Serie B, le quote dell’ultima giornata

Serie B, le quote dell’ultima giornata

Serie B, le quote dell’ultima giornata

126
0

Siamo all’atto finale in Serie B. 90’ che ci daranno gli ultimi esiti della stagione 2016-17: chi sale in A con la SPAL, se si faranno i playoff e chi ci andrà, se si giocherà lo spareggio per restare in Serie B e chi lo disputerà. Le cinque quote delle partite che dovrebbero darci i verdetti finali.

BRESCIA-TRAPANI
La partita della vita.’ Così ha definito Gigi Cagni lo scontro diretto col Trapani che sicuramente deciderà le sorti di entrambe le squadre. Se le rondinelle vincono, sarà salvezza senza se o ma, e per il Trapani tutto dipenderà da quello che succede a Vicenza e Avellino: con i veneti, i granata sono avanti nella classifica avulsa grazie alla differenza reti; ma se l’Avellino vincesse, la squadra di Calori dovrebbe sperare nella caduta della Ternana ad Ascoli per disputare il play-out con gli umbri. Incroci che impongono anche ai siciliani di giocarsela senza fare calcoli. Attenzione però alla ‘frenesia di vincere’, come definito da Calori nel dopopartita del Provinciale l’atteggiamento dei suoi contro il Cesena sabato scorso: ‘la costante di dover vincere ti porta via lucidità,’ ha ammesso il tecnico aretino ‘sapevo che la tensione era nell’aria ma dovevamo sfruttare meglio le occasioni create.’ Il suicidio sportivo contro il Cesena potrebbe ulteriormente dare agli ospiti la sensazione di essere con le spalle al muro e senza altre alternative, senza contare il rischio di retrocessione diretta qualora la Ternana vincesse in casa dell’Ascoli ormai salvo. Puntiamo sulla quota SNAI dell’1 a 2.30.

VICENZA-SPEZIA
A Vicenza si incroceranno i destini della retrocessione e dei play-off (distacco dal Frosinone permettendo). Per i padroni di casa manca solo la matematica a confermare la discesa in Lega Pro. Infatti, anche qualora battessero lo Spezia ed il Trapani perdesse a Brescia, la peggior differenza reti nei confronti dei siciliani (al momento -18 contro -9) darebbe l’eventuale pass per i play-out ai granata. Torrente non si nasconde di fronte ai tifosi e sa che sarà difficile motivare la squadra per gli ultimi 90’ di Serie B sapendo che il destino rimane segnato: ‘loro sono stati straordinari e per loro un Vicenza in Lega Pro non esiste, ma purtroppo è la realtà.’ Una situazione che dà ovviamente per favorito lo Spezia (2 a 1.60 contro il 5.25 dell’1) che deve assolutamente vincere per mantenere l’8^ posto (l’ultimo utile per i play-off) ed il distacco di 14 punti dalla 3^ (il Frosinone). Una bella responsabilità per una squadra chiamata a brillare in trasferta ma che i numeri ci dicono sofferente lontano dal Picco: appena 3 vittorie e 8 pareggi in 21 partite e non vince dal 4 aprile quando sbancò il Bentegodi (0-1). Dal canto suo, il Vicenza è la peggiore formazione di casa del campionato (21 punti collezionati, al pari del Latina) ma ha saputo battere il Novara (3-1) avversario dello Spezia in questa rincorsa. Puntiamo sulla quota SNAI del Gol a 1.95.

AVELLINO-LATINA
Il concetto di ‘vendere cara la pelle’ il Latina lo sta dimostrando a tutta la Serie B. Nonostante siano retrocessi, i nerazzurri non perdono da 4 partite incassando punti pesanti contro Entella (fuori casa), Ascoli, Brescia (fuori casa) e Perugia. Per l’Avellino, sconfitto nel derby contro la Salernitana, i 3 punti sono obbligatori per evitare l’eventuale assalto del Trapani cercando di sorpassare la Ternana gettandola nella zona play-out (il pareggio è buono sempre e solo in caso di sconfitta delle rivali). Novellino dovrà fare a meno degli squalificati Djimsiti e Bidaoui con Jidayi, comunque convocato, che è stato ai box per un problema muscolare : assenze che costringerebbero il tecnico irpino a comporre il puzzle in difesa. Al Latina tiene banco l’asta per il passaggio di proprietà ed i fatti di campo sono quasi in secondo piano, per cui i giocatori ed il tecnico affrontano l’ultima partita in B sgombri da pressione e mostrando un senso della professionalità fuori dal comune. Al Partenio non faranno sconti e gli irpini dovranno sudarsi la salvezza. Puntiamo sulla quota SNAI dell’X al Primo Tempo a 2.60, risultato uscito ben 14 volte col Latina in trasferta.

PERUGIA-SALERNITANA
La speranza di accedere ai play-off passa anche per il Renato Curi. Il Perugia (a -9 dal Frosinone ma sorpassato dal Cittadella) vi sarebbe saldamente dentro anche in caso di sconfitta o pareggio, mentre alla Salernitana servono i 3 punti e che Spezia e Novara perdano a Vicenza e Carpi: a pari punti con i liguri, i campani volerebbero ai play-off. Gambe a Perugia e orecchio alle radioline per controllare cosa fanno gli altri. Considerata la lunga stagione e l’obiettivo fondamentalmente raggiunto (se i play-off si faranno o meno potrebbe dipendere solo da quello che succede a Chiavari tra Entella e Cittadella), la Salernitana sembrerebbe più determinata dei padroni di casa a fare risultato, tuttavia le quote pongono gli ospiti come grandi sfavoriti: per i quotisti SNAI il 2 è a 6.25 contro l’1.47 dell’1. La Salernitana ha fatto 30 punti nel girone di ritorno, più di quelli collezionati nelle prime 21 giornate (24). Difficile pensare che, seppure priva di Minala, la Salernitana non vada a Perugia a giocarsela a viso aperto e senza nulla da perdere. Puntiamo sulla quota SNAI dell’X al Primo Tempo a 2.20, molto popolare al Curi essendo uscito ben 14 volte in 20 partite.

CARPI-NOVARA
Novara 3 punti, Carpi 0: questo dice la classifica avulsa che comunque non compensa i 3 punti di vantaggio degli emiliani sui piemontesi in classifica generale. Infatti, per fare valere gli scontri diretti, gli azzuri devono vincere questa partita pareggiando il conto dei punti stagionali (59) e trovando automaticamente i play-off estromettendo la squadra di Castori che poi dovrebbe fare affidamento sul risultato dello Spezia a Vicenza. Per il Capri il pareggio sarebbe sufficiente a restare in zona play-off anche in caso di vittoria del Frosinone. Se la squadra di Castori avesse vinto a Verona, i play-off sarebbero stati acquisiti a prescindere da questa partita, un rammarico che il tecnico marchigiano non poteva non rimarcare al termine della gara del Bentegodi: ‘peccato per il gol subito a pochi minuti dalla fine, il risultato finale è però giusto e ci dà fiducia per l’ultima partita.’ Il Novara invece arriva carico a questa partita, dopo avere battuto l’Entella (e di fatto averla estromessa dalla lotta per i play-off) e quasi senza troppa pressione: ‘ci andiamo a giocare qualcosa d’importante nell’ultima gara, sapendo che c’è qualche occasione remota anche per noi,’ spiega il tecnico di Gela che leva lui stesso la pressione dalle spalle dei giovani del Novara ‘non bisogna caricarli di troppa responsabilità. Bisogna sia farli giocare che parlarne poco.’ Forte di 3 vittorie consecutive nelle ultime 6 partite in casa, il Carpi cercherà di non lasciarsi sfuggire l’obiettivo sperando che tutto vada bene sugli altri campi: puntiamo sulla quota SNAI in combobet dell’1 e NoGol a 2.55.

BRESCIA-TRAPANI (1 – 2.30)
AVELLINO-LATINA (Gol – 1.95)
VICENZA-SPEZIA (X PT – 2.60)

PERUGIA-SALERNITANA (X PT – 2.20)
CARPI-NOVARA (1+NG – 2.55)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 654,18€

 

(Credits: La Presse)

(126)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI