Serie B, tutte le info sulla 5a Giornata

Serie B, tutte le info sulla 5a Giornata

Serie B, tutte le info sulla 5a Giornata

19
0

In attesa dell’ennesima pronuncia attesa per domani e che non promette di essere l’ultimo capitolo nella vicenda ripescaggi (l’ultimo aggiornamento lo trovate qui), in Serie B è già tempo di scendere in campo per il primo turno infrasettimanale della stagione che vede riposare il Venezia, in pausa di riflessione dopo 3 sconfitte consecutive. La classifica ha un nuovo padrone, il Verona. Andiamo a vedere nel dettaglio partite e quote SNAI della 5a Giornata.

CROLLA LA FORTEZZA – Bisogna risalire al 7 aprile 2018 per ritrovare l’ultima sconfitta in trasferta del Cittadella, un sonoro 5-1 a Terni che dava seguito ad un 2-1 patito a Venezia, roba rara per una squadra che ci ha abituato a fare più punti fuori che in casa. La sconfitta di misura contro lo Spezia (1-0) viene pagata immediatamente a caro prezzo da Venturato&Co con la caduta dalla testa della classifica. Quello di Marco Crimi è anche il primo gol subito dal Cittadella in questa stagione ed arriva dopo che i granata rimangono in 10 per l’espulsione di Panico, punito con due giornate di squalifica ’per avere all’atto del provvedimento di ammonizione, rivolto all’Arbitro un’espressione ingiuriosa’ quella che gli è costata il secondo cartellino e che gli farà saltare il delicato scontro diretto col Benevento. Un comportamento probabilmente figlio del clamoroso rigore non dato per il fallo su Iori qualche minuto prima, un episodio che, secondo il tecnico granata, ’ha condizionato la partita.’ Una partita persa ma da cui il Cittadella esce comunque a testa alta avendo tenuto botta anche in 10 uomini e che lascia ben sperare per stasera: per Venturato sarà la panchina numero 301 tra i professionisti dopo avere tagliato il prestigioso traguardo sabato scorso in Liguria. Al ’Tombolato’, gli ultimi due precedenti contro la Strega sono ottimi: due vittorie (5-2 ed 1-0) che danno i padroni di casa leggermente favoriti sugli ospiti: 1 a 2.60 contro il 2.90 del 2. La squadra di Bucchi viene dalla netta vittoria nel derby con la Salernitana (4-0) ed è in rampa di lancio nel dare la caccia al Verona avendo anche una partita ancora da giocare rispetto alla capolista: giova ricordare che secondo le quote SNAI in Antepost, al momento, i giallorossi godono delle stesse chance di vincere il campionato del Palermo (4.50) preceduti dal Verona per una mezza incollatura (4.50).

OCCHIO ALL’EX – Sarà una partita amarcord quella del ’Rigamonti’ che vedrà di fronte Brescia e Palermo: Eugenio Corini, 129 presenze e 25 reti con la maglia rosanero, uno entrato di diritto nella storia del club siciliano, si para davanti agli obiettivi di Tedino&Co cercando di non cedere alla nostalgia e di portare a Brescia la prima vittoria stagionale. ’Voglio che questa squadra torni a vincere una partita,’ ha detto il tecnico bresciano alla vigilia e senza scaramanzie di sorta: d’altronde, l’ultima vittoria in Serie B delle rondinelle risale al 17 aprile scorso (0-1 a La Spezia) prima che il Brescia chiudesse la stagione con 3 sconfitte e 3 pareggi. Sembra un delitto perfetto quello che attende il Palermo che, in questo stadio, ha sempre faticato lasciando punti importanti nella corsa alla Serie A: 0-0 nel settembre 2017 e 1-1 nella Serie B del 2013. Se l’1 a 2.95 vi sembra azzardato, fa gola l’X a 3.05.
Un altro ex in panchina sarà Cristiano Lucarelli. Prima di Livorno, Lecce è stata la sua seconda casa dal 1999 al 2001, collezionandovi 59 presenze e 27 reti, miglior realizzatore dei giallorossi in Serie A prima dell’avvento di Ernesto Chevanton. Nel Salento i ricordi da calciatore sono tantissimi, ma non pochi sono quelli da ex da quando è passato al ruolo di ’Mister’: nel 2013-14 lo incontra due volte col Viareggio e, battendolo 2-0 in casa, ne ferma la corsa promozione; nel 2016-17, copione simile: perde all’andata ma vince al ritorno in Salento (0-1) e fa saltare la panchina di Padalino. Gli ultimi incroci nel 2017-18: stavolta Lucarelli vince l’andata col Catania (e fa presentare le dimissioni a Rizzo) ma pareggia il ritorno (1-1) che probabilmente costa al Catania la promozione in B per la quale Lucarelli era in combutta proprio col Lecce. Se la controtendenza è quella giusta, l’1 a 2.60 è una quota molto ghiotta anche se il Lecce viene dall’importante vittoria (2-1) contro il Venezia, la prima del campionato, proprio quella a cui gli amaranto ancora aspirano.
Ex lo è anche Colantuono, due stagioni e 38 presenze all’Ascoli dal 1989 al 1991, che si appresta ad affrontare con la Salernitana all’Arechi’: in 5 incontri contro il Picchio, il tecnico romano ha vinto 4 volte con l’ultima vittoria risalente al 2010 (2-1 in Serie A sulla panchina dell’Atalanta); mentre l’ultimo precedente, sulla panchina del Bari, è amarissimo: 1-2 al San Nicola (2017). Interessante la quota dell’1 a 2.10 se per Colantuono fosse tempo per riprendere il discorso interrotto.

LE QUOTE – Quasi una sentenza l’1.95 dell’1 in Perugia-Carpi, non coglierla sarebbe un delitto. Nei posticipi di domani, occhio all’X in Cremonese-Cosenza dato a 3.20 in una partita in cui i lombardi sono dati come netti favoriti (1 a 1.90 contro il 4.50 del Cosenza), mentre paga bene anche il successo foggiano allo ‘Zaccheria’ contro il Padova, 1 a 2.05

BRESCIA-PALERMO X quota SNAI 3.05
CITTADELLA-BENEVENTO 1 quota SNAI 2.60
LIVORNO-LECCE 1 quota SNAI 2.60
PERUGIA-CARPI 1 quota SNAI 1.95
PESCARA-CROTONE 2 quota SNAI 2.90
SALERNITANA-ASCOLI 1 quota SNAI 2.10
VERONA-SPEZIA 1 quota SNAI 1.95
CREMONESE-COSENZA X quota SNAI 3.20
FOGGIA-PADOVA 1 quota SNAI 2.05

Multipla ‘dell’ex’
BRESCIA-PALERMO (X – 3.05)
LIVORNO-LECCE (1 – 2.60)
SALERNITANA-ASCOLI (1 – 2.10)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 166,53€

 

Gioca sempre responsabilmente.

Credits: Getty Images

(19)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI