Spareggio Champions: Lazio favorita, l’Inter ci prova

Spareggio Champions: Lazio favorita, l’Inter ci prova

Spareggio Champions: Lazio favorita, l’Inter ci prova

630
0

Lo spareggio tra Lazio e Inter, che il calendario ha perfidamente sistemato all’ultima di campionato, sta vivendo di alcune tensioni innescate dalla questione De Vrij e da inevitabili timori prima di una sfida tanto delicata. È uno spareggio per modo di dire, perché la Lazio ha parecchie chance di sfangare questa partita molesta e andare in Champions, molte più di quante ne abbia l’Inter.
I dati oggettivi dicono che la squadra di Inzaghi ha 3 punti in più, può vincere o pareggiare con qualunque risultato e in più gioca in casa.
L’Inter invece può solo tentare di fare l’impresa all’Olimpico.

La polemica su De Vrij nasce dal fatto che il difensore olandese è stato preso dall’Inter e la notizia del suo contratto depositato sembra aver gettato scompiglio nell’ambiente biancoceleste. Comprensibile l’eventuale reazione dei tifosi laziali, molto meno quella di Tare “qualcuno ha giocato sporco”, in riferimento a giornalisti o alla stessa Inter. Se la Lazio ha curato direttamente la cessione di De Vrij all’Inter ed era quindi a conoscenza del fatto, come lo si era a Milano da febbraio, come può il semplice atto amministrativo di un contratto depositato, creare questo disagio? Diverso sarebbe se in occasione di una partita tanto importante l’Inter avesse improvvisamente fatto sapere di voler acquistare De Vrij o Immobile, per destabilizzare l’ambiente nell’imminenza della partita. Questa invece è una trattativa che va avanti da mesi e chiusa da tempo.

La Lazio sbaglierebbe solo se intendesse rinunciare alla sua prerogativa, quella di giocare per vincere. È una squadra che non sa amministrare e lo dimostra l’andamento dei suoi match, pieni di gol e spettacolo. L’esito rocambolesco deriva anche dal tipo di caratteristica dei giocatori biancocelesti. È pur vero che se anche l’Inter andasse in vantaggio, non può contare troppo sul vantaggio temporaneo, a meno che non arrivi a pochi minuti dal termine, perché Lazio ha molte soluzioni in più in avanti, inoltre rientra Immobile.

L’aspetto che deve far riflettere i tifosi nerazzurri invece è che l’Inter è una squadra che al momento decisivo da sette anni sbaglia sempre e fallisce l’obbiettivo. È un dato oggettivo che si perpetua dal 2011 e che parte dal presupposto di una mentalità inadeguata negli uomini, ancora prima che nei giocatori.
L’Inter negli ultimi campionati, con l’attuale ossatura (Handanovic, D’Ambrosio, Perisic, Icardi, Brozovic) è arrivata sempre almeno una posizione indietro a quella dell’obbiettivo minimo. Ogni stagione i nerazzurri hanno avuto l’occasione e le partite per svoltare e ogni volta hanno fallito l’approccio alla gara e dunque il risultato. È accaduto anche con il Sassuolo e domenica sera all’Olimpico all’Inter, pur giocando al massimo, non basterà la prestazione, dovrà intervenire anche un pizzico di fortuna e soprattutto una convinzione che non la squadra di Spalletti non potrà permettersi di smarrire per aver preso un gol, come accaduto praticamente sempre in questi anni. Gagliardini torna a disposizione ma dovrebbe partire dalla panchina, mentre Candreva sarà regolarmente in campo, nonostante il rendimento di questo periodo e la casistica degli zero gol segnati in questa stagione.

SNAI quota la Lazio a 2,45, l’Inter a 2,75, il pari a 3,50. Il pari è un risultato quotato ma la partita sarà giocata soprattutto sui nervi e poca freddezza. L’Inter ha una seconda occasione ma questa volta contro un avversario molto più forte e un coefficiente di difficoltà enormemente più elevato. Provarci non costa nulla. Inzaghi invece lavorerà tutta la settimana sulla testa dei giocatori, sapendo che la squadra è sufficiente che resti in partita e lavori su una gestione saggia del match.

 

Gioca sempre responsabilmente.

(Credits: Getty Images)

(630)

Lapo De Carlo Giornalista, conduttore televisivo, radiofonico e conduttore di RMC Sport è anche esperto di conduzione e comunicazione. Collabora con la medesima ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI