I MILLE VOLTI DELLA SERIE A SPIEGATI DAI NUMERI (PARTE 2)

I MILLE VOLTI DELLA SERIE A SPIEGATI DAI NUMERI (PARTE 2)

I MILLE VOLTI DELLA SERIE A SPIEGATI DAI NUMERI (PARTE 2)

105
0

La scorsa settimana, aiutandoci con le statistiche relative alle prime 7 giornate di campionato, abbiamo esaminato alcuni dei temi caldi della nostra Serie A, dal capocannoniere, all’incremento punti, dagli attacchi/difese, agli obiettivi stagionali, finendo con l’accoppiata prima/seconda. Oggi ci poniamo altre 5 domande e cui cercheremo di provare a dare una risposta giustificata dai numeri.

 

CHI SI LAUREERÀ’ CAMPIONE D’INVERNO?

Il grande equilibrio di questo inizio di stagione è stato contraddistinto da partenze agli antipodi per alcuni team. Se Juventus e Atalanta hanno visto scendere le loro probabilità di vittoria delle scudetto (certo non abbiamo nemmeno tagliato il traguardo del primo quarto di annata) e Inter, Milan e sopratutto Napoli le hanno viste aumentare, uno dei pronostici più complicati da fare è quello sul vincente del girone di andata. Al momento gli addetti ai lavori mettono sullo stesso piano Napoli, Inter e Milan entrambe al 30% delle chance di essere campioni d’inverno. Scarsa fiducia invece nella Juventus.

 

IL NAPOLI EGUAGLIERA’ IL RECORD DI VITTORIE CONSECUTIVE AD INIZIO CAMPIONATO?

Nel 2013/2014 la Roma di Rudi Garcia mise a segno 10 vittorie di fila da inizio campionato, fermandosi solo all’undicesima giornata col pareggio contro il Torino. Le 10 vittime furono nell’ordine Livorno, Verona, Parma, Lazio, Sampdoria, Bologna, Inter, Napoli, Udinese e Chievo per un totale di 30 punti, 24 goal fatti e soli 3 subiti. Al Napoli di Spalletti mancano 3 gare per pareggiare questo record. Riuscirà a battere Torino, Roma e Bologna, prima del derby con la Salernitana? Gli analisti valutano questa possibilità al 20% delle probabilità che si realizzi.

 

QUALI SARANNO I BOMBER CHE TRASCINERANNO LE BIG?

I grandi attacchi delle big, formati da attaccanti di classe ed esperienza, sono pronti a darsi battaglia. Se è vero, come si diceva una volta che i campionati si vincono avendo la miglior difesa, è anche vero che per vincere, come recitava l’adagio del mitico Zeman basta fare un goal più dell’avversario. E allora ecco che, secondo gli esperti, Lautaro sarà il bomber dell’Inter, Dybala quello della Juve, Abraham quello della Roma e Osimhen quello del Napoli, per buona pace dei rispettivi compagni di squadra (rispettivamente Dzeko, Morata, Veretout e Insigne) secondi in queste particolari proiezioni

 

PANCHINE BOLLENTI, QUALE ALLENATORE NON MANGERA’ IL PANETTONE?

Sono già 2 gli allenatori sostituiti in questa prima parte di campionato: Di Francesco a cui è subentrato Tudor al Verona e Semplici che ha lasciato il posto a Mazzarri al Cagliari. Ma quanti e quali sono i tecnici che rischiano di più da qui al 31 dicembre? Secondo i media e non solo, le panchine più calde sono quelle della Salernitana (Castori out entro fine anno all’80%), dello Spezia (Motta via al 70%) e Genoa (con Ballardini che rischierebbe il posto al 50% delle probabilità).

 

CHI SARA’ L’ULTIMA CLASSIFICATA?

Spesso legata al destino degli allenatori c’è ovviamente la corsa alla salvezza e ancora più nel dettaglio la sfida nell’evitare l’onta dell’ultimo posto. Al momento il fanalino di coda è il Cagliari, unica squadra senza vittorie e con soli 3 punti dopo 7 giornate. Ma vista la qualità indiscussa della rosa dei sardi che sulla carta dovrebbe essere da media classifica, gli analisti valutano come squadre più probabili a finire ultime la Salernitana al 50%, seguita dal Venezia al 30% e dallo Spezia al 25%

 

(Credits: Getty Images)

(105)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE