelu Lukaku (a quota 12) e per la Juventus Cristiano Ronaldo (15). I due hanno realizzato insieme 27 reti nel torneo in corso, ben 12 squadre hanno segnato meno gol. Andranno a segno entrambi? Probabile. Chi segnerà per primo? Difficile da dire, certo è che Lukaku gioca in casa e questo è sempre un fattore da non sottovalutare, specie se si tratta del belga.

 

(Credits: Getty Images)

(48)

Greta Torri Son giovane, tifosa, appassionata di storia del calcio e delle tifoserie. Gli steward degli stadi di tutta Europa mi fanno “ciao”. Forse ho esager... VAI ALLA PAGINA AUTORE