Serie B, le quote della 11° giornata

Serie B, le quote della 11° giornata

Serie B, le quote della 11° giornata

95
0

Prendiamo una pausa dalle note vicende giudiziare (trovate gli ultimi sviluppi qui) e riavvolgiamo il nastro del campionato vedendo quello che è successo nelle ultime tre giornate e come le squadre si preparano al weekend che si apre stasera con Verona-Cremonese, anticipo dell’11esima giornata di Serie B.

ALL’INFERNO E RITORNO– Sembra superata la crisi del Palermo che, dopo avere rimpiazzato Tedino con Stellone (ma parleremmo di ennesimo avvicendamento tra dipendenti di Zamparini…), ha messo insieme tre vittorie ed un pareggio e si trova a ridosso della sorprendente capolista Pescara. I rosanero hanno approfittato delle balbuzie della favorita Verona (appena un successo nelle ultime tre partite) sorpassandola in classifica: il successo col Cosenza domani pomeriggio alla ’Favorita’ sembra quasi ovvio con l’1 a 1.55. Forse non se l’era immaginato così l’avvio di campionato Fabio Grosso, ma la prudenza alla vigilia dell’esordio in campionato fa rivalutare la saggezza del tecnico abruzzese ancora apprezzato dalla piazza nonostante la posizione in classifica.

Un idillio che però dovrà essere corroborato dai risultati viste le ambizioni del Verona di tornare prontamente in Serie A. Per questo, l’unico risultato possibile per stasera è la vittoria contro la Cremonese data a 1.85 (1). Dove l’idillio, invece, non è mai sbocciato è a Crotone: fatale il pareggio con la Salernitana (1-1) di domenica scorsa che ha provocato l’esonero di Stroppa che lascia il Crotone nella seconda metà della classifica! Prima di affidare la squadra a Massimo Oddo, interlocutorio il match a Lecce nelle mani del tecnico della Primavera Moschella: la sconfitta (1-0) decreta ulteriormente la pessima classifica dei pitagorici ora 12esimi ed attesi dal match in casa contro il Carpi. Oddo non è scoraggiato ed esordisce con entusiasmo: ho accettato questa sfida perché so perfettamente cosa fare,’ ha detto ieri nel corso della presentazione ’devo sperimentare in allenamento in quali ruoli i miei calciatori vanno meglio.’ Tuttavia il tecnico è consapevole che ’adesso dobbiamo sbagliare il meno possibile, dobbiamo andare di corsa e sono convinto che abbiamo i mezzi per agganciare chi sta davanti.’ I punti dal ’suo’ Pescara sono 8, difficile ma non impossibile, come non sembra difficile l’1 a 1.55 per domenica pomeriggio. In bocca al lupo!

VENEZENGA– In B Oddo non è l’unico volto (relativamente) nuovo visto che, a Venezia, ritroviamo Walter Zenga. Per Zenga si tratta del debutto in Serie B visto che l’ex portiere di Inter e Nazionale non aveva mai allenato nella serie cadetta pur avendola ’guadagnata’ nel maggio scorso con la retrocessione del Crotone. Ottimo bilancio per l’Uomo Ragno che strappa pareggi (entrambi 1-1) di lusso contro Verona e Palermo (contro la sua ex è andato vicino al successo) e vince a Cremona (0-1) facendo riprendere quota ai lagunari. La strada di Zenga si re-incrocia con quella della Salernitana: era il lontano 1978 quando un diciottenne Zenga viene girato in prestito dall’Inter ai granata, allora in Serie C1, per la sua prima esperienza da professionista. Una stagione chiusa con sole 3 presenze, 6 gol subiti ed una serie di errori traumatici che sembravano poterne segnare la carriera. Mai arrivare a conclusioni troppo affrettate. Zenga punta a dare continuità al bel successo dello ’Zini’: 1 a 2.25.

NESSUNO DOMINA
– Se in generale la Serie B è un campionato equilibrato, quello di quest’anno sembra esserlo più della norma. Il solo Verona, ora comunque in flessione di risultati, ha collezionato 4 vittorie di fila laddove persino il Pescara capolista non è andato oltre le 2. In coda è drammatica la situazione di Livorno e Carpi, due vittorie in due (una democraticamente ciascuno) e Lucarelli che rischia l’esonero: se domenica sera non vince contro il Perugia, lunedì gli amaranto potrebbero avere un nuovo allenatore. ’Conosco il mio mestiere,’ ha detto il tecnico livornese senza farsi troppe illusioni ’so che è legato ai risultati della squadra e, in Italia, la soluzione è esonerare il mister, visto che analoga cosa non si può fare nei confronti delle altre componenti.’ Situazione da fifty-fifty con l’1 ed il 2 dati alla stessa quota: 2.70.

LE ALTRE QUOTE– Interessante il derby tra Padova e Cittadella dove la vena corsara della squadra di Venturato (7 punti in trasferta su 15 conquistati) si scontrerà contro l’ottima forma casalinga biancorossa: la neo-promossa è una delle poche squadre a non aver mai perso in casa sinora, se credete alla ’prima volta’ il 2 è dato a 2.95! Dopo essere tornato a galla dal -8, il Foggia si è fermato: una sconfitta e due pareggi, ripartire contro una squadra in salute e ben piazzata come il Brescia non sarà facile ma l’1 è dato a 2.10 dai quotisti SNAI. Quasi scontata la vittoria del Benevento contro l’Ascoli (1 a 1.60).

VERONA-CREMONESE 1 quota SNAI 1.85
FOGGIA-BRESCIA 1 quota SNAI 2.10
PADOVA-CITTADELLA 2 quota SNAI 2.95
PALERMO-COSENZA 1 quota SNAI 1.55
BENEVENTO ASCOLI 1 quota SNAI 1.60
CROTONE-CARPI 1 quota SNAI 1.55
VENEZIA-SALERNITANA 1 quota SNAI 2.25
LIVORNO-PERUGIA X quota SNAI 2.95
PESCARA-LECCE 1 quota SNAI 2.05

Multipla Casalinga
VERONA-CREMONESE (1 – 1.85)
FOGGIA-BRESCIA (1 – 2.10)
PALERMO-COSENZA (1 – 1.55)
BENEVENTO-ASCOLI (1 – 1.60)
CROTONE-CARPI (1 – 1.55)
VENEZIA-SALERNITANA (1 – 2.25
PESCARA-LECCE (1 – 2.05)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 688,82€

(Credits: Getty Images)

(95)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI