Serie B: le quote della 26^ giornata

Serie B: le quote della 26^ giornata

Serie B: le quote della 26^ giornata

124
0

La botta nel weekend scorso è stata fortissima visto che il Verona ha perso la testa della classifica di Serie B a favore del Frosinone, nuova capolista con un distacco di 2 punti dai gialloblù. Ma per almeno un weekend lasciamo da parte il duello in testa per vedere quello che succede in zona playoff, playout e retrocessione con interessanti incroci. Tipo quello di Bari tra galletti e Ternana, entrambi alla disperata caccia dei 3 punti, o di La Spezia tra bianconeri e Trapani con i granata rientrati in corsa per la salvezza contro ogni pronostico. L’Avellino in serie positiva da 6 partite e con in tasca la prestigiosa vittoria in casa contro il Verona testa le sue ambizioni a Cittadella. Il Brescia proverà a Carpi ad avvicinarsi agli emiliani ormai scivolati a metà classifica. Incontro spartiacque contro il Cesena per la Salernitana di Bollini. Le quote della 26^ giornata di Serie B si concentrano esclusivamente sui Primi Tempi delle partite in considerazione.

BARI-TERNANA
Ottimo Bari quello visto a Cesena nel Primo Tempo: piglio deciso dal primo minuto, pallino del gioco costantemente in mano e la maggior parte delle occasioni create fino alla realizzazione di Floro Flores sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dopo, il buio. E’ bastata una prodezza di Ciano per riequilibrare l’incontro e possibilmente spostare la bilancia delle forze in campo a favore del Cesena. Colantuono la giustifica con la limitata tenuta dei nuovi giocatori che hanno cambiato completamente il volto dell’XI iniziale: ‘dobbiamo dargli un po’ di tempo perché molti di loro non giocavano, quando avranno acquisito un po’ più di condizione, potremo chiudere meglio le partite.’ Contro la Ternana il Bari deve fare la partita e puntare con decisione alla nona vittoria stagionale anche per cancellare i rimpianti di sabato scorso quando, con la coincidente sconfitta dell’Entella nel posticipo, sarebbe potuta entrare nella zona playoff. Dopo l’exploit contro il Cittadella, la Ternana è di nuovo ripiombata nell’abisso di risultati negativi: due sconfitte consecutive e zero goal segnati col Trapani pronto al sorpasso (-2). Il pomeriggio al San Nicola sembra già scritto visto che il Bari è dato vincente a 1.62 (quota dell’1). Noi puntiamo sulla quota SNAI dell’1 al Primo Tempo a 2.15.

SPEZIA-TRAPANI
Il goal di Manconi in recupero dopo essere entrato al 73’ rappresenta l’ennesimo miracolo del Trapani in versione 2017. I siciliani ancora una volta acciuffano un risultato per i capelli e si mantengono a galla nella corsa per la salvezza. Il Pisa infatti è solo a 6 punti di distanza e, con la Ternana a portata di mano, Calori intravede la possibilità di fare l’impresa: ‘questo è lo spirito giusto per tentarla, l’Ascoli ci ha impegnato molto, ma noi non abbiamo mollato mai. Ci metto tutta la mia capacità, ma il merito è del gruppo che ha capito cosa si deve fare… .’ I granata probabilmente non scaleranno la classifica di Serie B come nel 2016, ma da qui a maggio tutto può succedere a questo punto e nemmeno a La Spezia il risultato è già scritto. I liguri in casa non perdono da 6 partite, ma per eventualmente sfruttare la sconfitta della Ternana a Bari, il Trapani dovrà fare la partita e creare difficoltà ai padroni di casa che negli ultimi 6 incontri al Picco hanno concesso solo 3 gol. Non sarà facile visto che i bianconeri sono una squadra in salute sul piano del gioco e dei risultati (3 vittorie consecutive). Il Trapani potrebbe andare sotto già al Primo Tempo come successo in 6 trasferte su 12. La quota SNAI dell’1 al Primo Tempo è a 2.40.

CITTADELLA-AVELLINO
Le quote parlano di una partita nettamente a favore dei veneti: 1 a 1.90 contro il 4.50 del 2. Eppure l’Avellino capace di sbarazzarsi nientemeno del Verona sabato scorso va maggiore consapevolezza nei propri mezzi rafforzata anche dalla serie positiva di 6 partite consecutive, record stagionale per i biancoverdi. La cura Novellino sta funzionando ed i tifosi irpini al seguito sperano di vederne i frutti anche al Tombolato dove il Cittadella ha concesso 13 punti in 13 partite, più di qualsiasi altra squadra nelle prime cinque posizioni della classifica di Serie B. A patto che l’Avellino ‘dimentichi’ il formato trasferta offerto sinora: appena una vittoria (a Brescia) e 4 pareggi in 12 partite on the road. Sono questi numeri da fame lontano dal Partenio a condizionare le quote della vigilia. I padroni di casa sono in grado di chiudere i Primi Tempi a loro favore (8 volte su 13) rendendo la quota SNAI dell’1 al Primo Tempo a 2.50 particolarmente ghiotta.

CARPI-BRESCIA
Il Carpi è ormai alla deriva: 3 sconfitte consecutive in Serie B hanno segnato (anche se solo per 1 punto) la sua uscita dalla zona playoff. Un bilancio pesante, anche se sempre parziale, per una squadra che aveva, sulla carta, la possibilità di lottare per la promozione diretta e che invece dovrà accontentarsi di rientrare in zona playoff e restarci sino alla fine. Crisi di risultati e di gol: appena 3 quelli messi a segno nelle ultime 6 giornate che diventano 1 dall’inizio del 2017. La squalifica di Mbakogu (3 giornate) di certo non aiuterà la faticosa ricerca della rete. Panchina di Castori a rischia? Il patron Bonacini sgombra i dubbi facendo autocritica per l’esonero fatto in Serie A nella passata stagione: il mister non è mai stato in discussione perché non si può calpestare quanto costruito negli ultimi anni’ ha affermato il numero uno biancorosso. Sarà anche vero, ma contro il Brescia (a -5 dagli emiliani) servono i 3 punti. Facile a dirsi. In casa il Carpi ha fatto meglio solo di Vicenza (ultimo) e Trapani avendo peraltro raccolto gli stessi punti dell’Ascoli. Castori si ritrova di fronte Blanchard, passato al Brescia non senza qualche strascico polemico, prevedibile che il difensore punti ad una superprestazione per tenere i padroni di casa all’asciutto anche in questo turno. Molto ghiotta la quota SNAI del risultato esatto al Primo Tempo 0-0 a 2.60.

SALERNITANA-CESENA
A Salerno è l’ora della verità. I granata hanno appena 3 punti di distacco dall’Entella ed in città si comincia a parlare di ’Serie A’. Ovviamente tramite i playoff di Serie B, obiettivo che non sembra fuori portata sul piano della classifica ma che costringe i padroni di casa doversi misurare con squadre già attrezzate per il raggiungimento dell’obiettivo e pronte sul piano delle aspettative. Al momento, per la squadra di Bollini, sembra più realistico allontanarsi il più possibile dalla zona playout (+4) e retrocessione (+6) che nutrire sogni di grandezza. Per questo battere il Cesena è fondamentale: se si vuole ambire ad altro, bisogna anzitutto fare il minimo, ossia sconfiggere una rivale diretta per la salvezza. Il Cesena, infatti, con la cura Camplone, ha ripreso quota lasciandosi la zona calda alle spalle. Il bel pareggio col Bari in casa conferma che si tratta di un impegno da prendere con serietà dal 1’. Tuttavia i romagnoli fuori casa raramente hanno impensierito le avversarie: 1 vittoria (a Carpi) e 4 pareggi il bottino in 13 partite lontano dal Manuzzi. Forse troppo poco per una Salernitana sempre tonica tra le mura amiche e che conterà su una discreta cornice di pubblico. Noi puntiamo sulla quota SNAI dell’1 al Primo Tempo a 3.05.

BARI-TERNANA (1 PT – 2.15)
SPEZIA-TRAPANI (1 PT – 2.40)

CITTADELLA-AVELLINO (1 PT – 2.50)
CARPI-BRESCIA (0-0 PT – 2.60)
SALERNITANA-CESENA (1 PT – 3.05)

Scomessa 10€ – Possibile vincita 1.022,97€

(Credits: La Presse)

(124)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI