EUROVISION SONG CONTEST TOP E FLOP DELLA FINALE

EUROVISION SONG CONTEST TOP E FLOP DELLA FINALE

EUROVISION SONG CONTEST TOP E FLOP DELLA FINALE

765
0

L’Eurovision Song Contest 2022 è andato e già ne sentiamo la mancanza, anche perché è stato bello ospitarlo in Italia e l’anno prossimo non potrà accadere. La cosa più bella, considerato che ha vinto una band ucraina, sarà vedere uno degli eventi musicali più attesi al mondo a Kiev nel 2023, o magari a Kharkhiv, a Odessa o in una qualunque della città martoriate dal conflitto ancora in corso. Signicherà che nel frattempo sarà arrivata la pace. Adesso vediamo quali sono stati i tre top e i tre flop della finale e il risultato non potrà che condizionare il nostro giudizio.

 

TOP: UCRAINA IN TRIONFO CON I KALUSH ORCHESTRA

Ha vinto l’Ucraina, come da pronostico, e diciamocelo francamente: l’abbiamo pensato un po’ tutti che se i Kalush Orchestra avessero avuto un altro passaporto, probabilmente non sarebbero arrivati neppure tra i primi cinque. Però non hanno demeritato: soprattutto la parte solo strumentale della canzone, considerando che di quella testuale ovviamente nessuno poteva capire nulla, aveva il suo perché. E in ogni caso il ritmo, l’idea e i costumi erano da vertice. Insomma, viva l’Ucraina ok, ma viva anche i Kalush Orchestra, che hanno unito tradizione e modernità.

 

TOP: SAM RYDER FA IMPAZZIRE IL REGNO UNITO

Primo dei “big five”. Sam Ryder ha fatto impazzire il Regno Unito, il pubblico di Torino e, ammesso che possa interessarvi, Cristiano Malgioglio, che ha fatto un tifo sfegatato per il cantante inglese durante tutta la finale. Il look è quello di un rockettaro, lunghi capelli biondi e barba folta, la canzone spacca soprattutto per la sua voce, con tonalità da brividi (non ce ne vogliano Mahmood e Blanco). Per la giuria di qualità avrebbe vinto, non sarebbe stato certamente uno scandalo.

 

 TOP/FLOP: CHANEL E LA SPAGNA SUL PODIO

La Spagna ha chiuso l’Eurovision al terzo posto e sono in tanti a chiedersil il perché. Se tra un mese o due, “Slomo” di Chanel avrà il successo di “Despacito” saremo pronti a cambiare idea, ma non crediamo che abbia le stesse probabilità. Di sicuro è piaciuta a tanti, perché sia i giurati che il pubblico a casa l’hanno tenuta in alto, proiettandola sul podio. Il look era provocatorio, ma non sensuale, la coraografia lo stesso. La musica era quella sentita altre centomila volte e sul testo meglio non soffermarsi.

 

TOP/FLOP: MAHMOOD E BLANCO QUALCOSA È MANCATO

Niente brividi, con la b minuscola e poco “Brividi”, con la b maiuscola. Mahmood e Blanco non sono stati quelli di Sanremo, o perché è mancato l’effetto sorpresa, o perché qualcosa è mancato nella loro performance, a partire dalla scenografia (e in questo caso forse non è tutta colpa loro). Il sesto posto finale, tutto sommato, è giusto: avremmo gradito un’altra interpretazione. L’Italia, comunque, si consola, con Gigliola Cinquetti, Laura Pausini e i Maneskin.

 

FLOP: LA GERMANIA RESTA A ZERO CON MALIK HARRIS

Zero punti. Quando tutti i giurati dei quaranta paesi avevano assegnato i loro voti, la Germania non ne aveva nessuno. Povero Malik Harris, che tra l’altro cantava una canzone dal titolo “Rockstars”, ma lui non lo è affatto, appunto. Sul palco ha portato il suo pop, che non sembra neppure così scadente, così come la sua voce, ma evidentemente il suo messaggio non è arrivato. Tra l’altro vedere i tedeschi ultimi in classifica fa un certo effetto. Almeno grazie al pubblico è arrivato a quota 6 punti.

 

FLOP: MARIUS BEAR NON PIACE AL PUBBLICO

Scusate se ci ripetiamo. Avevamo inserito Marius Bear tra i flop della prima semifinale, domandandoci come mai fosse riuscito a qualificarsi. Il punto è che non eravamo i soli, in tutta Europa. Non è un caso che lo svizzero sia stato l’unico a non ricevere alcun punto dal pubblico a casa. Attenzione, qualcuno lo avrà anche votato, ma in base a un algoritmo che non stiamo qui a spiegarvi, la percentuale era pari a zero. La canzone “Boys Do Cry”, detto con il massimo rispetto, non scuote le anime, né il cuore, né la testa.

 

(Credit: Getty Images)

(765)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE