Serie B, le quote della 25^ giornata

Serie B, le quote della 25^ giornata

Serie B, le quote della 25^ giornata

105
2

Malmenato anche dal Venezia, il Bari è crollato al ‘Penzo’ ed in classifica mettendo in seria discussione il suo posto play-off ora persino minacciato dallo Spezia, vittorioso nel derby del Monday Night contro l’Entella, squadrain caduta libera della zona retrocessione. Per i baresi la sfida contro il Frosinone di domani pomeriggio rappresenta un’importante crocevia della stagione mentre per i canarini l’occasione per consolidare la leadership. Balzo della tigre per il Cittadella, ora immediatamente dietro alle prime tre. In coda salta un’altra panchina (Novara) e spronfonda la Ternana.

I TRE TENORI ALL’ACUTO – Una rondine non fa primavera, specie dopo i giorni della merla, però ci sembra che ‘quelle tre’ stiano lentamente creando un vuoto dietro di loro con la stessa pazienza ed efficienza con cui la stessa rondine fa il nido. Complice la frenata del Palermo, l’Empoli completa l’operazione aggancio ai danni dei rosanero e tiene il Frosinone a portata di vittoria (-3): ci sarà da lottare fino alla fine per i due posti diretti in Serie A, e se sempre quella rondine non fa primavera, gli undici canarini invece fanno ciao con la mano. Infatti, con la quinta vittoria consecutiva, gli uomini di Longo stabiliscono il record personale stagionale e della serie cadetta, un record che l’Empoli mira ad equagliare domani pomeriggio ad Ascoli. Difficile stabilire chi sulla carta abbia l’impegno più difficile.
Il Frosinone fa visita ad un Bari ferito (non vince da cinque partite, le sconfitte consecutive sono due) ma che di fronte al proprio pubblico ha sempre dato il meglio di se (Empoli a parte) collezionando 25 dei 35 punti collezionati in questo campionato. ‘Non siamo diventati brocchi,’ rassicura Galano che di certo brocco non lo è mai stato ma non trova la porta da un po’. Per i canarini l’importante sarà non sottovalutare l’impegno, lo stesso Galano li mette in guardia: ‘partite come queste ti aiutano a svoltare’ quindi attenzione a credere che i 3 punti siano gia’ acquisiti, anche se obiettivamente la situazione ambientale non è (come al solito) ideale per il Bari. Un altro Primo Tempo come quelli visti contro l’Empoli ed il Venezia, e l’atmosfera del San Nicola si incupirebbe d’un tratto ed a favore degli ospiti. Tutte considerazione messe nel piatto dai quotisti SNAI che infatti danno leggermente favorito il Frosinone a 2.65 contro il 2.80 dei galletti. Il pareggio, che al San Nicola non è proprio di moda (0-0 contro il Parma), è dato a 3.05. La contemporaneità della partita con quella di Ascoli, sarà un ulteriore stimolo per gli uomini di Longo vogliosi di rientrare alla base certi del primo posto ed in attesa che il Palermo ricevi il Foggia nel Monday Night.
Classifica alla mano, l’Empoli di Caputo (19 reti e tanti saluti a Galano&Co ) dovrebbe vincere a mani basse al ‘Del Duca’, ma i bianconeri di Cosmi sono una squadra imprevedibile: capaci di perdere quando dovrebbero vincere (Pro Vercelli) e poi tirare fuori la prestazione e la vittoria quando meno ce li si aspetta (Novara). L’Empoli anche ci mette del suo a causa di un andamento incerto lontano dal ‘Franchi’, equamente diviso tra vittorie (4), pareggi (4) e sconfitte (4). Aggiungeteci che l’Ascoli non vince in casa dal 24 ottobre 2017 (3-1 allo Spezia) ed il trappolone per la squadra di Andreazzoli sembra dietro l’angolo per una vittoria dei padroni di casa che pagherebbe 4.25 volte la posta. Empoli ovvio favorito a 1.87, ed onestamente la spinta psicologica di cui godono in questo momento i toscani non ci fa immaginare un risultato diverso dal 2.
In antepost il Frosinone si avvicenda al Palermo (a 2.25 come vincente del campionato contro il 3.00 dei rosanero) mentre l’Empoli passa da 4.50 a 3.50. Sono tutte là-

CITTADELLA C’È – Più in là (vincitore della B a 25.00!) c’è anche il Cittadella che ne vince tre nelle ultime sei e scala posizioni: ormai è sola dietro al trio di testa con 38 punti. Ovvio che trattandosi del Cittadella è necessario usare la dovuta cautela ma, guardando all’andamento della passata stagione, il classico momento di flessione dovrebbe essere alle spalle. La squadra di Venturato ha gli stessi punti del 2016-17 dopo 24 giornate (38) per cui è difficile, anche se siamo solo a febbraio, non considerarla ‘squadra da play-off’. Nonostante questi numeri, il patron Gabrielli fa il modesto o lo scaramantico e parla di ‘salvezza prioritaria’. Optiamo per la scaramanzia e la voglia di tenere un profilo basso onde evitare qualche capitombolo epico a cui i granata ci hanno abituato: la tradizione col Novara, infatti, non è tutta dalla parte dei padroni di casa con un pareggio (2-2 del 2014) una vittoria (3-1 del 2016) ed una sconfitta (cappottone, 2-6, del 2013) nelle ultime tre uscite casalinghe contro i piemontesi.
La sfida dei veneti in casa con gli azzurri passa attraverso la ‘prova della scossa’ visto che a Novara è cambiato il titolare della panchina: riuscirà Di Carlo a far valere l’effetto benefico del cambio di allenatore? Le difficoltà casalinghe del Cittadella (solo 15 dei 38 punti raccolti) potrebbero incoraggiare il tecnico di Cassino al colpaccio, ma il 2 è dato a 5.25 nonostante le ultime due sconfitte consecutive del Cittadella al Tombolato (Carpi e Frosinone) e l’ultima vittoria risale al 25 novembre 2017. L’esito è rinviato a domenica pomeriggio ma noi ci sentiamo abbastanza tranquilli per puntare sull’1 a 1.70.
Alle spalle del Cittadella ci sono le tre terribili neopromosse (Parma, Venezia e Cremonese) che fino all’ultimo dovranno vedersela con le ‘vecchie’ piazze di Bari, Carpi e Spezia in un interessante scontro tra vecchia e nuova nobiltà del campionato che verrà messa in scena domani pomeriggio al ‘Picco’ quando Spezia e Venezia incroceranno i tacchetti. Molto ghiotta la quota dell’X a 2.95.
Altro incrocio play-off è Carpi-Cremonese dove i lombardi partono sfavoriti (3.10) ma potrebbero pensare al colpaccio visto il loro discreto ruolino lontano dallo ‘Zini’ (3 vittorie e 7 pareggi in 12 incontri).
A scontri diretti acquisiti, il Parma scenderà in campo domenica pomeriggio per ricevere il Perugia e provare ad approfittare della situazione, ghiotta come l’1 a 1.85.

LA BOLLETTA – Undici partite e zero pareggi, non era mai successo in Serie B quest’anno dove anche un solo pareggio aveva tenuto fede alla fama di campionato più equilibrato in Europa. L’ultima volta proprio nel febbraio scorso (27^ giornata). Un evento più unico che raro che si è abbattuto sulla nostra bolletta dove i segni X erano ben 5: i successi a sorpresa di Ascoli, Brescia e Pro Vercelli hanno dato la mazzata finale consentendoci di esultare solo per le vittorie di Frosinone, Cesena e Venezia. Pazienza. Proviamo a rifarci in questo weekend dove il campionato dovrebbe tornare sui soliti canoni ed alcune squadre sembrano nettamente favorite (Empoli, Frosinone, Parma e Cittadella). Ghiotto l’1 a 2.25 per il ritorno al successo in casa dell’Avellino. ‘Non centrare i play-off sarebbe fallimentare,’ avvisa il patron del Pescara Sebastiani, ed obiettivamente se gli abruzzesi perdono con la Salernitana (2 a 3.40!) rischieremo di veder saltare l’undicesima panchina in B.

ASCOLI-EMPOLI 2 quota SNAI 1.87
AVELLINO-CESENA 1 quota SNAI 2.25
BARI-FROSINONE 2 quota SNAI 2.65
CARPI-CREMONESE 2 quota SNAI 3.10
PESCARA-SALERNITANA 2 quota SNAI 3.40
PRO VERCELLI-BRESCIA X quota SNAI 3.15
SPEZIA-VENEZIA X quota SNAI 2.95
TERNANA-ENTELLA 1 quota SNAI 2.30
PARMA-PERUGIA 1 quota SNAI 1.85
CITTADELLA-NOVARA 1 quota SNAI 1.87
PALERMO-FOGGIA 1 quota SNAI 1.63

Multipla ‘Vecchio e Nuovo’
BARI-FROSINONE (2 – 2.65)
CARPI-CREMONESE (2 – 3.10)
SPEZIA-VENEZIA (X – 2.95)
PARMA-PERUGIA (1 – 1.85)
CITTADELLA-NOVARA (1 – 1.70)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 762,16€

(105)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

Commento(2)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI