Serie A quinta giornata: tocca a Napoli, Lazio e Roma

Serie A quinta giornata: tocca a Napoli, Lazio e Roma

Serie A quinta giornata: tocca a Napoli, Lazio e Roma

103
0

La quinta giornata di Serie A si chiude con le gare in programma stasera: alle 18.30 Sampdoria-Napoli e Torino-Lazio, alle 20.45 Roma-Udinese. Tre partite da non perdere con tre delle “sette sorelle” in campo con obiettivi diversi: gli azzurri puntano al ritorno in vetta dopo il temporaneo sorpasso di Inter e Milan, Sarri cerca segnali di crescita contro uno degli avversari più scomodi che potesse capitargli, Mourinho chiede una reazione ai giallorossi dopo la sconfitta di Verona.

SAMPDORIA-NAPOLI, SPALLETTI PUNTA ALLA VETTA

Il Napoli ha cominciato la stagione alla grande con quattro successi in quattro partite di campionato e il pari di Leicester in Europa League. Spalletti è riuscito a dare subito solidità alla squadra che ha incassato appena due reti, nonostante l’infortunio di Meret, oggi recuperato ma destinato alla panchina con Ospina ancora titolare, e quelli dei mediani Demme e Lobotka, con il nuovo acquisto Anguissa che si è rivelato subito prezioso. A Genova spazio a Lozano, ultimo tra i nove differenti marcatori: affiancherà Zielinski e Insigne sulla trequarti, con Osimhen insostituibile davanti. Sull’altro fronte D’Aversa, che ha già fermato l’Inter, potrebbe chiedere gli straordinari alla coppia di veterani Quagliarella-Caputo, visto che sono fuori Ihattaren e Verre.

TORINO-LAZIO, CHE SFIDA TRA JURIC E SARRI

Torino e Lazio stanno imparando a conoscere i loro rispettivi “comandanti”: Juric con il suo calcio fatto di intensità e pressing altissimo, Sarri con il suo possesso palla prolungato e verticalizzazioni improvvise per il centravanti. Il tecnico granata, dopo gli arrivi dei vari Zima, Brekalo, Pobega e Praet (oggi fuori), sembra un po’ più avanti nella sua rivoluzione: senza capitan Belotti ha ottenuto due successi di fila e oggi punta ancora su Sanabria centravanti. I biancocelesti dovranno fare a meno di Zaccagni, così i giovanissimi Raul Moro e Romero saranno le prime alternative a Pedro e Felipe Anderson, con l’ex Immobile che cerca la fuga nella classifica capocannonieri dove è già al comando. Ma è dietro che la Lazio continua ad avere problemi: finora ha sempre subito gol, probabile l’inserimento di Cataldi e Akpa-Akpro a centrocampo per un maggior filtro.

ROMA-UDINESE, PERICOLO BETO PER MOURINHO

La Roma cercava il settimo sigillo a Verona e invece è arrivata la prima sconfitta stagionale che ha mostrato le prime crepe nella rosa di Mourinho. Zaniolo, tra i più deludenti al Bentegodi, dovrebbe riposare, con Carles Perez al suo posto, mentre tornerà dal 1’ Mkhitaryan. Non al meglio Abraham, che ha avuto qualche problema nell’ultimo allenamento, ma dovrebbe giocare, mentre in difesa spazio a Smalling e Calafiori. Il pericolo di oggi per i giallorossi è un connazionale dello Special One: si chiama Beto Betuncal ed è pronto al debutto da titolare nell’Udinese, scottata dai quattro gol incassati contro il Napoli. Il portoghese sarà l’unica punta, con Pereyra più avanzato e un centrocampo irrobustito dalla presenza di Makengo.

(103)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE