Napoli-Juve: Sarri vs. Allegri

Napoli-Juve: Sarri vs. Allegri

Napoli-Juve: Sarri vs. Allegri

94
0

 

Io non so se Allegri ci crede davvero che il Napoli sia la squadra favorita per vincere questo Campionato .

Magari è solamente più scaramantico di Totti che spera nella vittoria del Napoli venerdì e come seconda opzione se non dovesse vincere la Roma. E lo dichiara, con l’ironia che lo contraddistingue e grazie alla quale gli perdoneresti davvero tutto. Anche una simile profezia:”Se lo Scudetto non andasse alla Roma preferisco il Napoli, così per cambiare. A Torino si saranno stancati di festeggiare. A Napoli ci camperanno per altri cent’anni pure loro. Mi piacerebbe uno Scudetto al Sud. L’Inter? E no, all’Inter no“.

Che sarà uno spettacolo, e lo conferma il record di incasso, è certo. Perché in palio c’è molto. Oltre ai punti  al San Paolo ci giochiamo l’umore. Un -7 a occhio e croce non potremmo permettercelo. La forbice allargherebbe la distanza creando, in questo momento, un danno in vista degli scontri più complessi di quelli incontrati fin qui.

Anche se non sarà il definitivo. E anche se si prevede la vittoria della squadra di Sarri, con la sua solida e migliore difesa del Campionato a +4 dalla Juventus, Allegri ha un punto in più rispetto all’anno scorso.

Ad oggi lo scetticismo nei confronti di un ulteriore scatto bianconero, sembra solo e sempre la solita storia.

E io credo nel fino a prova contraria. Anche se non ci sarà Mandzukic e se il convocato Higuain, operato alla mano, non ancora in perfetta forma.

Alla mia amica nemica giornalista Anna Trieste e gli amici napoletani  non interessa pare: “Embè nuie ch’amma fà?“, Higuain non è un rimpianto, non è un ostacolo. Che giochi o meno, che giochi più o meno bene, non farà la differenza. Su Il Mattino, con la sua penna pungente aveva scritto: “a Napoli ormai «Gonzalo» è soltanto il nome di un attore che recita nel Segreto e che peraltro assomiglia a Morata. Nessuna nostalgia, insomma, al massimo un po’ di ironia per via di questo fatto che volente o nolente non pare esserci mai nelle partite importanti che contano, e qualche piccola curiosità da cabala“.

Ci risentiamo venerdì sera, Anna. Quando forse festeggerai Hamsik e il record di Maradona (con un gol raggiungerebbe il Pibe de Oro). Un affamato mangia. Ma se nel piatto non ci fosse il babà?

Affamali, Mister Allegri. Non scoraggiarli consegnando la cronaca di una morte annunciata.

 

(Credits: Getty Images)

(94)

Francesca Barra Francesca Barra, giornalista professionista, conduttrice tv e radiofonica. Ha scritto libri e inchieste di mafia per Rizzoli, condotto il programma su... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI