Se ad Hamsik spuntassero anche i capelli di Maradona…

Se ad Hamsik spuntassero anche i capelli di Maradona…

Se ad Hamsik spuntassero anche i capelli di Maradona…

1.02K
0

Trent’anni fa ed è come se fosse ieri, con la presenza di Diego Maradona a Napoli nel giorno della sfida vinta contro il Pescara. Il trentennale del primo scudetto da celebrarsi nel “massimo” cittadino (il Teatro San Carlo), con il Pibe de Oro al centro di uno spettacolo messo su con la solita maestria da Alessandro Siani, fuoriclasse della risata nonché tifoso e adoratore del Pibe de Oro. Il capitano è tornato e ha trovato un altro capitano che lo sta insidiando, non nel cuore dei tifosi, ma nei numeri che scandiscono la storia del club azzurro. Maradona è detentore del primato nella classifica all time dei gol segnati in maglia azzurra, ben 115: una vetta che sembrava irraggiungibile per qualsiasi altro essere vivente al mondo. Oggi non più, perché Hamsik si è messo in testa di appropriarsi di quel primato di gol ottenuto dal D10s nei sette magici anni trascorsi vestendo la maglia del Napoli. Il talento slovacco è arrivato a quota 106, a soli due gol di distacco da Sallustro che è secondo a 108, e punta già con interesse il traguardo dell’inarrivabile Diego. Inarrivabile perché nessuno mai riuscirà ad ottenere lo stesso rendimento negli stessi sette anni vissuti a Napoli dal Pibe de Oro. Hamsik ce la farà, avendo firmato un contratto fino al 2020, però avrà bisogno di un tempo maggiore, dai 10 (quelli già trascorsi finora a Napoli) agli 11 anni per superare l’asticella fissata da Maradona nel lontano 1991.

Se proprio qualcuno dovrà diventare il primo, a discapito di Maradona, ben venga che questo calciatore sia Hamsik, esempio di serietà, professionalità, attaccamento alla maglia ed al territorio che ricambia manifestandogli affetto e passione: quasi lo stesso trattamento ricevuto dal grande Diego. A Marek manca “solo” un particolare per provare ad occupare una posizione di fianco al Pibe nel cuore della tifoseria azzurra: vincere il tricolore, il terzo scudetto della storia partenopea. A quel punto, un po’ per pegno e un po’ per somigliare ancora di più a Maradona, dovrebbe solo farsi una bella chioma riccia e nera…

(Credits: La Presse)

(1021)

Raffaele Auriemma Tifoso sfegatato del "Ciucciariello", è telecronista sportivo di Premium Sport, in cui racconta, con la sua inconfondibile voce, le partite del suo a... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI