Sulla Germania si può sempre contare

Sulla Germania si può sempre contare

Sulla Germania si può sempre contare

90
0

La Germania resta una certezza di ogni mondiale o europeo che si giochi.
A prescindere dall’esito i tedeschi vengono puntualmente dati favoriti e talvolta rispettano il pronostico con un gioco solido e giocatori completi.
La storia resta la stessa anche in Russia, nonostante non ci siano più Klose, Schweinsteiger e Lahm, la nazionale di Joachim Low ha un’ossatura molto forte e senza grandi punti deboli in ogni reparto.
Il lungo infortunio di Neuer non impedirà al portiere di essere presente come capitano e titolare, con scorno di Ter Stegen.
Boateng e Hummels formano la coppia centrale della difesa, Kimmich e Hector invece presidieranno le fasce.

A metacampo reparto incredibilmente completo se pensiamo che possono ruotare Khedira, Draxler, Kroos, Ozil, Marco Reus, Gundogan e Goretzka.

I titolari della coppia di centrocampo dovrebbero essere Khedira e Kroos ma dipende anche dallo Stato di forma. Low ama giocare con un 4-2-3-1, per questo l’attaccante di riferimento potrebbe essere Timo Werner appoggiato dalla qualità di Ozil, Draxler e il ritrovato Thomas Muller.

Vale la pena ricordare che i tedeschi sono campioni del mondo e nell’ultimo europeo sono stati eliminati in semifinale dalla Francia padrona di casa dopo aver faticosamente passato il turno con l’Italia solo ai calci di rigore.
Una Germania dunque non trascendentale ma ugualmente competitiva anche senza i suoi campioni di riferimento come ha dimostrato nella Confederations Cup della scorsa stagione.
I principi di gioco dei tedeschi riguardano il possesso palla e il recupero, se possibile immediato, del pallone quando è tra i piedi degli avversari.

La versatilità dei giocatori permette al CT tedesco di poter cambiare anche in corsa modulo e ruotare i giocatori a seconda dell’avversario, anche se sbalordisce la rinuncia di Sanè tra i convocati.
Debutto complicato domenica 17 nel pomeriggio contro il Messico, SNAI quota i campioni in carica a 1,47, contro i 4,25 del pari e il 7,25 assegnato ai centroamericani.
Un problema non risolto della Nazionale tedesca è quello di essere spesso prevedibile nella sua aggressione alle difese ma l’ampiezza di gioco la rende comunque pericolosa in ogni istante della partita, anche quando sembra che sia apparentemente bloccata.

Si gioca in Europa e questo è un ulteriore elemento di vantaggio per una Germania che resterà allungo La favorita di ogni torneo a prescindere da come vada in Russia.
SNAI quota la vittoria del mondiale a 6,00, dietro solo al Brasile dato a 5,00.
Un ulteriore segno di fiducia, ampiamente meritato grazie alla continuità di risultati di questi anni.

(90)

Lapo De Carlo Giornalista, conduttore televisivo, radiofonico e conduttore di RMC Sport è anche esperto di conduzione e comunicazione. Collabora con la medesima ... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI