X Factor | 5° live tra conferme e classifiche

X Factor | 5° live tra conferme e classifiche

X Factor | 5° live tra conferme e classifiche

485
0

Lacrime, coerenza, contemporaneità e grandi percorsi: X Factor 2020 prosegue dritto, eliminazione dopo eliminazione, alla ricerca del suo talento con la X maiuscola da glorificare a sempiterna memoria, nonostante lo spettacolo continui a non brillare di particolari sorprese.

Passata in fretta la paura della prima uscita di scena dopo una royal rumble a colpi di inediti che, anche se in versione ridotta, sono ormai delle piccole hit a uso e consumo dei giganti dello streaming, la gara ha preso presto un clima piuttosto nervoso. Già, perché quando il pubblico da casa ha decretato il proprio insindacabile pollice verso per Blue Phelix, chi ne ha subito di più le conseguenze è stata la sua giudice, Emma. Rimasta incastrata in un loop infinito di retorica, onestà, costanza e saggezza irrisolta, la cantante salentina in breve ha deposto le sue migliori facoltà di giudizio, per un j’accuse tutti contro tutti durato fino al sipario finale.

Ancora una volta i brani proposti non hanno fatto stracciare poi così tanto le vesti per la loro cosmica bellezza, ma Blind prosegue su una scia positiva, malgrado un’ultima performance piuttosto tristanzuola. Il rapper dal cuore tenero è sempre lì, saldo al comando di una classifica dei primi della classe con oltre 4 milioni di visualizzazioni della sua “Cuore nero”, prod. Frenetik&Orang3, e nessuno all’orizzonte a contendergli il podio.

Quando poi, durante una seconda manche a base di cover, Casadilego consegna l’ennesima canzone incolore e i Melancholia con “Sweet dreams” non spostano di una virgola la loro rodata, quanto comunque portentosa, esibizione, tutta la scaletta pare svolgersi come da copione, pianti d’ordinanza compresi. E incredibilmente, in mezzo a tutto e tutti, a svettare davvero è NAIP, che interpretando “Amandoti” dei CCCP ha dato una inedita prospettiva alla sua dimensione artistica, finora relegata a mero momento da varietà televisivo.

Alla fine in ballottaggio finiscono l’autotuneman Vergo e MyDrama, la cui resa di “Notti” di Sfera Ebbasta non ha convinto nessuno che non fosse Hell Raton, specie per un testo che poco ha a che fare con la realtà della giovane cantante di Monte Cremasco. Il verdetto si rivela fatale per Vergo, lasciando così il programma privo di uno dei suoi più divertenti showman di questa strana edizione. Cattelan permettendo, ovviamente.

Per la seconda volta Mika perde quindi un suo pupillo al televoto per rimanere in capo agli Over con il solo NAIP, mentre la compagine delle Under Donna di Hell Raton continua a procedere al gran completo con MyDrama, Casadilego e Cmqmartina. A completare gli schieramenti, Little Pieces Of Marmelade e Melancholia per i Gruppi di Manuel Agnelli e Blind negli Under Uomini di Emma Marrone.

Nel nuovo appuntamento di questo giovedì, ritorna la formula frizzante della doppia eliminazione, con due turni a disposizione per ciascuno dei magnifici 7 rimasti in gara. Sul palco a contendersi un posto per la prossima settimana, i concorrenti si esibiranno in un composito repertorio di cover che spaziano dai Beatles a Bjork, passando per Adriano Celentano, Elisa e i Linkin Park.

Ancora una volta però qualche scelta di percorso lascia sul campo più di una perplessità. La logica delle produzioni pompatissime e miracolose ha dato prova di non riuscire a sfruttare al meglio il talento, innegabile, di alcuni di questi giovani cantanti, ma anche di far decollare realmente uno spettacolo che deve pur sempre andare avanti. Bomba o non bomba.

 

(Credits: Getty Images)

(485)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE