2020 Qatar Festival of Racing: Goodwood 27 Luglio – 01 Agosto 4

2020 Qatar Festival of Racing: Goodwood 27 Luglio – 01 Agosto 4

2020 Qatar Festival of Racing: Goodwood 27 Luglio – 01 Agosto 4

94
0

Foto di apertura: Battaash (IRE) (c. b. 2014 Dark Angel) vince le King George Qatar Stakes, Gr-2, 5f, a Goodwood il 02 Agosto 2019

2020 Qatar Festival of Racing: Goodwood 27 Luglio – 01 Agosto 4

 Mappa della pista e sua descrizione

schermata-2020-07-27-alle-08-27-56

(Copyright Timeform)

Como, 31 Luglio 2020

L’altro ieri e ieri sono stato soggetto di alcuni volgari attacchi su FaceBook per l’errore di valutazione su Mohaather (GB) (m. b. 2016 Showcasing).
Di questo errore me ne vanto e vi spiego il perché.
In Italia, specialmente nell’Italia ippica, chi scrive e chi parla in TV, nella stragrande maggioranza, non esprime mai strong opinions.
Due esempi per tutti: la vicenda Tuscan Gaze (IRE) (m. s. 2017 Galileo) sulla quale nessuno ha scritto una riga, se non per difendere “goffamente” il sistema, inventando anche balle di sana pianta e le Oaks, vinte da una cavalla che ha battuto, di poco, una sua coetanea venuta dalla Gran Bretagna, con un Rating di 76 (nessuna riga in proposito).
Il pubblico, soprattutto, quelle persone che hanno il biglietto in tasca, cui l’ippica interessa solo ed esclusivamente per quell’aspetto, ahimè, oggigiorno, la super – stragrande maggioranza, si è abituato a “dormire”.
Io, prima delle corse, esprimo spesso e volentieri, strong opinions e, a volte, sbaglio, anche clamorosamente, proprio perché non sono un corifèo.
In UK Price Wise, alias Signor Tom Segal che, di default, è contro il favorito, sempre, ovunque e comunque, e va solo con i “macchioni”, esprime strong opinions, commette errori anche clamorosi, ma nessuno lo ha mia lapidato: altro paese, altro pubblico ippico, soprattutto altra civiltà.
Pochi ragionano con il biglietto in mano.
Tornando a Mohaather e concludendo il discorso, prima della corsa, non aveva i numeri per vincere (Timeform docet), tanto è vero, che nel finale delle contrattazioni è salito da 5/2 a 3/1.
Se il Signor Oisin Murphy, in sella a Kameko (USA) (m. b. o. 2017 Kitten’s Joy) non fosse andato a cozzare contro Circus Maximus (IRE) (m. b. 2016 Galileo), forse il risultato sarebbe stato diverso: scuse serali del Signor Murphy al mondo.
Comunque per vincere, a volte, ci vuole anche la fortuna.
In ogni caso giù il cappello all’accelerazione del Signor Mohaather, che ha tolto da una possibile e probabile pessima figura il suo fantino Jim Crowley, e al Signor Marcus Tregoning che, in ogni caso, dal primo giorno dell’anno di grazia 2020, ha presentato 37 runners con 8 vittorie, con 55 cavalli dichiarati a Horses in Training 2020, con – £ 8,76, per chi lo ha sempre seguito.

L’altro giorno tutto il mondo era contro Battleground (USA) (m. b. 2018 War Front), Signor Tom Segal compreso, nel Gruppo 2 per i 2 anni.
L’unico difensore e “incensatore” ero io: il cavallo ha vinto molto bene.
So what?
Ho semplicemente ripetuto, fino a stancare il pubblico dei radioascoltatori e dei lettori, quello che avevo visto a Ascot, sia nel suo modello, sia nella sua genealogia, sia nel suo modo di muoversi e quello che stavo vedendo in diretta in TV.
Ho avuto ragione e, ripeto, so what?

Passiamo alle corse di oggi, anche perché i corifèi ci saranno sempre e io continuerò ad esprimere strong opinions, nel bene e nel male: take me or leave me, very simple.
Una domanda per i concessionari e per le Autorità ippiche e per le scommesse in Italia: perché i dati sul terreno, talmente importanti da essere considerati prima di ogni altro fattore nell’esame di una corsa, sono ignorati totalmente?

Alle 3.15PM GMT, 4.15PM CET: King George Qatar Stakes, Gr-2, 5f, con una dotazione complessiva di £ 125.000.
Odio le corse veloci e odio i castroni e ripeterò, sempre, ovunque e comunque, quello che diceva il Sen. Federico Tesio e cioè che i velocisti sono recessivi.
In ogni caso oggi Battaash (IRE) (c. b. 2014 Dark Angel) potrebbe scrivere una pagina straordinaria di sport: vincere per la quarta volta a fila questa corsa.
Non potrà essere recessivo perché orribile castrone.
Nel 2017 era a 9/2, nel 2018 a 8/11, nel 2019 a 4/1 on e quest’anno si presenta tra 3/1 on e 5/2 on.
Il Timeform, aggiustato per la corsa, gli assegna il Rating massimo, 143 e anche il suo Official Rating, 130, lo pone in cima al Gruppo.
Potrebbe correre molto bene Liberty Beach (GB) (f. b. 2’017 Cable Bay), con un Timeform Rating di 129, un OR di 113, una quota di 13/2, già terza, di Battaash, al Royal Ascot, nelle King’s Stand Stakes.
L’andatura dovrebbe essere regolare e nulla più su quella discesa infernale.

Alla 1.45PM GMT, le 2.45PM CET: Saint Clair Oak Tree Stakes, Gr-3, 7f, per femmine di 3 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 50.000.
Dovrebbe esserci andatura sostenuta e dovrebbero essere svantaggiati i numeri alti di steccato.
Favorita netta, tra 7/4 e 2/1, One Master (GB) (f. b. 2014 Fastnet Rock), con il Rating massimo del Timeform, 130.
Ha vinto per due volte, nel 2018 e nel 2019, il Qatar Prix de la Foret, Gr-1, m. 1.400, a Longchamp e, all’ultima uscita, il 10 Luglio, a Newmarket, nelle Tattersalls Falmouth Stakes, Gr-1, 1m, è finita quarta, battuta di una lunghezza, con alcuni intralci, da Nazeef (GB) (f. b. 2016 Invincible Spirit).
Sulla carta non ci sono avversarie.
L’andatura dovrebbe essere allegra e saranno sfavoriti i numeri alti di steccato.

Alle 2.15PM GMT, 3.15PM CET: Bonhams Thoroughbred Stakes, Gr-3, 1m, per cavalli di 3 anni, con una dotazione complessiva di £ 50.000.
Rating massimo del Timeform, 135p, per Khalooshy (IRE) (m. gr. 2017 Dubawi), che ha una quota tra 11/8 on e 5/4 on.
Ha vinto le Britannia Stakes, Handicap, al Royal Ascot, alla quota di 9/2.
In carriera ha disputato 3 corse vincendone 2.
Difficile trovare un avversario: forse My Oberon (IRE) (m. b. 2017 Dubawi), con 119p di Timeform e una quota tra 11/4 e 100/30, cavallo in grande progresso (York, ultima uscita) o Tilsit (USA) (m. b. 2017 First Defence), con un Timeform Rating di 111p e una quota tra 4/1 e 9/2 (vincitore a Newcastle alla seconda uscita in carriera).
Ci sarà pochissima andatura.

Alle 3.45PM GMT, 4.45PM CET: L’Osmarins Queen’s Plate Glorious Stakes, Gr-3, 1m3f218y, per cavalli di 4 anni e oltre, con una dotazione complessiva di £ 50.000.
Riuscirà Communique (IRE) (m. s. 2015 Casamento), cui il Timeform assegna il Rating massimo di 133, il mercato una quota tra 15/8 e 2/1, a vincere, conducendo da un capo all’altro?
Ha corso una sola volta a Goodwood, nel 2018, vincendo un Handicap.
Troppi gli ipotetici avversari per nominarli tutti.
Joe Fanning conosce bene il cavallo e il suo mestiere.

Alle 4.55PM GMT, 5.55PM CET: British European Breeders Fund EBF Maiden Fillies’ Stakes, 6f, per sole femmine di 2 anni, con una dotazione complessiva di £ 10.0000.
Già molto exposed, Sarsaparilla (GB) (f. s. 2018 Showcasing) con un Rating del Timeform di 94, Rating massimo, ma tra i debuttanti forse si anniderà qualche ottima “canarina”.
Bisognerà esaminare bene le cavalle al tondino.

Horse Racing - Ebor Festival - Totesport Ebor Day - York Racecourse
Showcasing (GB) (m. b. 2007 Oasis Dream) 

Una nota per lo stallone Showcasing (GB) (m. b. 2007 Oasis Dream), padre tra gli altri di Mohaather, che monta al Whitsbury Manor Stud, vicino a Fordingbridge, Hampshire, Regno Unito, al tasso di £ 55.000.
In carriera ha vinto le Irish Thoroughbred Marketing Gimcrack Stakes, Gr-2, 6f, a York, a 2 anni, per i colori di Sua Altezza il Principe Saudita Khaled bin Abdullah bin Abdul Rahman Al Saud e l’allenamento di John Gosden, e si è piazzato in Gruppo 1 e Gruppo 2.
I suoi yearlings vendono bene alle Aste: nel 2019 il top price è stato di Ghinee 420.000 e ha prodotto due vincitori di Commonwealth Cup, Gr-1, al Royal Acot.
Mohatheer era stato acquistato per sole Ghinee 110.000 alle Aste yearling di Ottobre, Libro 2, di Tattersalls a Newmarket, causa la sua modesta statura.

Good luck!

Carlo Zuccoli

 

Mappa del terreno

schermata-2020-07-31-alle-10-22-38

(Copyright Turftrax)

 

(Credits: Getty Images)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(94)

Carlo Zuccoli Carlo Zuccoli has a degree in law (1970): Università degli Studi di Milano, discussing a thesis (administrative law) on UNIRE, at the time the entity... VAI ALLA PAGINA AUTORE

LASCIA UN COMMENTO

LOGIN REGISTRATI