Sanremo 2021 | Pronti, partenza, via!

Sanremo 2021 | Pronti, partenza, via!

Sanremo 2021 | Pronti, partenza, via!

126
0

Facendo rumore, Sanremo riparte da dove si era fermato lo scorso anno. Con la canzone vincitrice del 2020, “Fai Rumore” di Diodato, si alza il sipario sulla Kermesse degli italiani, quella più chiacchierata e più nazionalpopolare e pure più snobbata di tutte, ma sempre pronta a catalizzare l’attenzione di papaveri e papi dalla Riviera di Ponente a tutto lo Stivale e oltre. Uno spettacolo ora niente affatto scontato, costretto a fare i conti con le vicende, terribili e nefaste, di un anno fin troppo complicato.

Eppure, Ariston o meno, nave da crociera o terraferma, pubblico o non pubblico, Sanremo ha conquistato una consonante d’eccezione, diventando per l’occasione “Zanremo”, come uno dei suoi più incredibili protagonisti ha deciso di ribattezzare a proprio uso e consumo il Festival della Canzone Italiana numero 71. Sì, perché a fianco della rodata coppia di capitani Amadeus – Fiorello, al bis dopo l’exploit di ascolti e consensi della precedente stagione, ci sarà in veste di co-conduttore anche Zlatan Ibrahimovic.

Sì, proprio il bomber del Milan sarà il terzo incomodo tra i due sfegatati interisti, che di certo non mancheranno di mettere alla prova lo strano senso dell’umorismo del campione svedese, oltre che, prevedibilmente, lasciarsi andare a qualche soddisfatto commento circa la posizione delle proprie squadre nella classifica di Serie A. Il numero 11 rossonero – che in conferenza stampa ha rimarcato con ironia di essere lì perché se davvero si tratta del programma più importante d’Italia lui non può non prendervi parte – potrebbe pure riservare degli inediti assi negli scarpini lucidi, visto che in bacheca, tra millemila trofei collezionati in oltre vent’anni di carriera agonistica, ha conquistato pure un disco d’oro vinto in Svezia per il singolo “Du gamla du fria”, versione “zlatanizzata” del suo inno nazionale. Perciò se è lecito aspettarsi almeno un paio di calcioni indirizzati a una platea vuota, anche balletti e prove canore in questi cinque giorni di Sanremo non sono poi così impensabili.

A chiudere la squadra dei conduttori, lo show nello show di Achille Lauro, ogni sera impegnato a dare vita a un personale quadro e una presenza femminile diversa per ciascuno dei cinque appuntamenti del Festival. Prima delle guest star sarà quindi Matilda De Angelis, giovane attrice bolognese che sognava di fare la cantante e diventata invece superstar internazionale dopo il successo della serie Sky “The Undoing”, dove ha recitato alla pari con Nicole Kidman e Hugh Grant.
In gara, si esibiranno in apertura 4 artisti delle nuove proposte, soggetti alla votazione combinata di pubblico, sala stampa e giuria demoscopica. I primi 2 più votati accederanno così alla finale di venerdì insieme ai 2 più votati di mercoledì. Dopo il primo turno dei giovani poi, ecco il fischio di inizio dei big, con i primi 13 dei 26 in gara. In ordine di esibizione avremo:

Arisa – “Potevi fare di più”
Colapesce e Dimartino – “Musica leggerissima”
Aiello – “Ora”
Francesca Michielin e Fedez – “Chiamami per nome”
Max Gazzè e Trifluoperazina Monstery Band – “Il farmacista”
Noemi – “Glicine”
Madame – “Voce”
Maneskin – “Zitti e buoni”
Ghemon – “Momento perfetto”
Coma_Cose – “Fiamme negli occhi”
Annalisa – “Dieci”
Francesco Renga – “Quando trovo te”
Fasma – “Parlami”

Una vera e propria nuova vita per questo Sanremo che, ribattezzato per l’occasione “70+1”, rivoluziona tutto dai vecchi tempi di Nunzio Filogamo: per la prima volta niente più pubblico vicino, ma solo quello lontano e televisivo, accomodato al sicuro nei propri salotti. Una manifestazione necessariamente diversa dalle passate edizioni, tra fiumi di igienizzante, mascherine, termoscanner e assenza completa di red carpet o bagni di folla, sulla quale però il direttore artistico Amadeus ha assicurato l’indispensabile rispetto delle norme con protocolli severissimi, ma anche la voglia di farne uno spettacolo portatore sano di leggerezza in mezzo ad acque fin troppo agitate.

Certi comunque che Morfeo ci accompagnerà dolcemente fino a notte fonda vista l’agenda fitta di appuntamenti della serata. Tra gli ospiti sono previsti la Banda della Polizia di Stato, la ginnasta russa Olg’a Kapranova e l’infermiera simbolo del primo lockdown Alessia Bonari, così come l’inossidabile Loredana Berté che insieme a un medley dei suoi successi presenterà la nuova “Figlia di…”. Se tutto questo sembra davvero troppo, non è il caso di allarmarsi: siamo solo all’inizio.
(Credits: Getty Images)

(126)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE