Sassuolo-Fiorentina: un pareggio che regala speranza per il futuro

Sassuolo-Fiorentina: un pareggio che regala speranza per il futuro

Sassuolo-Fiorentina: un pareggio che regala speranza per il futuro

25
0

Se non fosse stato per quegli ultimi trenta secondi, il Sassuolo avrebbe portato a casa la seconda vittoria consecutiva, ma complice la disattenzione e un pizzico di sfortuna, la Fiorentina poco prima del fischio finale trova con Bernardeschi il gol dell’insperato 2-2.

Dopo una campionato con più bassi che alti, i neroverdi in campionato non perdono da cinque partite consecutive, tra cui il pareggio contro Napoli e Atalanta e la vittoria su Empoli e Samp. Questa serie di risultati utili ci rende speranzosi per il futuro, nelle ultime cinque gare abbiamo ottenuto una media punti di 1,8 a partita, persino superiore a quella delle scorso campionato che si è concluso con la qualificazione in Europa League. Peccato non averla mantenuta per tutta la stagione, oggi staremmo a lottare per un posto in Europa.

Il punticino raccolto contro la Viola ci porta a raggiungere il vero obbiettivo stagionale: “arrivare a 40 punti per una salvezza tranquilla”. Godiamoci questa rinascita, alla fine del campionato mancano tre giornate, c’è ancora la possibilità di scalare qualche posizione in classifica, magari chiudendo la stagione tra le prime dieci.

Contro la Fiorentina abbiamo visto un bel Sassuolo ma purtroppo ancora non abbastanza maturo, continuiamo a ripetere le stesse ingenuità che paghiamo a caro prezzo. Nel primo tempo il protagonista assoluto è Andrea Consigli: il portierone neroverde sullo 0-0 para il rigore a Kalinic e anche la ribattuta. Il vantaggio Viola arriverà cinque minuti dopo con Chiesa. I neroverdi trovano il gol del pareggio al 73’ con Matteo Politano su calcio di rigore, nello stesso frangente la Fiorentina resta in dieci uomini per l’espulsione di Gonzalo. A cinque minuti dalla fine arriva il gol del 2-1 con il colpo di testa di Pietro Iemmello su azione da angolo, ma allo scadere il torpore generale degli ultimi minuti colpisce ancora; i nostri difensori si dimenticano di Bernardeschi che nei secondi finali trova il gol del 2-2. Ancora un’ingenuità che ci costa due punti.

Una gioia a metà per i tifosi neroverdi, non solo per una vittoria sfumata nei secondi finali, ma soprattutto per le voci sempre più insistenti che vedrebbero Eusebio Di Francesco come prossimo allenatore della Fiorentina; il mister è il pezzo più pregiato del Sassuolo, i tifosi sembrano ormai rassegnati al suo addio ma solo tra un paio di settimane sapremo se il DiFra troverà un accordo con la società per continuare a guidare la squadra almeno per un’altra stagione.

Domenica c’è l’Inter, dopo la sconfitta contro il Genoa, la squadra di Pioli nonostante la crisi resta in lotta per il sesto posto insieme a Milan e Fiorentina, le tre squadre sono racchiuse in tre punti. Il Sassuolo si è dimostrato bravo nel rompere le uova nel paniere alle squadra in corsa per un posto in Europa (prima il Napoli e poi l’Atalanta), i presupposti per mettere i bastoni tra le ruote anche ai nerazzurri ci sono tutti. Andiamo a San Siro senza paura. Forza Sassuolo.

 

(Credits: LaPresse)

(25)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE