Cheltenham Festival 2024 – 3

Cheltenham Festival 2024 – 3

Cheltenham Festival 2024 – 3

226
0
Envoi Alleen (FR) (c. b.  2014 Muhtathir) il giorno 16 Marzo 2023, all’ippodromo di Cheltenham, ha vinto il Ryanair Chase, Gr-1, 2m4f1/2, alla quota di 13/2.

 

Bristol, 13 Marzo 2024

Mappa della pista e sua descrizione (Copyright: Timeform)

 

Da “Victor Chandler Put Your Life On It”, The Authorises Biography by Jamie Reid, Reach Sport, One Canada Square, Canary Wharf, London 2021” (Archivio Carlo Zuccoli).

“Una Mercedes grigio – argento correva lungo le colline del Cotswold (la zona dove si trova l’ippodromo di Cheltenham) che sono di una bellezza da sogno. Muri di pietra a secco segnavano le strade strette e verso il Nord – Ovest squarci di sole d’inizio Primavera facevano capolino tra le nuvole dietro le colline di Marvels.

Mancavano pochi minuti alle 11AM  di Martedì 14 Marzo 2000 e tutt’intorno aleggiava un alone di speranza e di ottimismo. Si percepiva che il lungo Inverno stava per finire e che ci attendevano giornate luminose. L’atmosfera all’interno della Mercedes era di profonda tensione, ma anche di entusiasmo e di aspettativa.

Martedì 14 era la prima giornata del Cheltenham National Hunt Festival e Victor Chandler si preparava alla battaglia con gli scommettitori.

VC was the man. The player. Il bookmaker numero uno nel ring, da almeno 25 anni, passava due o tre giorni la settimana, all’aperto, negli ippodromi, con qualsiasi tempo, dirigendo il reparto credito della Ditta e facendo il libro corsa per corsa…

Nonostante tutto ciò il suo maggior interesse era il National Hunt Festival (di Cheltenham), con la sua eccitante atmosfera e con quel mercato inebriante (chi non è stato a Cheltenham e non ha vissuto quelle giornate non potrà mai capire).

Ogni anno, dal 1975 in poi, Victor si recava nel Cotswold in Marzo e al Royal Ascot in Giugno.

Il Festival del  Millennio avrebbe segnato un radicale cambiamento nella vita di VC; fu l’ultima volta che rappresentava la Ditta Chandler di persona a Cheltenham.

Il vecchio  secolo se ne andava e la cultura delle corse e dell’arte del bookmaking e quel mondo colorato, scaltro, fatto di rapporti umani (person to person), di regole codificate e rispettate che risalivano all’Epoca Edoardiana e ancora prima se ne andava di conseguenza…

Nel 2000 il mondo cambiava e vent’anni dopo quel mondo è del tutto svanito tranne che per pochi giorni pazzi a Cheltenham e in occasione di altri Festival Meetings.

Victor sedeva sul sedile posteriore della Mercedes, il telefonino in una mano e le pagine del giornale sulle gambe.

Di fianco il suo secondo cugino e braccio destro  Peter “Butch” Beaton – Brown, sul sedile anteriore, a fianco dell’autista Everton,  stava Charlie Maskey, un ex giornalista dello Sporting Life e amico di lunga data della famiglia Chandler.

Seguiva un’altra automobile con altri membri dello staff.

Tutti gli occupanti delle automobili erano elegantemente vestiti (a Cheltenham sono di rigore i completi di tweed con i soprabiti dello stesso materiale e un berretto, se del caso) e ben pettinati, le loro cravatte erano fatte a mano e le loro scarpe erano lucidate a più non posso, i loro orologi e i loro anelli con il sigillo scintillavano sia pure in maniera discreta…

Vestirsi bene era costume della famiglia Chandler: Butch soleva dire che “L’ippodromo è un teatro e che la sbarra (che separa il recinto del Members dal resto del mondo) dove Victor troneggiava (sospeso su di un cestino della frutta perché è vietato accettare scommesse sul suolo Britannico) è il palcoscenico visibile da tutti”…

Una volta tutti i bookmakers del rail vestivano abiti e scarpe fatti su misura, ma alla fine del ventesimo Secolo, la musica è cambiata e i bookmakers più anziani che ricordavano i giorni dei gran di abiti di sartoria degli anni 40 e 50 non erano certamente ben impressionati dai layers (dai “tenenti”) contemporanei che arrivano al lavoro “in anything less than a whistle and flute” (espressione Cockney per dire abiti di poco conto).

Victor Chandler Senior usava dire che  “non è un delitto essere “stirati” (skint), ma che solo “un pazzo dimostra di essere povero prima che le corse inizino”.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Forse, sia pure vagamente, avrete capito cosa significa il Festival a Cheltenham.

Il movimento di scommesse presso gli allibratori é il più elevato del  mondo intero: migliaia di Irlandesi calano a Cheltenham per l’occasione caricati a pallettoni e, di solito, fanno scopa.

Transazioni a quattro e anche a cinque zeri sono all’ordine del giorno e i bookmakers non fanno una piega, cioè mai un rifiuto, naturalmente fanno hedge se lo ritengono opportuno, ma la stessa operazione la fanno gli investitori e nessuno protesta.

Le premiate Ditte fanno i loro bilanci a Cheltenham, nel senso che se Cheltenham va bene, i bilanci sono belli paciarotti, se Cheltenham va male, a fine anno dai bilanci ci sarà meno grasso che cola.

Naturalmente, anche il Royal Ascot conta a quei fini, ma conta meno, in un certo senso.

Avrete capito come mai diversi bookmakers sponsorizzano diverse corse durante il Festival.

In città, a Cheltenham Spa (Salus per Aquam), non è possibile soggiornare per i prezzi folli praticati da alberghi e ristoranti in questo periodo.

La soluzione migliore, senza dubbio alcuno, è Bristol, bellissima città,  anche perché il treno ti porta sul luogo del delitto in circa quaranta  minuti (da arresto chi usa l’automobile).

Durante il Festival c’è il Villaggio della Guinness popolato da migliaia di spettatori (tutti paganti, e caro), ci sono decine e decine di negozi di vario genere, che sono frequentatissimi, ci sono tensostrutture per il cosiddetto corporate entertainment, con tanto di ristoranti (altri boxes per lo stesso scopo sono in tribuna, con costi notevolissimi per le varie società che li affittano), il recinto dell’insellaggio è circondato da tribune per migliaia di spettatori dove è molto difficile trovare posto, per non parlare del tondino di presentazione, sul quale si affaccia la sala delle bilance e dei Commissari:  parte del paddock è dedicata al rientro del vincitore e alle premiazioni.

Il mio consiglio per chi volesse andare a Cheltenham per il Festival è sempre stato quello di acquistare i biglietti per il recinto principale, anche se sono molto cari e, soprattutto, di acquistare un posto a sedere in tribuna, tassativo se dovesse piovere: in diversa ipotesi è meglio restare a casa.

All’ingresso della tribuna principale, sulla destra, c’è il cosiddetto Teatro, un salone enorme per  migliaia di persone, con maxischermi tv, bookmakers, tavoli, sedie, bars, etc.

Dal punto di vista fisico, se volete stare all’ippodromo come si deve, la fatica, per i quattro giorni,  è notevolissima e il disagio pure, soprattutto se piove, perché diventa difficilissimo vedere le corse e, muoversi tra settantamila spettatori e più, ogni giorno, non è facile: nella mia vita di guardone di corse Internazionali non ho mai trovato nessuno che tenesse la mia andatura.

Io, come Dean, come decano dei giornalisti ancora al lavoro, socio dell’ Horseracing Writers and Photographers Association, ho assegnata una posizione privilegiata, che mi sono conquistato sul campo, per la mia professionalità (non ho timore a scriverlo) e anche per l’età e per il rispetto dei colleghi.

Meno male: nemo propheta in patria.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Ci sarà Radio Snai Live tutti i giorni e speriamo che Cheltenham non sia mischiato con altre riunioni di corse di poco o nessun interesse.

Il Festival è “sacro”.

Il pubblico vuole avere il maggior numero possibile d’informazioni, in diretta, dal campo di corse e, ovviamente sentire dalla vice voce dei protagonisti impressioni, etc.

Per fare ciò mi occorre ovviamente del tempo e occorre  tempo anche dallo studio.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Avviso ai naviganti: per riprenderci dalle fatiche di Cheltenham, Sabato 30 marzo 2024, a Meydan, Dubai, ci sarà la giornata imperniata sulla Dubai World Cup, Gr-1, 1m2f, Dirt, USD $ 12.000.000 (USD $ 7.200.000 al primo classificato) : correrà il vincitore della Saudi Cup, Senor Buscador (USA) (m. b. 2018 Mineshaft), del quale ho già scritto (qui il link).

Nel Dubai Sheema Classic, Gr-1, 1m4f, Turf, USD $ 6.000.000. (USD $ 3.600.000 al vincitore), ci sarà lo scontro dell’Anno 2024: Auguste Rodin (JPN) (m. b. o. 2020 Deep Impact) vs. Liberty Island (JPN) (f. b. 200 Duramente).

Sono raggiante di gioia perché potrò assistere a quello spettacolo stando  sul luogo del delitto, osservando i cavalli all’insellaggio, al tondino, etc.: cose da brividi.

Per l’occasione, al momento, si sono accreditati circa 500 tra giornalisti e fotografi provenienti da ogni parte del mondo e quelle corse saranno trasmesse, in diretta, da più di 30 televisioni.

Con hub a Hong Kong, come il solito, funzionerà il World Pool (28 Paesi partecipanti) e le masse di denaro che affluiranno in quel “calderone” saranno imponenti.

Un Paese sarà assente.

Entriamo nel rosso dell’uovo delle corse di Grado 1 (3).

.=.=.=.=.=.=.=

 

Giovedí 14 Marzo 2024

 

H. 1.30PM GMT, H. 2.30PM CET: 2m4f (2m3f168y) (New) Turners Novices’ Chase (Grade 1) (Registered As The Golden Miller) (GBB Race) (Class 1) (5yo+).

race conditions  £175,000 guaranteed For  5yo+ which are allotted a rating or an assessment of 120 or more by the BHA Handicapper, taking account of races run up to and including the day prior to confirmation CONFIRM/SUPPS MAR 8TH Weights  5yo 11st 5lb; 6yo+ 11st 7lb Weight for age  5yo from 6yo+ 2lb Allowances  mares 7lb pay £218 Penalty value  1st  £98,472.50 2nd  £37,100.00 3rd  £18,567.50 4th  £9,275.00 5th  £4,655.00 6th  £2,327.50 7th  £1,155.00 8th  £595.00.

11 dei 13 vincitori all’ultima uscita hanno corso una corsa di Grado.

9 degli ultimi 13 vincitori erano allenati in Irlanda.

8 degli ultimi 13 vincitori hanno vinto una corsa di Grado 1 per novizi sulle siepi.

12 degli ultimi 13 vincitori avevano o 6 anni o 7 anni.

12 degli ultimi 13 vincitori avevano una quota a cifra singola (9 a 4/1 o a quota inferiore).

12 degli ultimi 13 vincitori sono stati allevati in Francia o in Irlanda.

10 degli ultimi 13 vincitori hanno vinto all’ultima uscita.

8 degli ultimi 13 vincitori hanno vinto una Novice Chase all’ultima uscita.

Ieri i bookmakers, prima giornata del Festival, sono andati stirati e li vedo male anche per oggi (ma l’articolo è per le corse di Giovedì).

Al momento in cui scrivo é favorito FACILE VEGA (IRE) (c. b. 2017 WALK In The Park), che ha un Official Rating di 151, un Best Racing Post Rating di 158, un Timeform Rating, aggiustato per la corsa, di 166+, una quota di 11/4.

È una grande delusione: la madre era fenomenale e il padre è arrivato secondo nel Derby a Epsom.

L’ultima volta ha sbagliato l’ultimo ostacolo.

Non mi convince, anche se è allenato dal Signor Willie Mullins, a Muine Bheag, Co. Carlow, Irlanda, che Martedì ha vinto 3 corse.

Il Timeform assegna il Rating maggiore, 173p,  a GREY DAWNING (IRE) (c. gr. 2017 Flemensfirth), che ha un OR di 153, un BRPR di 163, una quota tra 9/4 e 3/1.

Cavallo in grande progresso è allenato dal Signor Dan Skelton, ad Alcester, Warwickshire, Inghilterra e lo monta il fratello Harry Skelton.

Dietro le quinte c’è sempre il padre, il Signor Nick Skelton, che è stato uno dei più grandi cavalieri della storia dello show jumping, del concorso ippico.

All’ultima uscita ha vinto una corsa di Grado 2 alla grandissima, da favorito alla quota di 5/4.

E che dire di GINNY’S DESTINY (IRE) (c. b. 2016 Yeats), che ha un OR di 155, un BRPR di 162, un Timeform Rating di 172p, una quota tra 3/1 e 4/1?

Allenatore il Signor Paul Nicholls, a Ditcheat, Somerset, Inghilterra.

Rispettato, tra 5/1 e 6/1, IROKO (FR) (c. b. 2018 Cokoriko), che ha un OR di 149, un BRPR di 150, un Timeform RTING DI 161P.

Lo allenano i Signori Oliver Greenall & Josh Guerriero, a Oldcastle Heath, Cheshire, Inghilterra, per il Signor J. P. McManus, il più importante proprietario di cavalli da ostacoli che si conosca.

La scelta è difficilissima.

Desidero vedere i cavalli all’insellaggio e poi al tondino: comunque ci sarà Radio Snai Live e potrete sentire le mie impressioni.

 

H. 2.50PM GMT, H. 3.50PM CET: 2m4½f (2m4f127y) (New) Ryanair Chase (Registered As The Festival Trophy) (Grade 1) (GBB Race) (Class 1) (5yo+).

Race conditions:  £375,000 guaranteed For 5yo+, which are allotted a rating or an assessment of 130 or more by the BHA Handicapper, taking account of races run up to and including the day prior to confirmation. CONFIRM/SUPPLEMENT MAR 8TH Weights 5yo 11st 8lb; 6yo+ 11st 10lb Allowances mares 7lb pay £468 Penalty value 1st £211,012.50 2nd £79,500.00 3rd £39,787.50 4th £19,875.00 5th £9,975.00 6th £4,987.50 7th £2,475.00 8th £1,275.00.

5 degli ultimi 8 vincitori erano allenati dal Signor Willie Mullins, a  Muine Bheag, Co. Carlow, Irlanda.

Gli ultimi 10 vincitori sono stati allevati in Francia.

17 degli ultimi 19 vincitori erano tra i primi tre favoriti.

15 degli ultimi 19 vincitori hanno vinto in precedenza a Cheltenham.

12 degli ultimi 16 vincitori avevano già vinto una corsa di Grado 1.

11 degli ultimi 16 vincitori sono arrivati primi o secondi in una corsa di Grado 1 o di Grado 2 all’ultima uscita.

8 degli ultimi 16 vincitori sono stati battuti nelle King George, a Sandown, il giorno 26 Dicembre.

Favorito, si fa per dire, tra 4/1 e 9/2, ENVOI ALLEN (FR) (c. b. 2014 Muhtathir), che ha un OR di 164, un BRPR di 167, un Timeform Rating di 178.

Ha vinto questa corsa lo scorso anno alla quota di 13/2.

Lo monta quel fenomeno assoluto che corrisponde al nome di Rachael Blackmore ed è allenato dal Signor Henry de Bromhead, a Knockeen, Co. Waterford, Irlanda.

Tra 7/2 e 9/2, STAGE STAR (IRE) (c. b. 2016 Fame And Glory), che ha un OR di 166, un BRPR di 171, un Timeform Rating di 177.

Lo scorso anno ha vinto un Grado 1 durante il Festival, ma il suo allenatore, il Signor Paul Nicholls, a questa riunione, di solito, acchiappa poco.

Velenosissimo è BANBRIDGE (IRE) (c. s. 2016 Doyen), che ha un OR di 162, un BRPR di 169, un Timeform Rating di 179 (Rating massimo) e una quota tra 4/1 e 5/1.

Gradi 1 e Gradi 2 non fanno la differenza e il suo allenatore, il Signor Joseph Patrick O’Brien, che è di stanza a Owning Hill, Co. Klkenny, Irlanda, ha già vinto una corsa Martedì.

Il proprietario, il Signor Robert Bartlett,  é il più grosso allevatore (si può dire?) di patate in Scozia e, credo, in tutto il Regno Unito.

Merita grande considerazione.

 

H. 3.30PM GMT, H. 4.30PM CET: 3m (2m7f213y) (New) Paddy Power Stayers’ Hurdle (Grade 1) (GBB Race) (Class 1) (4yo+).

Race conditions:  £325,000 guaranteed For 4yo+ which are allotted a rating or an assessment of 130 or more by the BHA Handicapper, taking account of races run up to and including the day prior to confirmation. CONFIRM/SUPPLEMENT MAR 8TH Weights 4yo 10st 9lb; 5yo+ 11st 10lb Allowances fillies & mares 7lb pay £405 Penalty value 1st £182,877.50 2nd £68,900.00 3rd £34,482.50 4th £17,225.00 5th £8,645.00 6th £4,322.50 7th £2,145.00 8th £1,105.00.

7 degli ultimi 10 vincitori erano alla loro seco da stagione in siepi.

8 degli ultimi 17 vincitori hanno corso il Cleever Hurdle a Cheltenham.

20 degli ultimi 24 vincitori sono arrivati o primo o secondo all’ultima uscita.

17 dei vincitori in questo secolo avevano una quota a cifra singola.

12 degli ultimi 17 vincitori avevano un Rating di 160 o più.

7 degli ultimi 20 vincitori sono stati allevati in Gran Bretagna.

Concentrarsi sui cavalli che hanno un’età da 6 a 8 anni.

Rispettare i cavalli che vengono da dietro.

Rispettare il vincitore dello scorso anno.

Favorito netto, a 7/4, TEAHUPOO (FR) (c. b. 2017 Masked Marvel), che ha un OR di 162, un BRPR di 168, un Timeform Rating di 173 (Rating massimo).

Terzo lo scorso anno e in grande spolvero con merito del suo allenatore, il Signor Gordon Elliott, che allena a Longwood, Co. Meath, Irlanda.

Ha vinto un Grado 1 all’ultima uscita.

C’è un cavallo che, anche se gli sparano nelle gambe,  non esce dai piazzati: PAISLEY PARK (IRE) (c. b. 2012 Oscar), che ha un OR di 157, un BRPR di 172, un Timeform Rating di 167, una quota tra 12/1 e 14/1.

Lo allena la Signora Emma Lavelle, a Ogbourne Maizey, Wiltshire, Inghilterra ed é di proprietà del Signor Andrew Gemmell, che é cieco dalla nascita e che è sempre presente quando i suoi cavalli corrono.

Più in là non so andare.

.=.=.=.=.=.=.=

 

Mappa del terreno (Copyright: TurfTrax)

 

Carlo Zuccoli

(carlozu43@gmail.com)

.=.=.=.=.=.=.=

 

 

Carlo Zuccoli a Cheltenham in un tempo che fu (Foto: Archivio Carlo Zuccoli)

(226)

Redazione Redazione SNAI Sportnews... VAI ALLA PAGINA AUTORE