SERIE B, IL PRIMO BILANCIO: PISA SHOW, DELUDE IL MONZA

SERIE B, IL PRIMO BILANCIO: PISA SHOW, DELUDE IL MONZA

SERIE B, IL PRIMO BILANCIO: PISA SHOW, DELUDE IL MONZA

427
0

Il Pisa in testa al campionato di Serie B dopo 7 giornate con 19 punti, +4 sulla seconda e la miglior difesa, è la grande sorpresa di questo inizio stagione. Nessuno, nella griglia di partenza di agosto o a mercato chiuso, inseriva i toscani tra le favorite per la promozione in Serie A. L’uomo simbolo è senza dubbio Lorenzo Lucca, non a caso in cima alla classifica marcatori con sei reti, una soltanto su calcio di rigore. Solo il Parma è riuscito a frenare la marcia inarrestabile della corazzata nerazzurra, imponendole il pari al Tardini.

SERIE B, INZAGHI MEGLIO DI BUFFON

B come Berlino, ma anche come Buffon. Doveva essere il suo campionato, come nel 2006, quando da campione del mondo ripartì da zero insieme alla Juve nel post-Calciopoli, e doveva essere il campionato del Parma, accredidato come la più seria candidata al salto di categoria. Al momento non è andata così: gli emiliani sono al dodicesimo posto e hanno conquistato 9 punti, appena 2 nelle ultime 4 partite, perdendo in casa con la Cremonese e a Terni e battendo solo Benevento (con un gol al 96’) e Pordenone, ultimo in classifica. Pippo Inzaghi, compagno di squadra di Buffon in Nazionale in quel magico 2006, e oggi allenatore del Brescia, è messo meglio, anche se l’unica sconfitta subita (2-4 in casa contro il Como) gli ha rovinato la sosta dopo sei risultati utili di fila e le tre vittorie nelle prime tre giornate con il miglior attacco (19 gol).

SERIE B, MULATTIERI SORPRENDE, IL MONZA DELUDE

Il Crotone è terzultimo in classifica a pari merito con l’Alessandria, eppure il suo centravanti, il 21enne Samuele Mulattieri, al primo anno tra i grandi dopo gli exploit con la Primavera dell’Inter, è partito alla grande con 5 reti in 4 partite (più uno in Coppa Italia) prima della recente frenata (è rimasto a secco nelle ultime tre gare). Al momento si è messo alle spalle il coetaneo Colombo, che è passato dal Milan alla Spal e continuando così potrebbe tornare in A ben prima degli estensi (solo 2 vittorie e 14° posto), ma soprattutto Coda e Di Mariano, stelle di un Lecce in risalita (quattro vittorie nelle ultime quattro gare e terza piazza a quota 14), o Ladapula, uomo in più di un Benevento che stenta a decollare (sesto dietro la rivelazione Ascoli). Ha segnato solo 2 gol Dany Mota, che però continua ad essere il faro di un Monza deludente, dodicesimo con gli stessi punti del Parma: Berlusconi e Galliani hanno puntato su Stroppa come allenatore, rinunciando ai Balotelli e Boateng dell’anno scorso per giocatori di categoria come Mazzitelli, Favilli o Valoti, ma i risultati non si sono ancora visti. Così al secondo posto c’è la Cremonese, che con il Monza ha perso, ma ha vinto cinque partite su sette: la conferma di Fabio Pecchia, insieme al ritorno di Gaetano, all’acquisto di Di Carmine e alle scommesse “juventine” Fagioli e Zanimacchia, potrebbero essere i fattori chiave di questa stagione. Nel bilancio impossibile non citare gli alti e bassi del Cittadella, finalista playoff a giugno che non ha mezze misure (4 vittorie, 3 sconfitte), il tenace Cosenza, ammesso tardi alla B e ora ottavo insieme a Frosinone, Perugia e Reggina, e la crescita della Ternana., matricola al momento fuori dalla zona retrocessione.

SERIE B, I VOTI DI INIZIO CAMPIONATO

Pisa 9
Ascoli 8
Cremonese 8
Brescia 7,5
Lecce 7,5
Cosenza 7
Benevento 6,5
Perugia 6,5
Cittadella 6+
Frosinone 6
Reggina 6
Ternana 6
Alessandria 5,5
Como 5,5
Monza 5
Parma 5
Spal 5
Crotone 5
Vicenza 4,5
Pordenone 4

(Credits: Getty Image)

(427)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE