Giro d’Italia, decima tappa (Pompei-Cusano Mutri): arrivo in salita, chi attacca Pogacar

Giro d’Italia, decima tappa (Pompei-Cusano Mutri): arrivo in salita, chi attacca Pogacar

Giro d’Italia, decima tappa (Pompei-Cusano Mutri): arrivo in salita, chi attacca Pogacar

7
0

Il Giro d’Italia 2024 riparte con la decima tappa, la Pompei – Cusano Mutri, 142 chilometri e un arrivo in salita a 2.800 metri di dislivello che potrebbe favorire una volta di più Tadej Pogacar, già dominatore incontrastato della corsa rosa. +

GIRO D’ITALIA, SI RIPARTE CON LA DECIMA TAPPA

All’arrivo c’è infatti un Gran Premio della Montagna di Prima Categoria, ma già al chilometro 82, a Camposauro, i corridori ne troveranno un altro di seconda, sebbene con 60 chilometro ancora da percorrere. Previsti anche due sprint intermedi ad Arpaia (al km 52 per gli abbuoni) e Cusano Mutri (al 104 per la maglia ciclamino), con un Intergiro a Guardia Sanframondi quando mancheranno 38 chilometri all’arrivo. Gli ultimi 18 chilometri porteranno i corridori fino al traguardo a Bocca della Selva, dopo una salita al 5,6% di media con punte al 10%.

GIRO D’ITALIA, POGACAR DOMINA LA GENERALE

Orario di partenza previsto per le 13.05, con arrivo attorno alle 17.15. Se davvero qualcuno vuole provare ad attaccare Pogacar e la UAE Team Emirates dovrà farlo già da qui, perché i distacchi sono ampi. Lo sloveno ha 2:40 su Daniel Felipe Martinez e 2:58 su Geraint Thomas. Al momento ha mostrato una superiorità che rende aperta più che altro la lotta per il podio, visto che Ben O’Connor è a 3:39 e Cian Uijtdebroeks a 4:02, con Antonio Tiberi primo italiano a 4:23 e in ascesa di condizione. Il Giro, con queste premesse, rischia di essere sulla carta chiuso già molto presto.

(Credits: Getty Images)

(7)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE