Serie B, le quote della 28esima giornata

Serie B, le quote della 28esima giornata

Serie B, le quote della 28esima giornata

57
1

Le avvisaglie c’erano state già nel pareggio contro il Padova, la sveglia è arrivata contro il Cittadella: Brescia, abbiamo un problema. La squadra di Corini sembra accusare stanchezza ed i tanti infortuni cominciano anche a ledere le possibilità di schierare sempre e comunque la migliore formazione possibile, della quale, alcuni protagonisti, cominciano ad accusare segni di fatica. Solo un momento od un trend che potrebbe regalarci l’ennesimo avvicendamento in testa alla Serie B? Il Palermo ci spera, cogliendo intanto un’importantissima vittoria contro il Lecce, per la classifica, per il morale e per il pubblico che non sta facendo mancare il suo sostegno in uno dei momenti più delicati della storia societaria da 10 anni a questa parte. Sorprende in negativo anche il Benevento che a Livorno lascia tutto: tre punti e secondo posto, permettendo anche al Pescara di sorpassarlo. In coda quasi un nulla di fatto con i tanti pareggi registratisi, per questo il balzo più considerevole lo fa il Foggia depennando il Cosenza (1-0) attraendolo verso il basso. La terza sconfitta consecutiva del Venezia (1-0 a Verona) costa la panchina a Zenga e permette a Serse Cosmi di riaffacciarsi in serie cadetta. Andiamo a vedere il menu della 28esima giornata e gli ingredienti SNAI per le quote.

COSENZA PER CAPIRE – Che sia un momento no lo si era capito già a Padova. Diciamo pure che perdere con il Cittadella, in crescita dopo il brillante successo contro il Lecce, ci sta. Ora però il Brescia deve reagire. Perché la classifica vede il Palermo nuovamente vicino (-2) e con una partita di meno, quindi l’eventuale sorpasso è in agguato dato. Il weekend successivo a questo, infatti, le Rondinelle riposeranno mentre il Palermo affronterà il Carpi alla ‘Favorita’. Un successo a Cosenza sabato pomeriggio serve a scacciare la crisi ed a mettere pressione sui rosanero, attesi dal Venezia al ‘Penzo’ nel Monday Night. Corini ammette che il suo gruppo debba acquisire esperienza nel gestire il primato: ‘devi saper mantenere la pressione di essere la prima della classe, ma sono sicuro che questa squadra troverà la soluzione anche a questo’; soluzione non trovata nella situazione di svantaggio contro il Cittadella, dove però il tecnico ha lodato l’impegno profuso per risolvere il problema. Cosenza non sarà una passeggiata. I calabresi hanno perso solo 2 volte al ‘Marulla’ e, ca va sans dire, hanno ottenuto la maggior parte dei punti (21 su 30) proprio qui. Provengono dalla bruciante sconfitta di Foggia maturata da un’autorete, e contro il Brescia puntano allo scalpo grosso: per questo quote quasi alla pari con l’1 a 2.85 contro il 2 del 2.60, differenze che potrebbero limarsi ulteriormente in prossimità del fischio d’inizio.

PALERMO ALLA RISCOSSACi voleva una vittoria contro il Lecce, ed è arrivata. Adesso la situazione in classifica si fa interessante per gli uomini di Stellone e Brignoli la riassume così: ‘il mio obiettivo è la continuità, senza distrarsi troppo con la classifica; ci sono quattro o cinque squadre tutte vicine a distanza di un punto o due e non bisogna distrarsi, l’obiettivo è raggiungere i 70 punti per vincere il campionato.’ Parla di ‘vincere il campionato’ e non di semplice promozione l’ex portiere del Benevento, entrato nella storia della Serie A grazie al suo gol contro il Milan nella passata stagione. Il Palermo vuole rispettare il ruolo di favorita sino in fondo nonostante le difficoltà societarie e non. Ruolo che le quote SNAI Antepost hanno conferito, al momento, al Brescia (a 2.50) a svantaggio dei rosanero (dati a 3.50). I prossimi weekend potrebbero restituirci i siciliani in testa alla classifica: all’impegno di lunedì col Venezia, seguirà l’incontro casalingo col Carpi, sulla carta la possibilità di fare 6 punti recuperando la partita di svantaggio rispetto al Brescia. La partita del ‘Penzo’ però presenta delle insidie: il Venezia non fa punti da 3 partite e non vince da 5, situazione costata la panchina a Walter Zenga. L’arrivo di Serse Cosmi potrebbe produrre la classica ‘scossa’ da cambio tecnico della quale si rendono conto anche i quotisti SNAI dando i padroni di casa solo leggermente sfavoriti rispetto agli ospiti: 1 a 3.00 contro il 2.50 del 2, l’opzione X (uscita 4 volte al ‘Penzo’) è data anche a 3.00.

DERBY DI PUGLIA ED ALTRI INCONTRINonostante le due squadre respirino atmosfere diverse, l’aria di derby accorcia i distacchi e lascia l’incontro del ‘Via del Mare’ tra Lecce e Foggia aperto a qualsiasi risultato. La squadra di Liverani ha perso continuità e posizioni in classifica, ma il secondo posto è pur sempre a 4 punti e lasciarsi andare proprio ora sarebbe un peccato: ‘sono molto fiducioso e da qui alla fine diremo la nostra,’ ha detto con sicurezza il patron dei salentini, Saverio Sticchi Damiani, alla vigilia del derby da cui mancheranno i tifosi del Foggia (trasferta vietata). I giallorossi, a Palermo, non hanno sfigurato sul piano del gioco, ma hanno subito gli episodi. Invece è stato proprio un’episodio (l’autorete di Dermaku) a dare i tre punti al Foggia in casa contro il Cosenza. Lecce comunque favorito con l’1 a 1.85.
Col Carpi a riposo, il Padova ha la ghiotta occasione di un sorpasso virtuale ai danni degli emiliani. Il problema è che gli Euganei vanno al ‘Picco’ di La Spezia, terreno sul quale la squadra di Marino cercherà di costruire la propria partecipazione ai play-off: quasi scontato l’1 a 1.73.
Molto interessante vedere la reazione del Benevento atteso allo ‘Zini’ dalla Cremonese: i lombardi vengono da 3 sconfitte consecutive, un punto negli ultimi 5 incontri e stanno lentamente scivolando nella zona calda. L’ultima vittoria però risale al 26 gennaio quando ‘ammazzarono’ una grande battendo il Palermo (2-0), un’impresa che, se ripetuta, paga 3.00 volte la posta.
Il Livorno va ad Ascoli nel tentativo di avvicinare i marchigiani: Ascoli 30, Livorno 26, ma le quote danno favoriti i padroni di casa con l’1 a 2.20.
In chiave play-off imperdibile l’anticipo di stasera (ore 21:00) tra Perugia e Verona, e la partita di domani pomeriggio al ‘Tombolato’ tra Cittadella e Pescara, in entrambi i casi padroni di casa favoriti.
Dopo avere accettato il verdetto del ‘Renato Curi’ (3-1 a favore del Perugia) una ridimensionata Salernitana riceve il Crotone terz’ultimo senza particolari favori del pronostico: l’1 è solo a 2.55 contro il 3.00 del 2 per un incontro che i quotisti SNAI vedono praticamente alla pari nonostante gli 11 punti di differenza.

(Credits: Getty Images)

(57)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

Commento(1)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI