Serie B, le info sulla terza giornata

Serie B, le info sulla terza giornata

Serie B, le info sulla terza giornata

78
0

Finita la pausa ed archiviata la sentenza del Collegio di Garanzia che lascia immutata la situazione in Serie B, ci apprestiamo a vivere il terzo weekend in serie cadetta che vedrà riposare il Perugia. Ghiottissima l’occasione per il Cittadella di inanellare la terza vittoria consecutiva ed allungare il passo. Il Verona, dopo il riposo, ritorna al Bentegodi cercando di far dimenticare il pareggio all’esordio col Padova. Turno ricco di scontri interessanti: si parte stasera con Venezia-Benevento (ore 21:00), si continua sabato con Brescia-Pescara (ore 15:00) per finire domenica col posticipo Foggia-Palermo (ore 21:00) e lunedì con Livorno-Crotone (ore 21:00).

LA PARTITA DI PASCALI – Qualcuno se lo ricorderà per il suo passaggio agli scozzessi del Kilmarnock, Manuel Pascali ha passato ben sette stagioni al ’Killie’ diventandone una leggenda, vincendo la Coppa di Scozia ed incarnando alla perfezione il prototipo del giocatore italiano che con umiltà si fa strada nel calcio straniero, ed in particolare in quello anglo-sassone, legando il proprio nome al club che lo adotta come beniamino. Una storia che parte da lontano e comincia al Pizzighettone quando Pascali gioca con Sergio Porrini, ex-Juve e per quattro stagioni ai Rangers di Glasgow. L’ex atalantino lo catechizza sul calcio scozzese e su come sarebbe adatto al suo stile di gioco. Ma ci vogliono ancora quattro anni prima che si concretizzi il passaggio al Killie: nel frattempo Pascali conosce qualche delusione (Parma) e l’esaltante stagione a Foligno dove, in compagnia di Volta, Parolo e Cacciatore, sfiora la Serie B guidato da Mister Bisoli. Per arrivare al Kilmarnock, Pascali deve affrontare un provino per convincere tecnico e dirigenti, un ostacolo su cui molti altri connazionali si erano arenati: contratto di tre anni e la fascia di capitano che segue non molto tempo dopo a coronare un innamoramento tra lui e la tifoseria biancoblu. Dopo 7 stagioni, 198 presenze e 14 gol, Pascali non si lascia scappare l’occasione di tornare in Italia, al Cittadella, nel 2015, con cui conquista la promozione in Serie B. Il resto è storia recente, con il passaggio al Cosenza nel 2017 ed un’altra emozionante promozione a 37 anni, vissuta da protagonista (26 presenze in campionato e 7 nei play-off). Nessuna presenza in questa stagione ancora, ma la speranza di poter scendere in campo contro la sua ex squadra Manuel deve reconditamente coltivarla. Pascali vorrebbe prendersi una rivincita sul club che non lo ha considerato più parte del progetto nel corso della scorsa estate: ’ho fatto un passo indietro (andare in Serie C al Cosenza –ndr) per prendere la rincorsa e sorprendere tutti ancora una volta. E dire che la stagione era cominciata nel peggiore dei modi tra contestazioni e l’esonero del Mister, ma passione e lavoro hanno premiato e senza che ce lo aspettassimo ne è uscito un anno fantastico.’ Nonostante il momento durissimo, Pascali resiste alla tentazione di mollare in corsa ed ora rivive la B col Cosenza e si prepara alla sua prima vigilia da ex, non avendo mai affrontato prima in carriera una sua ex squadra di cui tesse le lodi snocciolandone le qualità: ’di loro temo Schenetti, ormai uno dei più forti in B, poi Iori, gli attaccanti e la loro solidità e consapevolezza, infatti grazie al DS ed a Mister Venturato giocano allo stesso modo da quattro anni trovando sempre nuovi innesti che si integrano alla perfezione. È un vantaggio che li porterà lontano, hanno capito cosa serve per fare il salto definitivo.’ Il Cittadella, dovrà infatti riconfermasi in casa dopo il grande avvio, secco 3-0 al Crotone, seguito dalla solita ’2 fisso’ lontano dal ’Tombolato’ (0-1 a Carpi): se i granata manterranno lo stesso ruolino in trasferta a cui ci hanno abituato nelle passate stagioni, aggiungendo la solidità tra le mura di casa che è sempre mancata, potrebbero essere la ’rivelazione’ della stagione in corso. L’entusiasmo è palpabile visto il record di abbonati (2500 su poco più di 7000 posti a sedere) ed i padroni di casa sono ampiamente favoriti con l’1 a 1.80 laddove il Cosenza, un solo punto sinora, dovrà scalare la montagna del 2 a 4.75. Se poi volete puntare su Pascali titolare ed addirittura in gol, la quota di Marcatore Sì è data a 12.00 dai quotisti SNAI, in bocca al lupo a lui ed a voi!

RIPARTIRE – Seppur reduci da due risultati diversi (pareggio per il Palermo e sconfitta per il Foggia), rossoneri e rosaneri hanno la voglia di ripartire dopo i passi falsi commessi prima della sosta. Per il Foggia un passo indietro dopo la bella vittoria contro il Carpi, ma Grassadonia è rimasto comunque soddisfatto della prestazione offerta dalla squadra, semmai penalizzata dai troppi errori individuali. La sosta ho offerto i tempi giusti per mettere a punto i dettagli in vista della sfida contro il Palermo. La squadra di Tedino, invece, vive l’assillo della prima vittoria in campionato. Dopo l’esordio senza gol a Salerno, l’incredibile partita contro la Cremonese riacciuffata per i capelli ed ora una trasferta in Puglia che dovrà essere affrontata come uno scontro diretto per quella promozione in A che il Palermo vuole e deve inseguire sul campo dopo gli strascichi in tribunale. Le quote SNAI sono infatti equilibratissime: il Palermo (2) è favorito per un piccolo margine (2.95) sul Foggia (1 a 2.50) laddove l’ennesimo pareggio viene dato a 3.05 ma potrebbe incominciare a smuovere i pruriti di Zamparini.

VENERDÌ VENEZIANO – Fari puntati sul ’Penzo’ stasera per Venezia-Benevento. I sanniti devono riscattarsi dopo il pareggio all’esordio in casa con il Lecce, ma la lunga pausa (alla seconda giornata hanno riposato) non ha permesso di recuperare gli infortunati Tuia e Costa e probabilmente vedrà in panchina l’acciaccato Antei, convocato per l’incontro. Perso il derby col Padova, Vecchi chiede ai suoi di reagire in quello che sulla carta può considerarsi uno scontro diretto per la promozione: ’arriviamo da una brutta sconfitta, e ci aspetta una partita molto difficile contro una delle favorite (Benevento vincente della B a 6.00 in Antepost –ndr). Abbiamo appena iniziato la stagione, abbiamo vissuto male questa sconfitta perché era un derby, ma adesso abbiamo tutte le possibilità di tornare in alto.’ Per stasera i favori del pronostico pendono verso il Venezia con l’1 a 2.50 contro il 3.00 del 2. I tanti problemi di formazione di Bucchi potrebbero fornire un prezioso assist al Venezia.

LE QUOTE – Interessantissimo l’1 a 2.55 di Ascoli-Lecce, mentre è quasi scontato il successo dell’Hellas Verona contro il Carpi a 1.75. Dopo l’amaro esordio in B in trasferta (2-1 a Pescara) il Livorno di Lucarelli cerca riscatto contro il Crotone nel Monday Night sospinto dal pubblico del ’Picchi’, l’1 a 3.45 potrebbe essere un regalo da non lasciarsi sfuggire.

VENEZIA-BENEVENTO X quota SNAI 3.00
ASCOLI-LECCE 1 quota SNAI 2.55
BRESCIA-PESCARA X quota SNAI 3.15
CITTADELLA-COSENZA 1 quota SNAI 1.80
CREMONESE-SPEZIA 2 quota SNAI 3.40
SALERNITANA-PADOVA X quota SNAI 3.00
VERONA-CARPI 1 quota SNAI 1.75
FOGGIA-PALERMO X quota SNAI 3.05
LIVORNO-CROTONE 1 quota SNAI 3.45

Multipla ’Mister X’
VENEZIA-BENEVENTO (X – 3.00)
BRESCIA-PESCARA (X – 3.15)
SALERNITANA-PADOVA (X – 3.00)
FOGGIA-PALERMO (X – 3.05)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 864,67€

 

Gioca sempre responsabilmente.

Credits: Getty Images

(78)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI