2019 King George – Venerdì 26.07

2019 King George – Venerdì 26.07

2019 King George – Venerdì 26.07

147
1

Londra, 26 Luglio 2019

Ci siamo, siamo arrivati alla due giorni di Ascot, imperniata sulle King George and Queen Elizabeth QIPCO Stakes, Gr-1, 1m3f,212y, per cavalli di 3 anni e oltre, la corsa che vede lo scontro tra i giovani e gli anziani, anzi la Corsa con la C maiuscola, a mio avviso più selettiva e più importante, ai fini della razza, che ci sia in Europa e forse nel mondo (dopo l’Investec Derby).
Qualcuno arriccerà il naso pensando al Qatar Arc de Triomphe: io non vado a Parigi per quella occasione da tanti anni, primo perché odio le corse Francesi e gli ippodromi Francesi, tranne Deauville, perché manca l’atmosfera, perché mancano le facilities per gli spettatori, perché le corse sono quasi sempre “false” e, in particolare, proprio l’Arc, è una corsa rough, dove si picchiano tutti da morire.

Domani correrà Enable (GB) (f. b. 2014 Nathaniel) sulla via delle Juddmonte International Stakes, Gr-1, 1m2f56y, e proprio dell’Arc.
La cavalla è rientrata, dopo aver avuto qualche piccolo problema, ma fastidioso, niggling problems, dicono gli Inglesi, nelle Coral – Eclipse Stakes, Gr-1, 1m1f219y, ma ha cambiato programma più volte.
Favorita a 4/6 ha vinto, segnando un ottimo tempo, 0,73 secondi sotto lo standard time, ma ha battuto di soli tre quarti di lunghezza Magical (IRE) (f. b. 2015 Galileo), che al tondino sembrava un fantasma per lo più spento; alla fine la cavalla chiudeva su Enable e terzo era Regal Reality (GB) (m. b. 2015 Intello), un pazzo furioso, che per andare in partenza ha girato a mano destra percorrendo esattamente metri 2.000.
Anche Enable al tondino non era bella, ma è andata forte e il suo allenatore, con il solito tono professorale, nel dopo corsa, ha dichiarato che era al 90% e quindi non al top della forma e che sarebbe migliorata.
Domani vediamo se il Professor Gosden ha visto giusto.

Martedì il “Professor” Gosden, nel corso di un colloquio con i giornalisti, dopo l’ultimo galoppo di Enable, a Newmarket, per rifinire la preparazione per la corsa, ha detto che i bookmakers non vogliono “bancare” Enable dal momento che offrono la cavalla a 4/6, mentre dovrebbe essere quanto meno alla pari.
Naturalmente nessuno gli ha chiesto come farebbe il libro con Enable alla pari per quanto riguarda Crystal Ocean (GB) (m. b. 2014 Sea The Stars) e Anthony Van Dyck (IRE) (m. b. 2016 Galileo), ma gli Inglesi, è cosa nota, sono di un’ipocrisia che non ha pari.
Il “Professor” Gosden dovrebbe limitarsi ad allenare i cavalli e lasciar perdere il libro dei bookmakers: a Milano, ma anche a Como, di dice “ofelé fa el tò mesté”, pasticciere fa il tuo mestiere.
Dopo lo statement del “Professor” Gosden la quota di Enable è precipitata a 4/7!

Prima di concludere il discorso su Enable vorrei spendere due parole (magari anche di più) sulla sua genealogia, molto “strana”.
È figlia di Nathaniel (IRE) (m. b. 2008 Galileo) e di Concentric (GB) (f. b. 2004 Sadler’s Wells).
Ciò significa che la cavalla è inbred 3×2 su Sadler’s Wells (USA) (m. b. 1981 Northern Dancer), ovvero il nome di Sadler’s Wells compare in terza generazione in linea paterna e in seconda generazione in linea materna: incrocio del tutto inusuale e non si saprà mai se quelli di Juddmonte hanno voluto fare un esperimento o se tutto è nato per caso.

Ci sono altre teorie allevatorie che non sono l’inbreeding, molto frequente, sia pure non così stretto: ne cito due, l’outcross e “Breeding from cluster mares”.
Outcross significa che nelle prime cinque generazioni non troviamo mai un nome di uno stallone o di una fattrice ripetuto.
Se risaliamo ab ovo scopriamo che, in ogni caso, tutti i purosangue Inglesi discendono da tre stalloni, Byerley Turk (GB 1679 o 1680 o 1684), Darley Arabian (GB) (1700) e Godolphin Arabian (GB 1724), e quindi la conclusione è facile.
La terza teoria che prendo in esame è quella che mi ha sempre affascinato, ma che non è condivisa, per esempio, dal mio vecchio amico Tony Morris, con il quale, sulla materia, ho avuto diverse discussioni.
Il Signor Dennis Craig ha esaminato i pedigrees dei vincitori delle 8 corse più importanti in UK e il 66% degli 816 vincitori fino al 1960 risalgono, nelle prime sei generazioni, a soltanto 130 fattrici.
Ottanta di queste fattrici sono chiamate Cluster Mares perché ognuna di esse, entro la sesta generazione, ha prodotto 2 o più vincitori di 5 o più di quelle 8 corse esaminate.
Poi ci sono le Star Mare che sono quelle che, entro la sesta generazione, hanno prodotto 2 o più vincitori di 3 o 4 di quelle 8 corse.
Quindi, secondo il Signor Craig, gli allevatori devono fare degli inbreedings su quelle fattrici, cioè devono duplicare quelle fattrici nei pedigrees dei prodotti che vanno a creare.
Quel volumetto, oggi introvabile, è stato pubblicato dalla mitica Casa Editrice J. A. Allen: qualche lettore ricorderà le visite in quel tempio e io stesso ho distribuito con quella premiata Ditta il mio libro “The Fields of Triumphs” (89 ippodromi nel mondo esaminati con la lente d’ingrandimento) dopo un lungo colloquio proprio con il Signor Allen in persona.
Bei tempi.

La premiata ditta Ladbrokes offre le quote per la performance di domani di Lanfranco Dettori: 0 vittorie 11/4, 1 vittoria 4/5, 2 vittorie 3/1, 3 vittorie 16/1, 4 o più vittorie 66/1.

BREAKING NEWS: ci sono dei rumours in base ai quali Crystal Ocean (GB) (m. b.2014 Sea The Stars) potrebbe non correre le King George per un piccolo incidente in galoppo.
Se la denegata ipotesi dovese verificarsi, l’applicazione della Tattersalls Regola 4, in questo Paese e in Irlanda, ridurrebbe la quota di Enable e di ogni possibile vincitore, mentre in Italia la quota di Enable, in caso di sua vittoria, si ridurrebbe quasi a zero, essendo regolata al Totalizzatore Nazionale, a dimostrazione che gli investitori su questi mercati nel Bel Paese devono essere solo massacrati.
Idem con patate per i piazzati in corse numerose: siamo rimasti a tre piazzati quando in UK e in Irlanda i piazzati, in certi casi, sono quattro, cinque e addirittura sei.
Basterebbe eliminare la quota dei piazzati in Italia sostituendola con la quota del vincente e piazzato a masse pari, e tutto sarebbe finalmente fair.
Ma il muro è di gomma.

Abbandoniamo i ricordi ed entriamo nel rosso dell’uovo delle corse di oggi.

Seguiamo come il solito l’ordine del mercato.

Going: Good to firm, Good in places (Watered) (GoingStick: Stands’ Side 8.2, Centre 8.7, Farside 8.2, Round 7.9)Weather: Scattered showers CStalls: Straight course – Centre; Round course – Inside

H. 1.50PM GMT, H. 2.50PM CET: John Guest Racing British EBF Fillies’ Novice Stakes (Plus 10 Race) Classe 4 (2yo) 7f, con una dotazione complessiva di £ 10.400.

Race conditions:  £10,400 guaranteed For 2yo fillies which are EBF eligible Weights 9st Penalties for each Auction or Median Auction race won 3lb; for each other race won 6lb (Sellers and Claimers excluded for the purposes of penalties) Entries 24 pay £50 Penalty value 1st £6,727.76 2nd £2,002.00 3rd £1,000.48 4th £500.24.
Favorita tra 2/1 e 9/4 Dubai Paradise (IRE) (f. s. 2017 Exceed And Excel), che ha un Best Racing Post Rating di 70, un Timeform Rating, aggiustato per la corsa, di 80p.
Ha debuttato, a Newmarket, a 6f, ma alla fine non ha accelerato ed era favorita a 10/11.
La monta James Doyle, a mio avviso fantino molto sopra valutato: è un fenomeno con i cavalli che costano milioni di Dollari e che corrono contro colleghi da migliaia di Sterline: ricordate la sua più che sciagurata monta di Sea Of Class (IRE) (f. s. 2015 Sea The Stars) nell’Arc de Triomphe?
Cloak Of Spirits (IRE) (f. b. 2017 Invincible Spirit) ha un ipotetico Timeform Rating di 78, perché debutta e ha una quota tra 5/2 e 3/1.
Segue nel mercato, tra 4/1 e 6/1,  Queen Daenerys (IRE) (f. b. 2017 Frankel), anch’essa al debutto, con un ipotetico Rating del Timeform di 82.
Interessante potrebbe essere Reehaam (GB) (f. b. 2017 Kingman) con un ipotetico Rating del Timform di 84 e una quota tra 11/2 e 7/1.
Appartiene ad una straordinaria famiglia Sud – Africana.
Da non trascurare anche Stars In The Sky (GB) (f. b. 2017 Galileo), pagata € 525.000 da yearling alle Aste Goffs (Orby), con un ipotetico Timeform Rating di 96 e una quota tra 4/1 e 5/1.
Il tondino dirà l’ultima parola e ve ne darò conto.

H. 2.25PM GMT, H. 3.25PM CET: Anders Foundation British EBF Crocker Bulteel Maiden Stakes (Plus 10 Race) (Not Run More Than Once) Classe 2 (2yo) 6f, con una dotazione complessiva di £ 20.000.

Race conditions:  £20,000 guaranteed For 2yo colts & geldings, which are EBF eligible, which have not run more than once Weights 9st Entries 18 pay £100 Penalty value 1st £12,450.00 2nd £3,728.00 3rd £1,864.00 4th £932.00 5th £466.00 6th £234.00.
Tutti debuttanti tranne uno.
Favorito a una quota tra 6/5 e 6/4 (in salita da ieri sera), Man Of Promise (USA) (m. b. 2017 Into Mischief) che ha un ipotetico Rating del Timeform di 99, che è stato pagato “solo” USD $ 170.000, da yearling, alle Aste di Settembre di Keeneland: solito duo Charlie Appleby – James Doyle so good luck to them.
Interessante la paternità di Into Mischief (USA) (m. b. 2005 Harlan’s Holiday), che funziona alla Spendthrift Farm, a Lexington, Kentucky, al tasso di USD $ 150.000.
Secondo favorito Mums Tipple (IRE) (m. s. Footstepinthesand) con un ipotetico Rating del Timeform di 87 e una quota tra 4/1 e 5/1.
Ghinee 45.000 da yearling alle Goffs (UK) Premier Sale nell’Agosto del 2018.
Interessante Surf Dancer (IRE) (m. b. Lope De Vega), con un ipotetico Timeform Rating di 99 e una quota tra 7/2 e 4/1.
€ 260.000 da yearling alle Aste Goffs (Orby): lo allena William Haggas, a Newmarket, Suffolk, Regno Unito e lo monta Ryan Moore.

H. 3.35PM GMT, H. 4.35PM CET: Acorn Insurance British EBF Valiant Stakes (Listed Race) Classe 1 (3yo+) 1m, con una dotazione complessiva di £ 60.000.

Race conditions:  £60,000 guaranteed For 3yo+ fillies & mares which are EBF eligible Weights 3yo 8st 9lb; 4yo+ 9st 3lb Penalties after 2018, a winner of a Group 3 race 3lb; of a Group 2 race 5lb; of a Group 1 race 7lb Weight for age 3yo from 4yo 8lb Entries 20 pay £300 Penalty value 1st £34,026.00 2nd £12,900.00 3rd £6,456.00 4th £3,216.00 5th £1,614.00 6th £810.00.
Colori Reali in testa al gruppo, in linea teorica: Magnetic Charm (GB) (f. b. 2016 Exceed And Excel), con un OR di 109, un BRPR di112, un Timeform Rating di 127p e una quota tra 5/6 e 11/10.
Monta di Ryan Moore: sulla carta non ha avversari.
Segue nel mercato Anna Nerium (GB) (f. s. 2015 Dubawi), con un OR di 107, un BRPR di 110, un Timeform Rating di 118 e una quota tra 5/1 e 6/1.
A 3 anni andava più forte.

Questo è quanto per le corse accessibili ai più.

Per i “meno”, ma più acculturati e / o presuntuosi, ci sono gli Handicaps cui dedico qualche riga nel Post Scriptum, come il solito.

Good luck!

Carlo Zuccoli

P. S.

H. 3PM GMT, H. 4PM CET: John Guest Racing Brown Jack Handicap, Classe 3,  1m7f209y, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 30.000.
Favorito a una quota tra 7/4 e 2/1 Crystal King (GB) (c. s. 2015 Frankel), con un OR di 93, un BRPR di 98, un Timeform Rating di 99.
Il contro potrebbe essere Themaxwecan (IRE) (m. b. 2016 Maxios) con OR di 93, un BRPR di 99, un Timeform Rating di 102 (Rating massimo) e una quota tra 5/2 e 3/1.
Il suo allenatore quest’anno ha già vinto 161 corse sulle 837 disputate e oltre £ 3.100.000, con una percentuale winners to runners del 19%!

H. 4.10PM GMT, H. 5.10PM CET: John Guest Racing Handicap, Classe 2, 1m3f211y, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 30.000.
Ancora colori Reali in prima linea: Sextant (GB) (c. b. 2015 Sea The Stars), con un OR di 98, un BRPR di 103, un Timeform Rating di 111 (massimo) e una quota tra 13/8 e 15/8.
La coppia Sir Michael Stoute – Ryan Moore ai comandi: difficile da battere.
Il contro dovrebbe essere Anythingtoday (IRE) (c. b. 2014 Zoffany), con un OR di 97, un BRPR di 105, un Timeform Rating di 110 e una quota di 5/2.

H. 4.45PM GMT, H. 5.45PM CET: Neptune Investment Management Supports Child Bereavement UK Handicap, Classe 2, 5f, per cavalli di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 45.000.
Timeform Rating Massimo, 118, per Jumira Bridge (GB) (c. b. 2014 Invincible Spirit) che ha un OR di 92, un BRPR di 102, una quota tra 7/1 e 9/1.
Favorito tra 571 E 6/1 Arecibo (FR) (c. b. 2015 Invincible Spirit), con una OR di 93, un BRPR di 100, un Timeform Rating di 117.

H. 51.5PM GMT, H. 6.15PM CET: Sarah Chandler October Club Supporting SIA Fillies’ Handicap, Classe 4, 5f, per sole femmine di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 11.600.
Favorito tra 2/1 e 9/4 Texting (GB) (f. b. 2016 Charm Spirit), con un OR di 74, un BRPR di 78, un Timeform Rating di 96 (massimo).
Interessanti con una quota tra 9/2 e 5/1 Pink Flamingo (GB) (f. b. 2016 Dream Ahead), con un OR di 74, un BRPR di 82 e Peggie Sue (GB) (f. b. 2015 Captain Gerrard), con un OR di 85, un BRPR di 90, un Timeform Rating di 95 e una quota tra 7/2 e 5/1.

C. Z.

(Credits: Getty Images)

Stato del terreno

Ascot - King George

(Copyright: TurfTrax)

(147)

Redazione Redazione SNAI Sportnews che tratta tutti gli sport, con le quote, presenti sul sito snai.it... VAI ALLA PAGINA AUTORE