Serie B, le quote dell’8^ giornata

Serie B, le quote dell’8^ giornata

Serie B, le quote dell’8^ giornata

1.53K
0

Al Frosinone basta un pareggio nell’emozionante esordio del ’Benito Stirpe’ e balza nuovamente in testa alla classifica: il Perugia frena a Brescia (sorprendente sconfitta) mentre il Palermo non va oltre lo 0-0 contro l’Ascoli. A recuperare terreno sono solo il Pescara, scopertosi improvvisamente concreto (0-1 a Carpi), ed il Venezia, corsaro a Terni (2-3). L’Avellino sbanca contro l’Empoli ed è in quota, riuscirà a tenere testa…alla testa? Questi ed altri temi per le nostre consuete riflessioni su quanto è accaduto e come potrebbe ripercuotersi nel turno che si apre domani sera a Salerno e Cesena: la Serie B approfitta della sosta della A per le nazionali e va a prendersi la finestra della domenica.

ATTENTI AL LUPO – Sarà pure che le ‘grandi’ hanno cominciato al rallentatore, però l’Avellino di Novellino i suoi meriti ce li ha. Innanzitutto sono di più i punti rispetto alle prime sette giornate di un anno fa, 11 contro 6 (Novellino sarebbe subentrato alla 17^) e le vittorie (4 contro 1), segno che la squadra, cominciata la stagione sotto la guida del tecnico irpino, ha un’altra identità già intravista nella passata stagione. Ovvio che dopo avere battuto un avversario come l’Empoli (i toscani sono la quarta squadra favorita a vincere la Serie B a 9.00 in quota SNAI antepost) e nel modo in cui è stato fatto (in rimonta da 0-2 a 3-2), la domanda su quanto siano serie le aspirazioni dei biancoverdi è più che legittima. Domande di rito, ma scongiuri altrettanto. Novellino non cambia gli obiettivi, ci mancherebbe altro: ‘il nostro resta la salvezza, non sono un bugiardo: lo penso davvero,’ tranquillo Walter, ti crediamo. D’altronde non potrebbe essere altrimenti per una squadra raccolta dai bassifondi della classifica, penalizzata di 2 punti in corso d’opera e salvata con un paio di giornate di anticipo dalla fine dello scorso campionato. Chi ha visto il baratro sa com’è fatto. Intanto Castaldo&Co si preparano per la sentitissima sfida con il Bari che, al San Nicola, ha visto sempre i galletti vincere negli ultimi 3 incontri (2-1 il punteggio nelle ultime due uscite). Grosso ha un…grosso problema in difesa visto che gli impegni delle nazionali (Gyomber e Capradossi) e gli infortuni (Tonucci e D’Elia) hanno messo il reparto in ginocchio. Non proprio una situazione ideale di fronte alla squadra col miglior attacco del campionato in coabitazione (Pescara e Perugia completano la cooperativa del gol). Il tecnico abruzzese sarà costretto a rimaneggiare la rosa ed impiegare giocatori fuori ruolo mentre, addirittura, il club starebbe dando un’occhiata sugli scaffali del calciomercato alla ricerca di qualche svincolato DOC con cui sopperire alle emergenze. La notizia positiva potrebbe essere il ritorno di Galano dal primo minuto. Il Bari non ha ancora pareggiato in questo campionato, per questo vi proponiamo la ghiottissima quota SNAI del 2 a 5.00. Che sarà una sfida da Gol sembra quasi certo visto l’1.70 della quota ed i 5 goal messi a segno da Improta ed Ardemagni alla guida dei propri rispettivi reparti.

IL CESENA NON DIVENTERÀ CAMPLONE – Ogni mattina in Serie B, c’è un presidente che si sveglia e sa che bisogna far punti se non vuole retrocedere. Ogni mattina in Serie B, c’è un allenatore che si sveglia e sa che bisogna fa’ punti, se non vuole essere esonerato. Quando il sole sorge, non importa se siete presidenti o allenatori, tanto lo sapete che in Serie B prima o poi qualcuno verrà esonerato perché non fa punti. Dispiace che sia toccato a Camplone, un tecnico che, qualche stagione fa, aveva fatto innamorare una piazza come Perugia ma è entrato in un circolo vizioso di panchine ‘difettose’: prima quella del Bari, nota piazza divora-allenatori, ed ora il Cesena che si affida a Castori. Eguagliato il record di Franco Lerda dell’anno scorso, esonerato dal Vicenza alla settima giornata: coincidenza vuole che l’esonero avvenne a seguito dello 0-0 contro il Cesena! Cinicamente puntiamo sulla quota SNAI dell’1 a 2.40 in Cesena-Spezia, perché il cambio di allenatore statisticamente ha sempre portato le squadre ad un risultato positivo od in controtendenza nel breve periodo (se vi va di approfondire, leggetevi “Tutti i numeri del calcio” di Chris Anderson e David Sally e puntate dritti al Capitolo XI, pagina 279): nel lungo periodo ci sembra difficile che il Cesena diventi una squadra da play-off, ma per domani sera punteremmo senza dubbio sulla classica ‘scossa’.

NON ESISTE CONTINUITÀ – Toglietevela dalla testa, in Serie B non esiste. Se in A vi piacciono le squadre tritatutto, o quasi, stile Napoli, Inter, Juve e romane, in Serie B l’articolo non è disponibile. In testa, ogni settimana, ci si tira la cordata a vicenda. L’andamento del Perugia, squadra sin qui comunque sorprendente sia nel bene (vince col Frosinone) che nel male (perde a Brescia) lo conferma. Il Carpi, dopo un inizio sprint, si è involuto. Il Palermo di essere la favorita assoluta alla vittoria del campionato non ne vuole sapere (quota SNAI antepost a 5.50) il Frosinone gioca a sfangarla (quando gli riesce) ed il Cittadella fa il Cittadella. In questo si aprono varchi in cui Avellino e Venezia si stanno abilmente inserendo ed in cui potrebbero inserirsi il Parma e persino la Cremonese. In coda il discorso è pressoché simile dal Bari (!) in giù con 10 squadre in 5 punti. Siamo ad 1/3 del girone di andata ma azzardare pronostici sembra diventato un sport per i più temerari.

BORSINO CANNONIERI – Rimasto a secco, Nestorovsky perde uno 0,50 (quota SNAI a 8.50) e si allontana da Pettinari (4,50) ma non da Caputo che guadagna 0,50 punti a sua volta (da 6.50  a 6.00). Si staccano anche Han ed Ardemagni che passano a 8.50. Il 25.00 di Cacia potrebbe rapidamente crollare nelle prossime settimane a causa del serio infortunio muscolare che lo terrà lontano dai campi per un po’. Curiosità: i potenziali bomber 2017-18 con la quota più folle sono il georgiano Mchedlidze e Macheda dati entrambi a 150.00!

LA BOLLETTA – Che colpo la settimana scorsa con l’X di Frosinone-Cremonese! La squadra di Tesser blocca i ciociari sullo 0-0 nel tanto atteso esordio nel nuovo impianto da 16,000 posti. Ecco, secondo noi, gli 11 segni al 90’ e le due proposte di multipla. Attenzione alla ghiottissima quota SNAI dell’1 a 2.55 in Palermo-Parma.

SALERNITANA – ASCOLI 1 quota SNAI 1.65
CESENA – SPEZIA 1 quota SNAI 2.40
PESCARA – CITTADELLA 1 quota SNAI 1.95
BARI – AVELLINO 2 quota SNAI 5.00
CREMONESE – TERNANA 1 quota SNAI 1.73
EMPOLI – FOGGIA 1 quota SNAI 1.80
ENTELLA – BRESCIA X quota SNAI 3.15
PALERMO – PARMA 1 quota SNAI 2.55
PERUGIA – PRO VERCELLI 2 quota SNAI 6.25
VENEZIA – CARPI 1 quota SNAI 2.20
NOVARA – FROSINONE 1 quota SNAI 3.10

Multipla 1 ‘Fattore sorpresa’
BARI – AVELLINO (2 – 5.00)
PERUGIA – PRO VERCELLI (2 – 6.25)
NOVARA – FROSINONE (1 – 3.10)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 968,75€

Multipla 2 ‘Fattore campo’
SALERNITANA – ASCOLI (1 – 1.65)
PESCARA – CITTADELLA (1 – 1.95)
CREMONESE – TERNANA (1 – 1.73)
EMPOLI – FOGGIA (1 – 1.80)
PALERMO – PARMA (1 – 2.55)
VENEZIA – CARPI  (1 – 2.20)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 562.08€

(1526)

Angelo Palmeri Scrive di calcio estone e dell'est su www.rumodispo.com ed è apparso con diversi ar... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI