Inter-Sassuolo 1-2, ritrovato lo spirito guerrigliero

Inter-Sassuolo 1-2, ritrovato lo spirito guerrigliero

Inter-Sassuolo 1-2, ritrovato lo spirito guerrigliero

19
0

Sesto risultato utile consecutivo per il Sassuolo, che approfitta della cattiva stella che brilla sulla Milano nerazzurra. Alla vigilia, gli interisti ci avevano creduto, pensando che Vecchi potesse per magia spazzare via gli incubi degli ultimi tempi. Ma sulla strada hanno incrociato il team di Di Francesco, che ha dimostrato di essere tornato quello di un tempo, con lo spirito guerrigliero che lo aveva contraddistinto la scorsa stagione.

Vero che San Siro si è ritrovato in un clima teso e surreale, ma vero anche che l’Inter un po’ di fifa ce l’aveva messa addosso. Avevano cominciato bene, i nerazzurri, ma le manone di Consigli hanno saputo mettere la pezza ad ogni tiro verso lo specchio.

Bravi invece i nostri ad approfittare delle occasioni. Il controllo totalmente impreciso del colpevole Murillo ha innescato il recupero di Sensi che, mettendola sui piedi di Berardi ha dato il La al primo gol di Iemmello. Sassuolo in vantaggio e azione confezionata da due tifosi dell’Inter come Mimmo e il numero 9, così per far festa ancora di più.

Sul secondo gol, il cross di Lirola ha pescato ancora Iemmello, che ha battuto Handanovic e realizzato la sua prima doppietta in serie A e in neroverde. Per lui l’ovazione di San Siro è un premio strameritato. Dopo le 37 reti realizzate col Foggia l’anno scorso, l’attaccante calabrese sta dimostrando di potersi guadagnare un posto fisso anche in serie A. Tornerà molto utile.

La reazione dell’Inter è debole, ma Eder ha trovato un gol che aveva riacceso lievemente le speranze nerazzurre. Il Sassuolo, tuttavia, ha tenuto a bada gli uomini di Vecchi senza problemi: più che biscione, l’Inter di ieri è stato un’anguilla scivolosa. La contestazione della curva nerazzurri che dopo mezz’ora di gioco hanno lasciato lo stadio, non ha di certo contribuito a dare serenità alla squadra.

Ottima, dicevamo, la prestazione con doppietta di Iemmello, che ha spazzato via le ultime velleità europee dei milanesi. Ma da sottolineare anche il gran lavoro della mezzala Sensi, prova tecnica in vista del prossimo anno, specie se Pellegrini dovesse partire. Letschert e Lirola finalmente in giornata, hanno dimostrato di avere qualità, col primo andato di fisico e il secondo di corsa.

Mancano 180 minuti alla fine del campionato, il decimo posto è ancora potenzialmente raggiungibile da un Sassuolo ormai rinato. Domenica sotto con il Cagliari, i sardi come i neroverdi non hanno più nulla da chiedere a questo campionato, al Mapei Stadium sarà sicuramente spettacolo. Forza Sasol!

(Credits: La Presse)

(19)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE