Serie B, le quote della 35esima giornata

Serie B, le quote della 35esima giornata

Serie B, le quote della 35esima giornata

99
1

Giornata a targhe alterne in Serie B visto che, nello scorso weekend, non vincono quasi tutte le squadre di testa: festeggia il solo Parma che batte il Frosinone e lo mette nei guai, i ciociari vengono agganciati dal Palermo ed il distacco dall’Empoli sale persino a +9. La squadra di Andreazzoli si prende una pausa pareggiando una partita difficile a La Spezia e sostanzialmente continua a scoraggiare le inseguitrici da cui ormai si staccano Cittadella (sconfitto pesantemente a Terni) e Venezia (battuto di misura in casa dal Brescia). Ma il campionato è davvero finito per quanto riguarda la vittoria finale? Ce lo chiediamo a 8 giornate dalla fine ed alla vigilia del 35esimo turno che si apre stasera con gli anticipi Foggia-Ascoli e Parma-Cittadella: le gare del weekend non potranno non risentire del turno infrasettimanale che si gioca martedì (anticipo Ascoli-Parma lunedì).

DUE CAMPIONATI? – Andreazzoli non ne vuole sentire parlare, ma è innegabile che l’Empoli, da gennaio ad oggi, si è costruito un campionato a parte. Il vantaggio sul Frosinone è aumentato (da +8 a +9) in una giornata in cui si sarebbe potuto ridurre vista la frenatina in Liguria. Invece le avversarie si martellano mani e piedi e consentono all’Empoli di rimanere in alto: il Frosinone perde e male a Parma, mentre il Palermo si fa fermare dal Pescara in casa. La squadra di Tedino si ‘consola’ agganciando i canarini, ma il verdetto sembra delinearsi senza bisogno di attendere l’assise finale della giuria: rimane il secondo posto, un osso su cui diversi cani stanno cominciando ad avventarsi. Psicologicamente la squadra di Longo è quella più debole. Vuoi per i fantasmi del passato, vuoi per gli infortuni, vuoi per l’effetto rimonta che dà sempre qualcosa in più a chi ti insegue e toglie qualcosa a chi fa da preda. Il Frosinone è in evidente affanno e, a -2, anche il Parma può sperare in una miracolosa promozione diretta, la terza consecutiva ripartendo dalla Serie D (2015-16). A -4, il Bari non può ritenersi spacciato per salire in A senza dover affrontare i play-off (a patto di non fallire domani a Pescara e martedì in casa col Novara dopo il passo falso con la Salernitana) avendo 3 scontri diretti di fila (Palermo, Perugia e Parma) che potrebbero darle la spinta nello sprint finale. A -5 può nutrire una minima speranza anche il Perugia, fermato dopo 9 partite dall’Avellino (2-0 al Partenio). E’ questo il secondo campionato a cui l’Empoli non sembra più appartenere: favoriti anche dal calendario (incontra le pericolanti Pro Vercelli e Cesena nei prossimi due turni), i toscani giocano su un altro livello in attesa che le avversarie le regalino altro. Più in basso (forse un terzo campionato?) il Carpi spera di rientrare in zona play-off ai danni di Venezia e Cittadella, ma lo attende un calendario molto duro: Brescia fuori, Perugia in casa e poi il derby col Parma e senza contare che le toccano in serie Empoli (in casa) e Frosinone (fuori), in bocca al lupo! Dietro il Carpi ci proveranno fino alla fine Spezia e Foggia, i punti di distacco sono 4 e le giornate 8, perchè no?
Traducendo tutto questo in antepost, la vittoria empolese del campionato non è in discussione ed è data a 1.10. Ma se credete nel rimontone del Palermo, piuttosto che del Frosinone (10.00), la quota dell’8.00 per la squadra di Tedino fa sognare. Le quote si chiudono con sole altre 4 squadre ritenute in grado di vincere il campionato da parte dei bookies SNAI: Parma (20.00), Perugia e Bari (33.00) e, molto distante, il Venezia (50.00). Il Palermo comunque gode dei favori del pronostico per la promozione (Sì a 1.40) rispetto al Frosinone (Sì a 1.60) ed a tutte le altre (Parma 3.00, Bari e Perugia 4.75 e Venezia 8.00).

COLPO DI CODA – Un vero è proprio testacoda quello del weekend scorso con parecchie vittorie (5) e pareggi (4) nella seconda parte del tabellone. Non partecipano alla festa solo la Cremonese e l’Entella. La squadra di Tesser è alla terza sconfitta consecutiva ed ormai non vince più dall’1-0 dello Zini rifilato al Parma il 20 gennaio! 6 pareggi e 6 sconfitte da allora per i grigiorossi che ormai possono dirsi avere abbandonato qualsiasi velleità di play-off: la dura realtà è una zona retrocessione che si avvicina con l’inesorabilità di un asteroide, il Cesena è a -4! I romagnoli, infatti, vincono l’importantissimo scontro diretto contro l’Entella (3-0) e si affacciano sulla zona tranquilla con un solo punto di distacco dal Pescara. Il colpaccio della giornata lo fa il Brescia a Venezia: la squadra di Inzaghi aveva perso solo due volte sinora in Laguna ed incassato appena 10 reti e solo in una occasione più di un gol nei novanta minuti. A ragione Boscaglia accoglie il successo con entusiasmo: ‘tre punti ci permettono di fare un passo avanti importante ma non decisivo.’ L’importante sarà dare continuità in casa a questo inaspettato e sudato successo vincendo contro il Carpi e cercando di andare a fare risultato a La Spezia martedì. Nonostante un campionato difficile ed i cambi in panchina, troppi (Cellino style…) i lombardi godono della fiducia dei bookies SNAI con la quota Retrocessa No a 1.08 immediatamente dopo Foggia e Salernitana (1.01): una rondine non fa primavera, ma una rondinella magari sì.

IL BORSINO DEL CANNONIERE – L’assenza di Donnarumma in Spezia-Empoli avrebbe potuto dare ulteriore vantaggio al compagno di squadra, Caputo, leader indiscusso della classifica cannonieri e del borsino. Invece l’assenza del ‘gemello del gol’ (sono 40 in due) alla fine si è rivelata deleteria per lo stesso Caputo, a secco in Liguria: il gol per l’Empoli viene dai piedi del giovane (1996, 22 anni a luglio) attaccante Alessandro Piu, transitato proprio da La Spezia ma prodotto del fertile settore giovanile empolese, a dimostrazione di come l’Empoli trovi gol e punti anche con chi è stato meno protagonista durante la stagione (era alla sua ottava presenza in questo campionato, la prima da titolare!). La vittoria di Caputo non è in dubbio: 1.20 la quota per il bomber di Altamura seguito dallo stesso Donarumma e da Di Carmine del Perugia a 6.00 (rispettivamente 18 e 17 reti). Ne fa solo uno Montalto della Ternana (aggancia Di Carmine a 17) aprendo la goleada del Terni al Perugia sigillata dalla tripletta di Tremolada (nomen omen), lui però nel borsino non c’è (andrebbe sotto Altro a 300.00!) pur essendo alle soglie della Top10 dei cannonieri di B con 10 reti.

LA BOLLETTA – La giornata ‘dispari’ fa stracciare le bollette, inclusa la nostra, ma almeno la piccola soddisfazione di avere centrato il 3.40 del 2 del Foggia a Cremona ce la prendiamo. Non ci scoraggiamo e vi suggeriamo di puntare sul Cittadella corsaro a Parma (4.00), e sullo Spezia capace di frenare anche il Frosinone (X a 3.35) allo ‘Stirpe’. Ottima anche la quota dell’X a Perugia contro il Venezia (3.20). Vittoria clamorosa del Pescara nel derby con il Bari a 2.50.

FOGGIA-ASCOLI 1 quota SNAI 1.75
PARMA-CITTADELLA 2 quota SNAI 4.00
BRESCIA-CARPI 1 quota SNAI 2.10
EMPOLI-PRO VERCELLI 1 quota SNAI 1.33
ENTELLA-AVELLINO 1 quota SNAI 2.15
FROSINONE-SPEZIA X quota SNAI 3.35
NOVARA-TERNANA 1 quota SNAI 2.00
PALERMO-CREMONESE 1 quota SNAI 1.55
PERUGIA-VENEZIA X quota SNAI 3.20
PESCARA-BARI 1 quota SNAI 2.50
SALERNITANA-CESENA 1 quota SNAI 1.90

Multipla ‘Campionato B-2’
PARMA-CITTADELLA (2 – 4.00)
FROSINONE-SPEZIA (X – 3.35)
PALERMO-CREMONESE (1 – 1.55)
PERUGIA-VENEZIA (X – 3.20)
PESCARA-BARI (1 – 2.50)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 1661,60€

(99)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con di... VAI ALLA PAGINA AUTORE

Commento(1)

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI