Inter: entusiasmo al massimo

Inter: entusiasmo al massimo

Inter: entusiasmo al massimo

1.94K
0

Vado al massimo, vado a gonfie vele, canterebbe Vasco Rossi, e chissà quanti tifosi nerazzurri intonano questi versi sotto la doccia. Perché la squadra meneghina sta andando davvero forte sotto la magistrale regia di uno Spalletti motivato e capace, che sta costruendo un fortino.

L’Inter ha infatti preso solo 3 gol ed era dal 2010-2011 che non succedeva. Come se gli interisti se lo potessero mai dimenticare…  ma questo è merito solo di Handanovic, Skriniar e Miranda? No di certo, è un lavoro di tutto il reparto difensivo, dei terzini D’Ambrosio, Dalbert e/o Nagatomo, un team che sa il fatto suo e infatti l’Inter in quattro partite su sette non ha subito gol.

Nonostante le polemiche tra VAR e non VAR, la certezza è sempre una: se la tua squadra funziona, qualsiasi intoppo non rovina la prestazione e di conseguenza la graduatoria. Ed è il caso dei nerazzurri che, nonostante sia una delle società che ha avuto più interventi del VAR, non ha nessuna variazione di classifica e resta esterna alle polemiche di questi giorni.

Così mentre la serie A è in pausa per gli impegni con le nazionali ne approfittiamo per fare un semi bilancio di questa prima parte di campionato; classifica ferma con Inter in seconda posizione, dietro a un Napoli inferocito che ha voglia più che mai di assaporare vittorie e, chissà, lo scudetto. Questo lo rende tra i nemici più ardui da battere (insieme a Juventus, Lazio e Roma), calcisticamente parlando, e lo sanno bene anche i giocatori. Si respira già aria di big match ad esempio tra Skriniar e Hamsik che, mentre stavano raggiungendo la Scozia con i compagni della nazionale slovacca, postano Instagram Stories insieme. Una amichevole preview di Napoli-Inter del 21 ottobre.

Ma prima sarà tempo di derby, il 15 ottobre quando l’Inter giocherà in casa e quando avrà la possibilità di caricarsi a mille oppure di fare un brusco ritorno nella realtà proprio contro i cugini rossoneri.

Ora nessuno ci pensa, in casa Inter ci si gode il momento e si attendono i 13 giocatori impegnati con le rispettive nazionali.

Squadra che vince per il momento non si cambia e così si inizia a pensare ai rinnovi di Handanovic e a un possibile prolungamento per Mauro Icardi, con clausola da 110 milioni di euro, valida però solo per l’estero.

Una squadra che vince, ma non convince tutti! Se infatti la mano di Spalletti ha portato la compattezza di una squadra, a dire del giornalista sportivo Caressa c’è ancora una cosa sopravvalutata che è Icardi. “Il capitano è forse concentrato anche su altre cose (i capelli biondo platino, il libro, ecc)?”.

Non è il solo a pensarla così; Demetrio Albertini sgancia un’altra bomba: “Se l’Inter non avesse aggiustato più di una partita al 90’ faremmo discorsi diversi”.

Vi lasciamo allora con una domanda  retorica, ma emblematica: meglio portare a casa tre punti con un gol al 90simo oppure perdere?

 

(Credits: Getty Images)

(1935)

Stefania Cattaneo Stefania Cattaneo, per gli amici Stefy, segni particolari: amante del calcio e di tutto ciò che brilla come le sue scarpe in video. Presenta le previ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI