Chievo-Napoli non pareggiano mai

Chievo-Napoli non pareggiano mai

Chievo-Napoli non pareggiano mai

329
0

Chievo-Napoli è sempre stata una partita pirotecnica, affrontata da entrambe le squadre a viso aperto, all’inglese. È anche questo il motivo che spiega il dato statistico composto da 10 precedenti al Bentegodi, con 4 vittorie clivensi e 6 del Napoli, dunque nessun pareggio.

Il Chievo, dopo il traumatico periodo che l’ha visto incassare ben cinque sconfitte consecutive tra Campionato e Coppa Italia, ha spezzato il sortilegio, vincendo contro la Lazio all’Olimpico al culmine di una gara umile e finalmente fortunata, ha impattato con l’Udinese e vinto col Sassuolo rimasto in dieci tutta la partita.
C’è attesa anche per capire se il magic moment di Roberto Inglese, autore di una tripletta proprio a Reggio Emilia, dopo aver sbagliato un calcio di rigore, proseguirà o si arresterà contro una difesa che offre qualche spazio.
Birsa ha parlato di una pressione che potrebbe diminuire nella lotta per non retrocedere ma questo non è necessariamente un bene, anche perché il Chievo rende di più quando mette intensità nel suo gioco, non dando respiro agli avversari.

Il Napoli dal canto suo, è diventata una macchina da guerra, come testimonia l’andamento  impressionante dall’inizio dell’anno. Ben sette vittorie tra le cinque di campionato e le due di coppa, con prestazioni spesso devastanti come quella vista a San Siro con il Milan e al Dall’Ara contro il Bologna, dove ha rifilato ben sette reti ai padroni di casa. Maran dovrà inventarsi qualcosa perché la squadra di Sarri, meglio di chiunque altro, sfrutta gli spazi a disposizione grazie alla velocità e agli inserimenti  di Insigne, Mertens e Callejon, i quali non danno riferimenti agli avversari e aprono il gioco, permettendo alla linea dei centrocampisti, su tutti Hamsik, inserimenti che diventano difficilmente leggibili.
È il ritmo alto, oltre all’elevato livello tecnico, uno dei segreti dei partenopei, i quali stanno per riavere Milik, senza contare Pavoletti, che col Genoa ha trovato spazio permettendo di far rifiatare i suoi compagni.

Nelle fila del Chievo c’è un Radovanovic che risulta essere il miglior passatore del campionato con 90 passaggi, 80 riusciti, di cui 18 lunghi ben 15 sono andati a buon fine. Una media davvero ragguardevole che lo consegna alla cronaca come imprescindibile cucitore del gioco di Maran.
L’elemento di spicco del Napoli è inevitabilmente l’attacco che brilla come il migliore della serie A per distacco, con ben 57 reti realizzate.

SNAI quota la vittoria dei padroni di casa a 6,75 ma considerando la cabala e la statistica che abbiamo dato in sede di presentazione, un 4,25 sul pareggio non sarebbe da disprezzare nella giocata. Napoli favoritissimo con un 1,50 ma va tenuto d’occhio anche l’under dato a 2,10. L’over inevitabilmente ha una quota più bassa di 1,65.

In tutto questo la variabile impazzita viene dalla stanchezza mentale dei partenopei, impegnati in Champions League contro il Real Madrid, dunque privati di quella necessaria carica nervosa che queste settimane ne hanno determinato un ruolino impressionante.
L’unica volta che non è accaduto, col Palermo, è stato pareggio contro la terz’ultima in classifica, insomma il risultato è tutt’altro che scontato.

 

(Credits: La Presse)

(329)

Lapo De Carlo Giornalista, conduttore televisivo, radiofonico e direttore dell’emittente Radio Milan Inter è anche esperto di conduzione e comunicazione. Dalla... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI