SERIE C PADOVA-VIRTUS VERONA: I 4 MILA DELL’EUGANEO PRONTI A VIVERE UN SOGNO

SERIE C PADOVA-VIRTUS VERONA: I 4 MILA DELL’EUGANEO PRONTI A VIVERE UN SOGNO

SERIE C PADOVA-VIRTUS VERONA: I 4 MILA DELL’EUGANEO PRONTI A VIVERE UN SOGNO

733
0

Nella sfida a distanza tra Padova (85 punti) e SudTirol (87) per il salto diretto in Serie B, si ripete quanto avvenuto nel girone B tra Modena e Reggiana, con la differenza che la prima in classifica gioca fuori quest’ultimo turno mentre i biancoscudati, secondi, riceveranno in casa la Virtus Verona.

Tutto ancora aperto dunque il discorso promozione con l’ultima gara di campionato da giocare. Tutto molto avvincente di sicuro, ma anche in questo caso, proprio come accaduto alla Reggiana nel girone B, il Padova non potrà essere padrone del proprio destino.

E’ costretta a vincere la squadra di Oddo e poi deve sperare che la Triestina allenata da Bucchi, quinta con 55 punti, fermi gli altoatesini, con l’obiettivo di non cedere la posizione a Lecco e Pro Vercelli, a pari punti degli alabardati e pronti ad approfittarne così da ottenere il miglior piazzamento in ottica playoff. Se è vero che a conti fatti il SudTirol ha tutto da perdere, il Padova dal canto suo ha un solo compito: battere la Virtus Verona e restare sintonizzata sulle notizie che giungeranno da Trieste.

La squadra di Fresco sarà di scena all’Euganeo (attesi oltre 4mila tifosi di casa) alla ricerca di almeno un pari per blindare la permanenza in C. Assenti lo squalificato Faedo e gli infortunati Zarpellon e Pinto. In dubbio De Rigo, sono recuperati Pellacani, Zigoni e Daffara.

Dovremo pensare solo a noi stessi, i conti li faremo dopo il triplice fischio dell’arbitro. Ci sono troppe variabili da prendere in considerazione, l’unica certezza è che non siamo ancora salvi e questo ci espone a qualche rischio. Avremmo potuto e dovuto evitare tutto questo non perdendo sabato scontro contro la Pro Sesto ma ormai è successo. Pensiamo al Padova, convinti di fare come sempre la nostra gara e di poter dire la nostra anche contro una corazzata che, per organico, non è seconda a nessuno

le parole del tecnico Fresco.

Padova a trazione anteriore. Ronaldo sta bene, sarà a dettare i tempi con Dezi e Terrani. Jelenic ha qualche problemino e potrebbe partire dalla panchina. In attacco Chiricò, Ceravolo, Bifulco.

Siamo pronti, ci siamo allenati bene e dobbiamo cercare di sbloccare subito la gara. Dobbiamo vincere, cercare di fare più gol possibili, pensare soltanto a noi stessi consapevoli che la vittoria potrebbe non bastare. Sarebbe stato pazzesco andare a vincere in casa del SudTirol ma adesso manca una partita e il calcio ci ha regalato grandi emozioni e sorprese. La Virtus ha bisogno di un punto per la matematica salvezza. Bucchi è un amico, abbiamo fatto il militare insieme, non ci siamo sentiti ma lotterà per portare a casa i tre punti per arrivare quinto. Poi se il SudTirol vincerà a Trieste gli diremo bravi e prepareremo i playoff

il pensiero alla vigilia del match di Massimo Oddo, allenatore del Padova.

PADOVA-VIRTUS VERONA (14:30) PROBABILI FORMAZIONI

PADOVA (4-3-3): Donnarumma; Germano, Valentini, Pelagatti, Gasbarro; Terrani, Ronaldo, Dezi; Chiricò, Ceravolo, Bifulco. A disp.: Gherardi, Vannucchi, Kirwan, Monaco, Gasparini, Bacci, Della Latta, Settembrini, Cissé, Jelenic, Ejesi, Santini. All. Oddo.

VIRTUS VERONA (3-5-2): Sibi ; Daffara, Cella, Pellacani; Amadio, Lonardi, Hallfredsson, Nalini, Manfrin; Danti, Zigoni. A disp.: Giacomel, Zugaro, Mazzolo, Danieli, De Rigo, Arma, Silvestri, Marchi, Munaretti, Vesentini, Tronchin, Priore. All. Fresco.

Arbitro: Di Cairano di Ariano Irpino.

(Credits: Getty Images)

(733)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE