SERIE B PRIMA GIORNATA VENEZIA-GENOA IL CLOU DI UNA DOMENICA DA URLO

SERIE B PRIMA GIORNATA VENEZIA-GENOA IL CLOU DI UNA DOMENICA DA URLO

SERIE B PRIMA GIORNATA VENEZIA-GENOA IL CLOU DI UNA DOMENICA DA URLO

8
0

Le prime quattro partite hanno prodotto 15 gol con emozioni a non finire. La Serie B 2022-23 è cominciata mantenendo le promesse, dando spettacolo, e sarà così molto probabilmente fino alla fine. Così siamo pronti a goderci anche le restanti sfide della prima giornata, che si giocheranno tutte in contemporanea, stasera, alle 20.45, con fari puntati su Venezia-Genoa, che l’anno scorso era un match di Serie A, ma senza dimenticare Ascoli-Ternana, Benevento-Cosenza, Brescia-Südtirol, Modena-Frosinone e Spal-Reggina. Vediamo, una per una in rigoroso ordine-alfabetico, le gare di una domenica da urlo.

SERIE B PRIMA GIORNATA ASCOLI-TERNANA

Il debutto ufficiale della stagione, in Coppa Italia, ha visto l’Ascoli vincere a Venezia e la Ternana cedere alla Cremonese. Nulla di particolarmente sorprendente: i marchigiani, che sono passati dalla guida di Sottil a quella di Bucchi, si affidano a una rosa collaudata, impreziosita dall’arrivo di Gondo in attacco, mentre Lucarelli, confermato sulla panchina degli umbri, deve scegliere tra il recuperato Donnarumma e l’ultimo arrivato Favilli per la posizione di centravanti. Spettacolo assicurato tra due squadre molto “verticali”.

SERIE B PRIMA GIORNATA BENEVENTO-COSENZA

Il Benevento ha perso Lapadula e adesso ha in Forte il suo principale terminale offensivo, ma per la gara di stasera, che giochi titolare o parta dalla panchina, occhio a Farias, recuperato alla causa dopo le difficoltà dell’anno scorso e autore di un ottimo precampionato. Il Cosenza punta sulla voglia di mettersi in mostra dell’ex di turno, Brignola, e in generale su un gruppo granitico che renderà dura la vita alle Streghe chiudendo ogni spazio.

SERIE B PRIMA GIORNATA BRESCIA-SÜDTIROL

Brescia-Südtirol è la sfida più impari della prima giornata di Serie B e il roboante 4-1 con il quale le Rondinelle hanno travolto il Pisa in Coppa Italia probabilmente ha acuito la percezione di un divario enorme tra le due avversarie di stasera, senza contare che gli altoatesini, dopo l’improvviso divorzio da Zauli, saranno guidati dal tecnico della Primavera, Leandro Greco. I lombardi puntano sui gol di Bianchi e Ayé, ma soprattutto sull’estro di Moreo, trequartista nel 4-3-1-2, e dovranno guardarsi dal tridente Carretta-Mazzocchi-Rover e dagli inserimenti di Nicolussi-Caviglia, scuola Juventus.

SERIE B PRIMA GIORNATA MODENA-FROSINONE

Il Modena è una neopromossa ma una squadra che presenta una coppia d’attacco Falcinelli-Diaw è tutt’altro che una matricola allo sbaraglio. Il 3-2 con cui gli emiliani hanno vinto il derby con il Sassuolo in Coppa Italia spiega che giocheranno un ruolo importante in questa Serie B e la sfida con il Frosinone, altra possibile outsider, dirà già qualcosa su che tipo di campionato potranno disputare. I ciociari hanno l’imbarazzo della scelta in attacco: Moro potrebbe spuntarla sugli altri.

SERIE B PRIMA GIORNATA SPAL-REGGINA

Pippo Inzaghi esordì come allenatore tra i professionisti al Milan, nel 2014, battendo 3-1 la Lazio. Lo aiutò Menez che segnò su rigore la terza rete rossonera. Oggi Menez ha 35 anni e si appresta ad affrontare la terza stagione consecutiva alla Reggina: non sa ancora se partirà titolare a Ferrara contro la Spal, ma anche a gara in corso potrebbe dare il proprio contributo, anche in termini di assist, per i vari Canotto, Rivas, Gori o Santander, a seconda delle scelte di Superpippo. Dall’altro lato Venturato sa bene che lo aspetta un’altra stagione difficile e conquistare subito i punti salvezza sarà fondamentale: lo farà con Mancosu tra le linee e la coppia Moncini-La Mantia davanti.

SERIE B PRIMA GIORNATA VENEZIA-GENOA

Chiudiamo con il match più atteso, tra due club retrocessi che però partono con prospettive molto diverse in questa stagione. Il Venezia ha scommesso su Javorcic, protagonista in Serie C al Südtirol, ma ha rivoluzionato l’organico, pur tenendo due giocatori come Busio e Johnsen, che dopo l’esperienza in A possono fare la differenza tra i cadetti, così come Novakovich, che conosce bene la categoria. Il Genoa vuole il ritorno immediato in A e ha dato a Blessin l’unica cosa che gli mancava l’anno scorso: l’uomo-gol. Si tratta di Massimo Coda, che già mostrato le proprie qualità in Coppa Italia e spera di lasciare il segno anche in Laguna.

(Credit: Getty Images)

(8)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE